Internet Casa: prezzi in discesa soprattutto per la fibra ottica 

Rispetto a un anno fa, le offerte Internet casa mantengono quasi gli stessi prezzi. Il costo medio mensile in promozione è sceso (-12%). Anche il contributo di attivazione va sempre più giù (-52%) e, quando incluso nel canone, viene ripartito in oltre un anno di contratto. Inoltre, è più facile individuare sconti sulle offerte per la fibra ottica FTTH, tecnologia che diventa sempre più accessibile e conveniente. In calo anche il prezzo delle connessioni wireless per la casa. Internet casa: nel 2022 prezzi delle offerte in ribasso del 12%. Si riduce il costo per la fibra ottica (-14%)

Le connessioni Internet per la casa nel 2022 costano di meno e, per gli utenti, c’è la possibilità di sfruttare offerte con una velocità nominale maggiore, grazie alla crescente diffusione della fibra ottica e delle proposte degli operatori che includono questa tecnologia. Rispetto al 2021, il costo medio mensile dei pacchetti in promozione, infatti, è sceso del 12%. In progressivo calo anche il costo di attivazione (-52%). Scegliere un’offerta fibra ottica FTTH, la tecnologia in grado di offrire la maggiore velocità di connessione, diventa, inoltre, sempre più conveniente con un calo del canone mensile più marcato rispetto alla media del mercato. A fotografare il trend è l’Osservatorio Segugio.it e SOStariffe.it, che analizza l’evoluzione dei prezzi praticati dai provider da settembre 2021 a settembre 2022.

Prezzi in ribasso e contributo di attivazione dimezzato: il confronto con il 2021

Questa analisi si basa sui prezzi medi dei pacchetti pubblicati sul comparatore offerte internet casa (link in fondo all’articolo). In dodici mesi quasi tutti i valori considerati hanno subito un calo. Il confronto tra le tariffe fa emergere una variazione al ribasso del canone mensile standard (-9%). Lo scorso anno agli utenti era richiesto in media un fisso mensile di 29,66 euro, mentre le offerte del 2022 si contraddistinguono per un canone mensile di circa 27,11 euro, costo peraltro che non ha subito oscillazioni nel corso nei primi nove mesi del 2022. 

Tutto ciò comporta fatture più leggere, soprattutto per le offerte con canone mensile in promozione. In questo caso, infatti, il costo periodico si riduce da 27,31 euro al mese, dato medio registrato lo scorso anno, a 24,09 euro al mese con un calo del -12% su base annua. L’indagine conferma una tendenza già emersa nel corso del 2021. Le promozioni, infatti, hanno quasi sempre una durata indeterminata, garantendo all’utente la possibilità di sfruttare sempre il canone promozionale scontato.

Dimezzato il costo di attivazione, che viene ‘spalmato’ su un periodo sempre più lungo

Lo studio dell’Osservatorio evidenzia anche un calo netto del contributo di attivazione una tantum delle offerte. Il costo iniziale richiesto per la sottoscrizione di una nuova connessione si riduce, passando da una media di 82,55 euro ad una media di 39,78 euro. Su base annua si registra un calo del -52%. Il dato in questione riprende un trend del 2020, rappresentando un’inversione di tendenza rispetto al 2021, anno in cui l’attivazione richiesta dai provider era aumentata.

È una buona notizia anche la scelta degli operatori di ripartire la voce di costo su un periodo più lungo quando il canone d’attivazione non viene versato alla sottoscrizione del contatto. Per le offerte che prevedono un’attivazione dilazionata, infatti, il periodo di saldo passa da 11 mesi a 13 mesi. Dilazionato in piccole rate, su un periodo superiore ad un anno, il contributo di attivazione è quasi impercettibile per chi si trova mensilmente a versare l’importo delle bollette.

A fronte di un calo di tutti i costi, inoltre, si registra una crescita della velocità nominale a disposizione degli italiani. Mentre nel 2021 era in media di 599 Mega quest’anno è di 1.167,4 Mega (+95% in più). Il dato, media delle velocità nominali garantite dalle singole offerte disponibili, è legato ad un numero crescente di offerte fibra ottica FTTH a disposizione degli utenti.

È il momento della fibra FTTH e del wireless

L’incremento della velocità nominale garantita dai pacchetti internet casa è legato all’aumento di copertura delle offerte in fibra ottica, soluzioni via via più performanti in termini di velocità massima di connessione con il passare degli anni. Se guardiamo ai costi promozionali dei pacchetti, ci accorgiamo che nel corso dell’ultimo anno a subire la flessione maggiore i prezzi sono state le offerte della fibra FTTH, la più veloce.

Navigare con la Fiber to the Home (il cavo che resta in fibra fino all’ingresso nel nostro appartamento, per intenderci) ora costa il 14% in meno. Nel 2021 infatti il costo promozionale mensile era di 28,62 euro, ora le promozioni si aggirano sui 24,71 euro al mese con un risparmio di quasi 4 euro sul canone.

La seconda tecnologia con prezzi in calo nel corso dell’ultimo anno è stato il Wireless, un sistema di trasmissione che sfrutta frequenze dello spettro radio per fornire connettività senza fili a banda larga. Tale tecnologia è nota con l’acronimo FWA (Fixed Wireless Access).  Per accedere a questo tipo di connessione si spendevano 26 euro lo scorso anno, mentre nel 2022 bastano 23,28 euro ogni mese (-10% in un anno). Da notare un calo del 3% per il canone delle offerte FTTC e ADSL.

Chi voglia navigare con la FTTC (Fiber to the Cabinet), lo scorso anno spendeva in media ogni mese 28,42 euro in promozione. Invece quest’anno ne spende 27,58 euro al mese. Pochi spiccioli in meno per chi invece voglia attivare a casa la classica ADSL, il cui costo promozionale nel 2021 era di 28,94 euro e dodici mesi dopo resta sempre di 28,06 euro al mese.

Le tendenze degli ultimi mesi: prezzi stabili ma sconti per chi sceglie le offerte fisso + mobile

Il mercato di telefonia fissa ha registrato pochi cambiamenti nel corso degli ultimi mesi. Nel confronto con i dati di maggio 2022, infatti, il costo medio delle offerte è praticamente stabile, per tutte le tecnologie. C’è però un trend che conferma la convenienza delle offerte proposte attualmente dagli operatori del settore e che può aprire le porte al risparmio per gli utenti sulla spesa per la connessione Internet casa.

Per ridurre le spese è possibile scegliere offerte fisso + mobile. Puntando sullo stesso operatore sia per la connessione di casa che per la SIM dello smartphone sarà possibile ottenere un risparmio extra sulla spesa complessiva. Le offerte combinate proposte dai provider di telefonia (tutti gli operatori presenti in entrambi i segmenti di mercato le propongono) consentono di ottenere un risparmio medio di 42 euro all’anno (circa 3,5 euro al mese) sul canone dell’abbonamento Internet casa.

Individuare in pochi semplici passaggi la migliore offerta per noi

Prima di cambiare compagnia è opportuno leggere sempre con attenzione le condizioni dell’offerta. L’indagine dell’Osservatorio conferma che il costo medio dei pacchetti per la connessione di casa è in netto calo rispetto allo scorso anno. Si tratta, quindi, del momento giusto per valutare l’attivazione di una nuova offerta e, in particolare, di una soluzione che sfrutta la fibra ottica. Un ottimo ausilio per passare in rassegna le tariffe presenti sul mercato è lo strumento di comparazione delle promozioni Internet casa di SOStariffe.it, con il quale si ha la possibilità di confrontare gratuitamente le migliori soluzioni disponibili sul mercato.

Prezzi medi dei pacchetti pubblicati sul comparatore offerte Internet casa

Fonte: SOStariffe.it

Torna su