Come combattere la prostatite: rimedi naturali

Come combattere la prostatite: rimedi naturali

La prostatite, rimedi naturali

Curare la prostatite

“Ho 28 anni e da circa 4 anni soffro di prostatite con bruciori vari ed eventuali. Si guarisce? Ho già fatto delle visite e pseudo cure a base di antibiotici ma senza nessun risultato significativo. Potreste aiutarmi in tal senso?” F.

In effetti la prostatite infettiva può essere non facile da sconfiggere, gli antibiotici però di solito sono efficaci, temo quindi che non le sia stato somministrato quello giusto. Comunque venendo al nostro ambito, cioè i rimedi naturali, integratori a base di oli essenziali, specifici per le infezioni urinarie, possono essere utili per contrastare l’infezione, esistono a questo scopo prodotti predosati a base di oli essenziali incapsulati. Anche un’integrazione con fermenti lattici probiotici è sicuramente utile perché in questi casi è importante anche una flora batterica intestinale in buono stato, e nel suo caso sarà stata compromessa anche dalle cure antibiotiche. Il famoso medico fitoterapeuta Jean Valnet consigliava in questi casi la somministrazione di oli essenziali specifici in veicolo oleoso per via rettale, il che è molto logico perché la prostata in questo modo è più direttamente raggiungibile, si tratta però di una soluzione da adottare facendosi seguire e indicare le modalità precise da uno specialista in terapie fitoterapiche.

Le erbe per depurarsi

“Sono intollerante al nichel e golosissima di fragole così ho abusato, provocandomi una bella eruzione su tutto il corpo. Sono andata dal medico il quale mi ha prescritto un antistaminico che ora non ho sotto mano per dirle come si chiama, l’effetto è stato immediato, l’eruzione cutanea è sparita ma ora ho dolori alle articolazioni quali: mano destra (lascio cadere le cose), gomiti, ginocchia. retro ginocchia e piedi molto gonfi. Vorrei sapere se è un effetto collaterale dell’antistaminico oppure è l’intossicazione che ho assimilato e che devo smaltire. Grazie”. Silvia

È difficile dire se le due problematiche sono collegate, le consiglio di chiedere chiarimenti al suo medico, in ogni caso se volesse seguire poi un ciclo depurativo può rivolgersi al suo erborista o farmacista di fiducia, esistono molte soluzioni valide, tisane o prodotti confezionati, ad esempio piante come il tarassaco, il cardo mariano, la bardana possono essere utili come depurativi.

Fieno greco o germe di grano?

“Ho 24 anni. Sono un po’ sottopeso anche se seguo un’alimentazione ricca, equilibrata e completa. Forse è un problema di costituzione, infatti in famiglia siamo tutti magri. Io vorrei chiedervi un consiglio: secondo voi, per avere più forme, potrei assumere del fieno greco e delle germe di grano? Avrò dei risultati? Inoltre vorrei sapere per quanto tempo dovrei assumere queste compresse e se ci sono complicazioni”. Lory “Sono una ragazza di 29 anni peso 45 kg e sono alta 172cm. Mangio regolarmente ma non riesco a mettere su peso. Ho intrapreso cure a base di ferro e vitamina B12 perché dagli accertamenti effettuati ho l’emoglobina abbastanza bassa. Volevo sapere se il fieno greco potrebbe aiutarmi ad acquistare almeno 4/5 chili per la prossima estate, ed in quale forma assumerlo”. Alessia

Il fieno greco ha un’azione ricostituente ed anabolizzante naturale (aiuta a mettere su peso e massa magra in particolare) ed è quindi più specifico per le sue esigenze. Il germe di grano, l’olio, è comunque un integratore naturale utile, fonte di vitamina E ed acidi grassi essenziali (fattore vitaminico F).

Pillola anticoncezionale ed eleuterococco

“Uso la pillola anticoncezionale da tre anni. Ultimamente accuso cali di memoria e di concentrazione e vorrei prendere l’eleuterococco tintura madre in gocce. Volevo sapere: i due composti possono in qualche modo interferire l’un l’altro? Il livello di copertura della pillola che evita la gravidanza può abbassarsi? Quali effetti negativi possono causare insieme, se ne esistono?” R.

Che io sappia non vi sono interazioni particolari fra pillola anticoncezionale ed eleuterococco, non è detto comunque che questi possibili effetti siano mai stati studiati, l’uso ampio comunque che viene fatto sia della pillola che dell’eleuterococco dovrebbe di per sé dare una certa sicurezza. Per ulteriore precauzione eviti di assumerli nello stesso momento della giornata.

A cura di Michele Stellini – Erboristeria dr. Stellini

close

L’intero contenuto di Encanta.it, con particolare riferimento alla rubriche con consigli degli esperti (erboristeria, rimedi naturali, i diritti dei cittadini etc.) deve essere considerato di carattere esclusivamente divulgativo. Le notizie pubblicate hanno solo scopo informativo e divulgativo e in nessun modo sostituiscono o corrispondono al parere specifico di uno specialista, di qualunque genere, che solo ha la possibilità di fornire un parete adeguatamente fondato, in relazione alla persona che si trova di fronte. Le informazioni possono essere modificate o rimosse in qualsiasi momento (ulteriori info nella pagina “Disclaimer”)

close

Attenzione, il sito è in fase di conversione in database. Non tutti gli articoli sono ancora raggiungibili nel sito interattivo. Per accedere alle pagine in formato xhtml del sito precedente ancora non convertite, potete collegarvi a questo link Encanta, old version