I “semi caldi” per le tisane diuretici

I “semi caldi” per le tisane diuretici

L’erba stevia, usate come dolcificante ma non in Europa. Quali sono le erbe più adatte per una tisana diuretica? Come risolvere il problema per la tinta dei capelli in gravidanza? Infine, il dosaggio dell’alga spirulina. Risponde il dr. Michele Stellini, biologo ed erborista.

“In considerazione che ho la prostata ingrossata e soffro di un fastidioso gonfiore allo stomaco (sorattutto quando assumo bevande alcoliche o quando sono sotto stress), vorrei sapere quale tisana sia più appropriata alla mie esigenze e la modalità d’uso. Inoltre gradirei sapere quali tra le seguenti erbe officinali sono tra i migliori diuretici naturali: betulla; coda cavallina; gramigna”.

Tutte le erbe che ha indicato hanno azione diuretica e depurativa e possono essere utili a questo scopo, magari per i gonfiori addominali le piante più indicate sono quelle così dette carminative, i classici “semi caldi”, anice finocchio, carvi, cumino, coriandolo e ancora menta melissa…

L’Erba Stevia per i diabetici
“Vista la quantità di diabetici oggi esistente in Italia ed in genere in Europa, perchè non viene ripreso lo studio sull’erba Stevia? Come sostitutivo dello zucchero, mi sembra più che utile visto l’alto potere educorante ed il ridotto apporto calorico che la caratterizzano”.

La stevia è una pianta conosciuta da tempo ed utilizzata in altri paesi come dolcificante, in Europa però non è più autorizzata la vendita (è stata in vendita per un certo periodo), speriamo che questa decisione sia riconsiderata.

In gravidanza: tinture naturali per capelli o colpi di sole?
“Sono al terzo mese di gravidanza e in passato ho sempre fatto la tinta, ora posso continuare a farla o è meglio evitare? eventualmente posso fare l’henne o i colpi di sole?”

L’hennè è sicuramente una soluzione naturale che non crea problemi, penso probabilmente anche i colpi di sole, per prudenza chieda comunque al suo ginecologo.

Il dosaggio della spirulina
“Vorrei conoscere il dosaggio giornaliero della spirulina”

La spirulina è un alga proteica di acqua dolce, ricca quindi in proteine, vitamine e minerali utili, non è quindi un farmaco ma un super-alimento, il dosaggio è quindi estremamente variabile, dipende dall’alimentazione e dalla richiesta dell’organismo. Un’utile integrazione di un’alimentazione normale si può aggirare sulle 6 tavolette di spirulina da 500 mg (quindi circa 3 g) ma negli sportivi o in situazioni di maggiore necessità il dosaggio può aumentare molto fino a 10 grammi o più al giorno, ripeto infatti che si tratta di un alimento che non ha controindicazioni particolari o diverse da altri alimenti (intolleranza individuale etc.).

A cura di Michele Stellini – Erboristeria dr. Stellini

I contenuti delle rubriche e degli articoli presenti su Encanta.it, con particolare riferimento alle rubriche che contengono consigli, pareri, articoli di esperti su specifiche tematiche (leggi e diritti, erboristeria, rimedi naturali, psicologia ed ogni altro di questo genere) sono esclusivamente a carattere divulgativo, e ciascun esperto/autore è il solo responsabile di quanto scrive. Le notizie pubblicate hanno solo scopo informativo e divulgativo e in nessun modo sostituiscono o corrispondono al parere specifico di uno specialista, di qualunque genere/ambito, che solo ha la possibilità di fornire un parere adeguatamente fondato, in relazione alla persona che si trova di fronte. Le informazioni possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento (info complete nella pagina “Disclaimer”)