Destini personali

Destini personali

Destini personali

L’età della colonizzazione delle coscienze. Remo Bodei
Collana: Universale Economica Saggi
Pagine: 424 Prezzo: Euro 14

La natura della nostra identità di uomini e donne contemporanei. Come siamo diventati ciò che siamo, per non dimenticare i condizionamenti che ci hanno plasmati ed evitare così di trasformarci in uomini e donne d’allevamento.

Il libro
Ognuno di noi è il risultato di un corpo ricevuto per eredità biologica e di stampi anonimi (lingua, cultura, istituzioni), le cui impronte rielabora in forma inconfondibilmente personale. A lungo, in Occidente, questi processi d’individuazione sono stati garantiti dalla fede nel loro inamovibile fondamento: l’anima immortale.
Con la progressiva erosione di tale sostegno, ha inizio la consapevole costruzione dell’individualità mediante gli strumenti artificiali della politica e dei saperi scientifici. Attraverso tecniche di ingegneria umana, il potere, interiorizzandosi, rende il singolo più facilmente plasmabile, invadendone la coscienza. Nello stesso tempo, la disarticolazione e la scissione del presunto carattere monolitico della personalità permettono una sua diversa ricomposizione entro inediti orizzonti di libertà.

Il libro analizza storicamente e teoricamente tali vicende avendo come sfondo il periodo che va dalla fine del Seicento alle soglie del presente, ma come primo piano la fase politica d’incubazione e di sviluppo dei fascismi e quella filosofica, scientifica e letteraria del fiorire di progetti di potenziamento o di negazione dell’individualità e di sviluppo delle scienze della vita.
Come sottrarsi all’oblio dei condizionamenti che ci hanno plasmato e dei desideri che ci orientano? Come evitare di trasformarci in uomini e donne d’allevamento, un tempo domati dalla violenza di chi proponeva la creazione dell’“uomo nuovo” e ora spesso appagati dal più agevole accesso alla soddisfazione di bisogni e desideri legittimi, ma per millenni inibiti: cibo, sesso, divertimento? Come rapportarci al “demone che tiene i fili” del nostro destino, rendendoci conto di come siamo divenuti quel che siamo e di ciò che potremmo ancora essere?
Contro il diffuso fast food intellettuale, questo volume mira a rispondere a simili domande con riflessioni rigorose, documentate e avvincenti.

Approfondimento
Indice

Introduzione
L’io e il noi, La parabola dell’identità, L’eco delle domande, Sigle

PARTE PRIMA
Strategie d’individuazione
1. I due traguardi: Locke e Schopenhauer
– Lavorare se stessi, L’incognita, La voce che rimbomba, Il parassita del corpo
2. In principio era il caos: dalla citologia alla filosofia
– Percorsi e diramazioni, Aurore boreali, Allucinazioni e deliri, Il viaggio della vita
3. L’arcipelago degli io: i médecins philosophes
– Tre profili, Il monarca insidiato, Restaurazione di un ordine antico, Verso il passato, Un paradigma persistente, Da sponda a sponda
4. Il baricentro di Nietzsche
– Un gregge e un pastore, Coltivare i pensieri, Dallo specchio al baricentro, Il delfino e la tigre, L’individuo fugace, La selezione degli uomini, Il ragno e il chiaro di luna, Carbone e diamante, A raggiera
5. Risorgere da se stessi: Bergson e Proust
– La crescita a stelo, Gli “io” di ricambio, Le teche dell’oblio, Frammenti di eternità, I tre alberi, Pensare in figure
6. Lo spontaneo artificio: Pirandello e la costruzione del soggetto
– Il pozzo dell’anima, Le trappole della vita, Il cemento della volontà, La passione di essere un altro, Esercizi di disidentificazione, Lacrimæ rerum, Pietà per la vita
7. L’individualismo delle differenze: Georg Simmel
– Combinazioni d’identità, 169 – Nel cuore della periferia, 172 – I generi dell’io, 179 – Lo spirito nella macchina, 183

PARTE SECONDA
La colonizzazione delle coscienze

8. Conduttori d’anime
– Le Bon o dell’elemento immateriale che guida il mondo, L’empire de soi, L’età delle folle, La chimica dell’anima, Il principio d’irrealtà, Il falegname di Galilea, Le eclissi parziali dell’io, Sorel o la macchina del mito, I giardinieri della storia, In cammino verso l’ignoto
9. Gerarchia e sacrificio: Mussolini e Gentile
– Una strada nel bosco, La comunità dei morituri, Macchine di mobilitazione, In dono allo Stato, Il gregario sublime, Una gerarchia senza gregge, Credere all’incredibile, Un paragone ellittico, “In fondo all’Io c’è un Noi”, Lo Stato interiore
10. Orizzonti dell’io
– Il mistero doloroso e il mistero gaudioso dell’obbedienza, Dall’uniforme al molteplice, La rottamazione dell’io, Riflessi sull’acqua, Il marketing dell’identità, Chi smuoverà l’Acheronte?, Il corpo plasmabile, L’equilibrio Io-Noi, Esercizi di perplessità, Chiavi teoriche, Le lunghe estati delle Esperidi.

close

Attenzione, il sito è in fase di conversione in database. Non tutti gli articoli sono ancora raggiungibili nel sito interattivo. Per accedere alle pagine in formato xhtml del sito precedente ancora non convertite, potete collegarvi a questo link Encanta, old version