L’incredibile connessione intestino-cervello

Hai mai sentito dire che l’intestino è anche chiamato il secondo cervello? Che si tratti di farfalle nello stomaco o che il tuo stomaco si è annodato probabilmente ti sei trovato in una situazione in cui il tuo intestino sta cercando di dirti qualcosa. Da anni gli esperti studiano cosa si cela dietro la connessione intestino-cervello.

È sempre più chiaro che il tratto gastrointestinale e il cervello comunicano tra loro. Il nostro sistema digestivo influisce sul nostro modo di pensare, sentiamo e agiamo. La comunicazione tra lo stomaco e il cervello è addirittura molto intensa e, soprattutto, reciproca. L’intestino riceve istruzioni dal cervello e vi invia segnali a sua volta. Scopri come sono collegati l’intestino, il cervello e la salute.

COME FUNZIONA ESATTAMENTE LA COMUNICAZIONE TRA CERVELLO E INTESTINO?

La comunicazione tra l’intestino e il cervello è molto complessa. Nel nostro tratto digestivo ci sono circa 100 milioni di cellule nervose. Queste cellule nervose inviano segnali tra il cervello e l’intestino attraverso il nervo vago, una sorta di autostrada nervosa. Sorprendentemente, il 90% della comunicazione proviene dall’intestino e solo il 10% dei segnali proviene dal cervello. E ora presta particolare attenzione! Dove pensi che venga prodotto il 90% della serotonina, l’ormone della felicità? Proprio così! Nel nostro intestino. La serotonina assicura che il nostro cervello riceva un segnale di felicità.

L’IMPORTANTE RUOLO DELLA FLORA E DEI BATTERI INTESTINALI

Il microbiota intestinale comunica anche con il cervello. I batteri presenti nell’intestino sono in intenso scambio con la mucosa intestinale. In questo processo, i batteri intestinali formano una serie di sostanze diverse che vengono riconosciute dall’organismo e in questo modo inviano informazioni al cervello attraverso la comunicazione intestino-cervello. Ad esempio, i batteri intestinali influiscono sulla memoria, sulle emozioni e regolano la percezione dello stress.

La connessione intestino-cervello non si interrompe mai nel corso della vita. I processi che avvengono nell’intestino influenzano in modo significativo le nostre emozioni, i nostri pensieri e le nostre prestazioni cognitive. Questo avviene attraverso il rilascio di alcuni neurotrasmettitori che possono influenzare il nostro umore. Quindi, l’intestino può renderci felici o tristi, attivi o svogliati e controllare le nostre emozioni come un secondo cervello.

COME L’INTESTINO, IL CERVELLO E LA SALUTE SONO COLLEGATI TRA LORO

È risaputo che un intestino sano è importante per regolare la digestione e prevenire disturbi come la stitichezza o i dolori digestivi. Ma non è tutto! L’intestino può anche contribuire alla salute mentale inviando messaggeri attraverso l’asse intestino-cervello. Infatti, la salute e il funzionamento della flora intestinale sono importanti per la salute del cervello perché ospita circa il 70% delle nostre cellule immunitarie.

Alcune di queste cellule immunitarie sono necessarie per la comunicazione intestino-cervello. Quindi, se il sistema immunitario si indebolisce, anche le prestazioni cognitive e la memoria possono risentirne. Gli studi stanno analizzando l’effetto degli antibiotici sulla trasmissione di ormoni, neurotrasmettitori e impulsi nervosi tra il cervello e l’intestino. In questo caso, la connessione tra intestino, cervello e salute diventa particolarmente chiara.

La somministrazione di antibiotici, che notoriamente danneggiano la flora intestinale, ha causato un rallentamento della neurogenesi (formazione di cellule nervose nel cervello) e una limitazione delle capacità cognitive nei topi. I ricercatori hanno anche osservato che un certo sottogruppo di globuli bianchi, essenziali per la difesa immunitaria, veniva gravemente impoverito dagli antibiotici nell’intestino. Tuttavia, questo effetto può essere invertito facendo molto esercizio fisico o somministrando probiotici.

Tuttavia, la ricerca sull’influenza che i nostri batteri intestinali hanno sul nostro cervello è ancora agli inizi. Un gran numero di studi mostra un’interazione tra problemi psicologici, come la depressione o l’ansia, e un’errata colonizzazione dell’intestino. Ad esempio, chi soffre di colon irritabile spesso soffre di problemi psicologici o i depressi hanno problemi di digestione.

Tuttavia, l’esatta connessione e le interazioni tra le malattie non sono ancora state chiarite. Studi affascinanti sui topi, tuttavia, suggeriscono il potere del microbioma: I topi che mostravano segni di autismo diventavano più sociali e meno ansiosi quando venivano loro somministrati alcuni batteri. Al contrario, dopo aver impiantato il microbioma di persone depresse, i topi hanno mostrato segni di depressione.

I PROBIOTICI INFLUENZANO LE PRESTAZIONI DEL CERVELLO

Sebbene la ricerca sui topi non possa essere trasferita direttamente all’uomo, anche gli studi condotti su soggetti umani sono promettenti. Ad esempio, diverse volte la psiche dei partecipanti potrebbe essere influenzata positivamente dalla somministrazione di lattobatteri e bifidobatteri, in particolare dei generi Lactobacteria e Bifidobacteria. Ad esempio, il 64% di un gruppo di pazienti affetti da colon irritabile e che soffrivano di disturbi d’ansia o depressione ha riportato un miglioramento dei propri problemi psicologici dopo aver assunto il Bifidobacterium longum per sei settimane.

L’esatta connessione tra il microbioma e la salute mentale non è ancora chiara. Tuttavia, i ricercatori concordano sul fatto che è benefico per noi se nel nostro intestino vivono il maggior numero possibile di batteri “buoni”. Ti consigliamo di integrare il nostro complesso probiotico di alta qualità nella tua routine quotidiana. Contiene 30 diversi ceppi di batteri sani. 120 miliardi di CFU per dose giornaliera rendono Premium Probiolac uno dei complessi batterici più efficaci e diversificati attualmente sul mercato.

COS’ALTRO PUOI FARE PER UNA SANA CONNESSIONE INTESTINO-CERVELLO?

• Esercizio quotidiano

• Riduzione dello stress

• Una dieta sana e varia

• Bere acqua a sufficienza ogni giorno

• Mastica lentamente e con attenzione

INTESTINO SOPRA LA TESTA

L’intestino e la flora intestinale svolgono un ruolo fondamentale per la nostra salute e il nostro benessere. Ma non solo! L’organo centrale della salute, l’intestino, è in costante contatto con il cervello attraverso l’asse intestino-cervello. Il 90% delle informazioni viene inviato dall’intestino al cervello e solo il 10% dal cervello all’intestino. Presta attenzione a una flora intestinale sana e sostieni il tuo intestino con probiotici, riduzione dello stress e uno stile di vita sano, perché l’intestino ha una grande influenza sulle emozioni e sulle capacità cognitive.

Fonte: aavalabs.com

Scroll to Top