Il luppolo contiene flavonoidi – fitoestrogeni. E’ una pianta comune in Europa che viene coltivata nelle regioni produttrici di birra poiché è alla base dell’aromatizzazione amara di questa bevanda. Nonostante tale pianta non sia stata molto usata nell’antichità per le sue virtù terapeutiche, è dal Dodicesimo secolo menzionata come “rimedio della melanconia” ed è stata precisata la veridicità di alcune attività tradizionalmente attribuitele, in modo particolare le azioni sedative e rilassanti.

Queste sue funzioni sono ampiamente giustificate considerando il contenuto in aminoacidi ed in sostanze di natura ormonosimile, mentre in conseguenza dei contenuti dell’olio essenziale e di sostanze fitoormonali, il luppolo risulta efficace sulla crescita dei capelli, stimolando le funzioni metaboliche dei tessuti superficiali del cuoio capelluto.

componenti principali del luppolo sono una resina ed un olio volatile. Inoltre sono stati identificati flavonoidi ed antociani, acido para-amino-benzoico e fitoestrogeni. Il luppolo è più comunemente usato per il suo effetto calmante sul sistema nervoso. Il luppolo è un eccellente sedativo infatti usato da solo, o più spesso in associazione e piante quali la Valeriana, la Melissa e la Passiflora, in tisane e prodotti in gocce o capsule (miscele di estratti secchi o tinture madri) che hanno la finalità di rilassare e migliorare il sonno. I fiori secchi, come i fiori di lavanda, possono essere cuciti in un cuscino per aiutare nell’insonnia, hanno però un profumo meno gradevole dei fiori di lavanda. Il miele di luppolo aiuta nella tosse e nella bronchite.

Più svegli e attivi con la Cola
È una pianta originaria delle zone tropicali ed equatoriali dell’Africa dell’ovest. Contiene sali minerali, aminoacidi, cellulosa, amido, polifenoli, basi puriniche, caffeina, teobromina. È uno stimolante del sistema nervoso centrale, aumenta lo stato di vigilanza, la rapidità dei processi intellettivi, l’associazione di idee. Aumenta il metabolismo basale e la lipolisi, e quindi può essere di aiuto nei regimi dimagranti (entra nella composizione di prodotti erboristici dimagranti).
Uno studio condotto in parallelo con caffeina pura e seme di cola, mostra che gli effetti osservati con la cola sono più graduali rispetto a quelli ottenuti con la caffeina e che, in più, il seme possiede un’azione specifica sul tono muscolare.

Le xantine nella cola sono legate ai polifenoli: ciò assicura loro una liberazione lenta ed un’azione progressiva. Nelle zone dove la pianta è presente si usa anche il seme di cola fresco, utile da masticare per sostenere sforzi prolungati. Impiegata a dosi moderate è quindi uno stimolante non nocivo ed ha azione prolungata.

A cura di Michele Stellini – Erboristeria dr. Stellini

[notification type=”attention”]L’intero contenuto di Encanta.it, con particolare riferimento alla rubriche con consigli degli esperti (erboristeria, rimedi naturali, i diritti dei cittadini etc.) deve essere considerato di carattere esclusivamente divulgativo. Le notizie pubblicate hanno solo scopo informativo e divulgativo e in nessun modo sostituiscono o corrispondono al parere specifico di uno specialista, di qualunque genere, che solo ha la possibilità di fornire un parete adeguatamente fondato, in relazione alla persona che si trova di fronte. Le informazioni possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento (ulteriori info nella pagina Disclaimer)[/notification]

Seguici su: