Cambiare idee

Cambiare idee

Cambiare idee

L’arte e la scienza della persuasione
Howard Gardner
Traduzione: Ester Dornetti
Collana: Campi del sapere
Pagine: 248 – Prezzo: Euro 23

“Chiunque debba promuovere un cambiamento deve affrontare l’impresa di modificare il modo di pensare – a cominciare dal proprio. Howard Gardner, uno dei più importanti studiosi di psicologia, ha esplorato questo particolare territorio della psiche con formidabile chiarezza, profondità e penetrazione. Non c’è leader che non possa imparare molto da questo libro”.
Daniel Goleman

Il libro
Che cosa occorre per modificare un’opinione politica, una preferenza per un certo prodotto, un’idea di bello o una teoria scientifica? Le possibilità di riuscirci in modo apprezzabile sono piuttosto ridotte. Non sappiamo bene come una certa idea si fissi né come sia possibile modificarla. In questo libro Howard Gardner utilizza la sua teoria delle intelligenze multiple e le sue ricerche sull’apprendimento e sulla creatività per mettere a fuoco gli aspetti di questo affascinante enigma e indicarne gli elementi costitutivi, aiutandoci a capire come modificare il nostro modo di interagire con gli altri nei rapporti di lavoro, nell’ambiente familiare e in ogni altro aspetto della nostra vita. L’idea diffusa che il cambiamento avvenga all’improvviso, in una sorta di repentina illuminazione, è per Gardner totalmente sbagliata. Al contrario, sostiene, le rivoluzioni mentali avvengono per piccoli passi, gradualmente, secondo percorsi identificabili che possono essere attivamente e positivamente influenzati. Esempi di potenti “agenti di cambiamento” sono quelle personalità che hanno segnato, nel bene e nel male, vere e proprie svolte nella politica, nella scienza, nelle arti, negli affari, da Stalin a Margaret Thatcher a Nelson Mandela, da Charles Darwin a Sigmund Freud, ai grandi innovatori dell’arte del Novecento: Picasso, Stravinskij, Schoenberg e molti altri. Ma anche persone meno dotate e famose che hanno saputo imprimere cambiamenti di prospettiva nell’ambiente in cui vivono. Demistificando un fenomeno fondamentale della vita umana, “Cambiare idea” apre nuovi orizzonti e nuove possibilità per migliorare i nostri rapporti con gli altri.

Sobrietà

Sobrietà
Dallo spreco di pochi ai diritti per tutti
Centro nuovo modello di sviluppo
Francesco Gesualdi
Collana: Nuova Serie Feltrinelli
Pagine: 168
Prezzo: Euro 9

Dalla protesta a tutto campo alla proposta di un nuovo stile di vita che ci induca a evitare i tanti sprechi che costellano la nostra quotidianità.

Il libro
Il mondo siede su due bombe: la crisi ambientale e quella sociale. Mentre le risorse si fanno sempre più scarse, alcuni segnali relativi al cambiamento del clima indicano che gli equilibri naturali si stanno alterando in maniera irrimediabile. Nel contempo sappiamo che la maggior parte della popolazione terrestre non riesce a soddisfare neanche i bisogni fondamentali: il cibo, l’acqua potabile, il vestiario, l’alloggio, l’istruzione di base. Ci troviamo di fronte a un dilemma angosciante: più crescita economica per uscire dalla povertà o meno crescita economica per salvare il pianeta? C’è un modo per coniugare equità e sostenibilità. La soluzione sta nel fatto che i popoli ricchi si convertano alla sobrietà, ossia accettino uno stile di vita, personale e collettivo, più parsimonioso, più pulito, più lento, più inserito nei cicli naturali, in modo da lasciare ai poveri le risorse e gli spazi ambientali di cui hanno bisogno. Varie esperienze individuali e di gruppo dimostrano che la sobrietà è non solo possibile ma anche liberatoria. Ma la sobrietà preoccupa per i suoi risvolti sociali. In primo luogo l’occupazione. Se consumiamo di meno, come creeremo nuovi posti di lavoro? Se produciamo di meno, guadagnando quindi di meno, chi fornirà allo stato i soldi necessari a garantire istruzione, sanità, viabilità, trasporti pubblici? In conclusione, è possibile vivere bene con meno? È possibile coniugare sobrietà con piena occupazione e garanzia dei bisogni fondamentali per tutti? È possibile passare dall’economia della crescita all’economia del limite, facendo vivere tutti in maniera sicura? Questo libro dimostra che è possibile purché si mettano in atto quattro rivoluzioni che riguardano stili di vita, produzione e tecnologia, lavoro ed economia pubblica.



close

Attenzione, il sito è in fase di conversione in database. Non tutti gli articoli sono ancora raggiungibili nel sito interattivo. Per accedere alle pagine in formato xhtml del sito precedente ancora non convertite, potete collegarvi a questo link Encanta, old version