Consigli per prevenire gli effetti del freddo

Il freddo eccessivo, proprio come quello che registriamo in questo periodo, rappresenta una minaccia, soprattutto per la salute degli anziani, dei bambini e delle persone affette da particolari patologie, notoriamente più vulnerabili e a rischio di infezioni. Ma anche i giovani in apparente benessere possono subire conseguenze sulla salute, a volte gravi, se esposte a valori bassi di temperatura.

Ecco cosa si deve e non si deve fare per proteggersi dai malanni dell’inverno, di cui l’influenza è il più comune, ma non solo.
– Regolare la temperatura degli ambienti interni verificando che la stessa sia conforme agli standard suggeriti
– Curate l’umidificazione degli ambienti di casa riempiendo le apposite vaschette dei radiatori: una casa troppo fredda e un’aria troppo secca possono costituire un’insidia
– Curate l’isolamento di porte e finestre, riducete gli spifferi con appositi nastri e altro
– Se usate stufe elettriche o altre fonti di calore (come la borsa di acqua calda) evitate il contatto ravvicinato con le mani o altre parti del corpo
– Controllate la temperatura corporea di bambini piccoli e persone anziane non autosufficienti
– Assumete pasti e bevande calde (almeno 1 litro e ½ di liquidi), gli alcolici non aiutano contro il freddo, al contrario, fanno disperdere il calore prodotto dal corpo
– Uscite nelle ore meno fredde della giornata: evitate, se possibile, la mattina presto e la sera soprattutto chi soffre di malattie cardiovascolari o respiratorie
– Usate vestiti idonei: sciarpa, guanti, cappello, insieme a un buon cappotto sono ottimi ausili contro il freddo
– Passando da un ambiente freddo a uno caldo abbiate cura di spogliarvi, per evitare di sudare e di raffreddarvi quando uscirete di nuovo
Se viaggiate in automobile non dimenticate di portare coperte e bevande calde.
Fonte: D.G. Prevenzione sanitaria – CCM

close

Attenzione, il sito è in fase di conversione in database. Non tutti gli articoli sono ancora raggiungibili nel sito interattivo. Per accedere alle pagine in formato xhtml del sito precedente ancora non convertite, potete collegarvi a questo link Encanta, old version