Le erbe per vincere l’ansia

Le erbe per vincere l’ansia

Le crisi di ansia rappresentano, per coloro che le vivono, situazioni difficili. Le erbe possono aiutare a ritrovare l’equilibrio, ma vanno utilizzate con prudenza. Mentre, ricorda l’erborista rispondendo alla seconda e-mail, quando l’organismo soffre di disturbi recidivanti, è importante cercare di sostenerlo a livello generale, non concentrandosi soltanto sul disturbo specifico.

“Sono una ragazza di 20 anni, sono sempre stata molto forte e allegra adoravo stare in mezzo alla gente. Purtroppo in agosto mi sono ammalata nessuno sapeva cosa avevo si pensava ad un’intossicazione alimentare. Però dopo circa un mese sono tornata a stare male con nausea fortissima diarrea e dolori di stomaco e sono andata avanti così per circa due mesi. Ho iniziato ad avere attacchi di panico e di ansia molto forti xchè non riuscivano a capire cosa avevo. Da circa un mese hanno scoperto che ho l’helicobacter pylori ho dovuto fare una cura molto forte di antibiotici che mi ha fatto stare ancora più male. Ora fisicamente sto meglio ma continuo ad avere una forte ansia e attacchi di panico soprattutto al mattino. A volte non vorrei proprio uscire di casa altre solo all’idea di non poter vedere i miei amici mi sento male. Scoppio spesso in lacrime e sono molto depressa in più ho sofferto molto per la fine della storia con il mio ragazzo e ne soffro tuttora anche se ho trovato un altro ragazzo ma lo devo tenere nascosto perché amico sia mio che del mio ex (l’avevo lasciato io) sia perché mia madre non lo vede di buon occhio (non ho un buon rapporto con mia madre). La mia dottoressa mi ha prescritto delle gocce di … e mi ha detto che con il tempo passerà tutto. Un erborista mi ha fatto prendere delle fiale di ginseng schisandra pappa reale e miele ma non mi sembra facciano molto. Dormo poco e male mi sveglio presto alla mattina a causa dell’ansia, ho concentrazione e mangio molto poco. Non so più cosa fare, lei cosa mi consiglierebbe di utilizzare, la prego mi aiuti”.

Credo che la sua dottoressa abbia ragione con il tempo le cose si aggiusteranno, per la verità la nuova relazione sentimentale farebbe pensare che già gli avvenimenti abbiano preso una piega favorevole, forse un aiuto psicologico potrebbe aiutarla. Per l’ansia da un punto di vista erboristico potrebbe esserle utile il tiglio gemmoderivato in gocce, 30 gocce 3 volte al giorno e anche degli oligoelementi, manganese cobalto di base, esiste anche una formula nella quale a questi due sono associati anche litio, magnesio e fosforo che potrebbe fare al caso suo. Eviterei il ginseng che, per quanto utile per contrastare lo stato depressivo, non è molto indicato negli stati ansiosi.

Per curare i condilomi rafforzare il sistema immunitario
“Posso usare estratto di semi di pompelmo x combattere i condilomi anali se sì in che dosi e puro?”

Non avendo conoscenza diretta di risultati positivi o meno ottenuti trattando i condilomi con l’estratto di pompelmo ho fatto una ricerca in rete e ho trovato qualche testimonianza interessante. In effetti un’efficacia almeno teorica dovrebbe esserci data l’efficacia nel trattamento di altre affezioni virali che hanno qualche analogia con i condilomi quali ad esempio le verruche. Ho trovato però una sola testimonianza di una persona che dice di avere avuto buoni risultati con l’estratto di pompelmo diluito (puro comunque non è certo da utilizzare sulle mucose!). Sull’efficacia risolutiva di questo trattamento in tutti i casi (o quantomeno nella maggioranza) certo non le saprei dire, io non sono un esperto in questo campo però ho avuto la sensazione che la risposta ai vari trattamenti, anche farmacologici tradizionali, nel caso dei condilomi sia molto variabile da soggetto a soggetto, la maggior parte delle testimonianze si riferiva a cure effettuate con farmaci e vi erano molte persone soddisfatte e altre meno. Ancor più variabile credo sia la stabilità del risultato, infatti i condilomi tendono molto a recidivare e in questo caso ha un peso l’efficienza del sistema immunitario del soggetto, penso quindi possa essere utile utilizzare in questi casi oltre a un trattamento specifico rimedi che aiutino a sostenere il sistema immunitario, piante come l’echinacea ad esempio possono essere utili come sostegno alla risposta fisiologica dell’organismo.

A cura di Michele Stellini – Erboristeria dr. Stellini

I contenuti delle rubriche e degli articoli presenti su Encanta.it, con particolare riferimento alle rubriche che contengono consigli, pareri, articoli di esperti su specifiche tematiche (leggi e diritti, erboristeria, rimedi naturali, psicologia ed ogni altro di questo genere) sono esclusivamente a carattere divulgativo, e ciascun esperto/autore è il solo responsabile di quanto scrive. Le notizie pubblicate hanno solo scopo informativo e divulgativo e in nessun modo sostituiscono o corrispondono al parere specifico di uno specialista, di qualunque genere/ambito, che solo ha la possibilità di fornire un parere adeguatamente fondato, in relazione alla persona che si trova di fronte. Le informazioni possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento (info complete nella pagina “Disclaimer”)