Salute e benessere

Dolore cronico: oltre 10 milioni di adulti ne soffrono

In Italia, oltre 10 milioni di individui adulti soffrono di dolore cronico. Per il dolore cronico, si confermano le diseguaglianze di genere: il divario nelle stime di prevalenza tra maschi e femmine inizia infatti già all’età di 35 anni, e va man mano ampliandosi a sfavore delle persone di sesso femminile. Dieci milioni di persone […]

Dolore cronico: oltre 10 milioni di adulti ne soffrono Leggi tutto »

Raccolta di plasma in Italia: non ancora autosufficiente

Nel 2023 aumento del 4,3% rispetto all’anno precedente ma il Servizio Sanitario Nazionale è ancora costretto a comprare plasmaderivati sul mercato estero.  Cresce la raccolta di plasma in Italia ma ancora non basta per ottenere l’autosufficienza in materia di medicinali plasmaderivati. I dati preliminari del monitoraggio del conferimento di plasma per frazionamento nel 2023 confermano

Raccolta di plasma in Italia: non ancora autosufficiente Leggi tutto »

Alzheimer e demenze: forti differenze regionali nell’assistenza

In Iss il Convegno finale del Fondo per l’Alzheimer e le Demenze, presentate le prime linee guida; Bellantone, lavoriamo per armonizzare i servizi a livello nazionale. Forti differenze regionali nell’assistenza, al Nord test diagnostici e centri aperti più a lungo I servizi per le persone con demenza sono distribuiti in modo disomogeneo sul territorio nazionale,

Alzheimer e demenze: forti differenze regionali nell’assistenza Leggi tutto »

Casi gravi di influenza: cosa c’è da sapere

Gravi casi di influenza e decessi: tutto rientra nell’alternarsi di intensità annuale delle stagioni di trasmissione dei virus respiratori. L’ISS prende posizione rispetto ad alcuni articoli apparsi sulla stampa che vedono nei casi gravi di influenza 2023-2024, la causa prima dei decessi. Ecco la spiegazione. Casi gravi di influenza e decessi: le precisazioni dell’Istituto Superiore

Casi gravi di influenza: cosa c’è da sapere Leggi tutto »

Gli effetti (negativi) sulla salute di quello che mangiamo

I pasti più diffusi sono tramezzini, panini, insalate ricchissime di ingredienti diversi e salse, hamburger e hot-dog o pizza con vari condimenti e farciture. I più salutisti acquistano le insalatone, proposte come scelte ‘healthy’, ma in realtà particolarmente insidiose perché preparate con ingredienti calorici e ricchi di grassi saturi e sale. Scompaiono gli ingredienti e

Gli effetti (negativi) sulla salute di quello che mangiamo Leggi tutto »

La donna e la percezione di sé: l’influenza della società

Percezione del proprio corpo, rapporto con l’altro e con il maschile, e rappresentazione del corpo femminile all’interno della società. Come si vedono le donne?  Il corpo della donna è finalmente una sua proprietà o è ancora schiavo del “dover essere bella” quale sintesi di una sudditanza politica e antropologica all’occhio e al desiderio maschile? Le donne

La donna e la percezione di sé: l’influenza della società Leggi tutto »

Meno polveri sottili, più nanoparticelle: polmoni a rischio 

Uno studio dimostra che l’esposizione a nanoparticelle da traffico veicolare in ambiente urbano può generare risposte pro-infiammatorie nell’epitelio polmonare anche a basse concentrazioni di materiale particolato fine, le cosiddette polveri sottili. Anche a basse concentrazioni di particolato fine, le nanoparticelle possono fungere ‘da cavallo di Troia’ nel polmone per alcuni composti tossici e, di conseguenza,

Meno polveri sottili, più nanoparticelle: polmoni a rischio  Leggi tutto »

Freddo e vacanze natalizie: come proteggere l’intestino 

Inizia l’inverno, arriva il freddo, che insieme alle imminenti feste e ai ritmi frenetici sopportati per mesi mettono a dura prova il nostro organismo.  Le vacanze natalizie sono spesso un traguardo agognato per recuperare le forze dopo una stagione di stress, ma le temperature rigide, i malanni invernali, le giornate sulla neve sia per gli

Freddo e vacanze natalizie: come proteggere l’intestino  Leggi tutto »

Foreste, toccasana per l’asma

La “terapia forestale”, oltre che avere effetti significativi sulla riduzione dei sintomi dell’ansia, può contribuire al miglioramento delle funzioni respiratorie di bambini e adolescenti affetti da asma e sottoposti alle terapie convenzionali.   Studi dimostrano come gli esiti dei trattamenti dell’asma adolescenziale siano stati condizionati – positivamente – dalla quantità di monoterpeni inalati dai giovani pazienti, nel

Foreste, toccasana per l’asma Leggi tutto »

Torna in alto