Immagine Università

Lifelong learning: un master in Formazione permanente

Il Corso
Proposto nell'anno accademico 1996-97 da Sofia Corradi - che ne é stata nominata Direttore - il Corso di perfezionamento in "Teoria e Prassi dell'Educazione degli adulti" é costruito come un corso a distanza che comprende una componente "in presenza" piuttosto consistente (un intero pomeriggio una volta al mese). Secondo il metodo LECTIO, sperimentato sin dagli anni Ottanta, viene praticata una didattica che i corsisti efficacemente chiamano "a semidistanza", che essenzialmente consiste nel sistematico prestito di audiocassette e videocassette, integrato da materiali di lettura e da incontri che si svolgono a Roma, di sabato pomeriggio per consentire la partecipazione di chi abbia impegni di lavoro e/o risieda in altre città. Sono ammessi al Corso (che ha la durata di dodici mesi) i laureati in qualsiasi materia. Le iscrizioni sono a numero programmato: 120 partecipanti. In sintonia con gli orientamenti delle politiche comunitarie ed in considerazione della necessità di provvedere in anticipo alla preparazione delle professionalità - organizzative e didattiche - richieste dal ruolo portante che il sistema scolastico nazionale viene chiamato a svolgere nel campo dell'educazione in età adulta, si é fatta la scelta di non procedere alla valutazione dei candidati e si sono invece adottati dei criteri funzionali obbiettivi operanti in sequenza, per categorie prioritarie, che possono venire così sintetizzate: Presidi e Direttori Didattici, Vice-presidi e figure analoghe, Dipendenti di Comuni, Province o Regioni, Insegnanti di ruolo, Supplenti, semplici Laureati. All'interno di ciascuna categoria, prevale l'anzianità anagrafica. Essendo il Corso destinato a persone che già possiedono una Laurea, anche per evitare di duplicare il livello universitario, si é scelto di privilegiare (rispetto alla trasmissione di contenuti, che ciascuno può attingere dai testi che vengono suggeriti) piuttosto la problematizzazione ed il contatto diretto dei corsisti con i massimi studiosi e con coloro che sono i protagonisti in relazione ai multiformi e variegati problemi dell'educazione degli adulti, intesa nel senso ampio di lifelong learning, sia come crescita personale sia come strumento di lotta contro il fenomeno della disoccupazione. Nella costruzione del curriculum sono stati privilegiati la dimensione europea ed internazionale, un approccio interdisciplinare e di integrazione fra la cultura umanistica e quella scientifico-tecnologica, la sinergia tra il mondo dell'istruzione e il mondo della produzione, l'apertura al territorio ed agli apprendimenti autonomi in ambienti extrascolastici. Ciascuna lezione, con il dibattito che segue, viene filmata e messa quindi a disposizione su videocassetta. È previsto il tutoring (per appuntamento) e viene incoraggiata la partecipazione ad eventi di particolare interesse scientifico, culturale o sociale, quali i Convegni dell'Accademia dei Lincei, del CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche), dell'Unione Europea, del CNEL (Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro) o della FAO. Viene promossa la costituzione di gruppi di studio decentrati. Dalle esperienze maturate, ci si propone, non appena le attrezzature scientifiche e le strutture in concreto disponibili lo consentiranno, di attivare videoconferenze con altre sedi in Italia e all'estero. Ampio spazio viene dato allo studio autonomo, all'iniziativa individuale, al peer support ed al peer tutoring. In termini europei si può sinteticamente dire che probabilmente il Corso rientra, sotto vari aspetti, nella tipologia dello istitutional accredited development. Dal monitoraggio risulta che la collocazione degli incontri mensili al sabato pomeriggio viene ritenuta essenziale dalla quasi totalità dei corsisti e, pertanto, non vi si potrà rinunciare nonostante comporti difficoltà organizzative per l'uso dei locali dell'Università. Determinante viene ritenuto il ruolo svolto dagli studenti anziani "senior". In relazione alle audiocassette (rispetto alle videocassette) viene apprezzata la possibilità di utilizzarle nei ritagli di tempo e ovunque: sopratutto, ascoltandole nel walkman durante i viaggi sui mezzi pubblici. Nel complesso il Corso viene valutato come piuttosto impegnativo. Il contesto generale in cui il Corso si colloca può venire individuato facendo rinvio ad alcuni documenti comunitari ed internazionali quali il "Libro bianco" di Jacques Delors del 1993 (Crescita, competitività, occupazione: le sfide e le vie da percorrere per entrare nel XXI secolo), i documenti conclusivi delle Conferenze sull'Educazione degli Adulti - promosse dalla Presidenza della Commissione dell'Unione Europea - svoltesi ad Atene (giugno 1994), a Dresda (novembre 1994), a Madrid (novembre 1995) e a Firenze (maggio 1996), Il "Libro bianco" di del 1995 (Libro bianco su istruzione e formazione. Insegnare e apprendere. Verso la società conoscitiva), i numerosi studi e contributi emersi nel 1996 nell'ambito dell'Anno Europeo dell'apprendimento durante tutto il corso della vita, nonché (in una dimensione mondiale) il Rapporto preparato nel 1996, per l'UNESCO, dalla "Commissione Internazionale sull'Educazione per il XXI secolo" presieduta da Jacques Delors (Nell'educazione un tesoro) e i documenti conclusivi della Conferenza Internazionale sull'Educazione degli Adulti, svoltasi su iniziativa dell'UNESCO ad Amburgo (luglio 1997). Sul versante italiano, sono del 1996 il Patto per il Lavoro ed alcune innovative Circolari del Ministero della Pubblica Istruzione attinenti l'educazione in età adulta. È del luglio 1997 la nota Circolare n. 455 del medesimo Ministero. Tutti i ricordati documenti concordano sostanzialmente almeno su alcuni punti che chiamano in causa tutti coloro che, a vario titolo, possono recare contributi nel campo dell'educazione permanente in senso lato: il fenomeno della disoccupazione é un fenomeno complesso (in senso etimologico, da complexus), che ha cause molteplici e richiede misure di lotta molteplici e sinergiche. Una delle misure, che viene concordemente ritenuta essenziale, é l'educazione permanente ma, si badi, non come educazione solo funzionale a specifiche professioni, bensì anche - ed inscindibilmente - come crescita ed autonomizzazione della persona. Quello che si é brevemente tratteggiato é il contesto mondiale, europeo e nazionale in cui si colloca il Corso di Perfezionamento attivato nell'Università "Roma Tre".

ANNO ACCADEMICO 2000/2001

Corso di perfezionamento (a distanza) in "Teoria e Prassi della Educazione degli Adulti"
Ammissione
Sono ammessi i Laureati in qualsiasi materia (nel limite dei cento posti disponibili). Probabilmente verranno ammessi anche i possessori di Diploma Universitario Triennale (ad esempio, ISEF). Il Corso ha la durata di dodici mesi. Viene praticata una didattica che essenzialmente consiste nel sistematico prestito di audiocassette e videocassette, integrato da materiale di lettura e da incontri che si svolgono a Roma, una sola volta al mese (di sabato pomeriggio per consentire la partecipazione di chi abbia impegni di lavoro e/o risieda in città diverse da Roma). La quota di partecipazione sarà, probabilmente, di Lit. 700.000. Verrà rilasciato un attestato. Il corso è attivato ogni anno (dal 1996-97) direttamente dall'Università Statale "Roma Tre".
Obiettivi
Il Corso è attivato al fine di promuovere nei partecipanti quelle competenze culturali, pedagogiche, didattiche e manageriali necessarie a coloro (Presidi, insegnanti, formatori aziendali, managers di istituzioni educative pubbliche o private) che si troveranno ad operare nell'ambito delle responsabilità del sistema formativo nel campo dell'educazione degli adulti, anche in relazione alla lotta contro la disoccupazione.
Iscrizioni
Sono aperte dal 1° settembre 2000. Mentre in passato in base alle pre-iscrizioni, venivano stilate delle graduatorie, quest'anno chi per primo provvede al versamento della quota e spedisce la domanda, viene accettato; chi lo fa dopo, rischia di rimanere escluso. L'art. 3 del Bando dispone infatti: "Criterio di selezione: le domande saranno accettate, entro il limite di posti previsto da ciascun corso, nell'ordine temporale di invio". A chi arrivi troppo tardi "l'importo del relativo versamento sarà prontamente rimborsato". Chi desiderasse partecipare al Corso è pregato (nel suo interesse) di provvedere al più presto (e in ogni caso entro il 10 dicembre 2000) ad effettuare il versamento in banca (L. 700.000 più L. 20.000) e ad inviare la domanda di iscrizione in carta semplice, per mezzo di Raccomandata semplice (cioè senza A.R.), indirizzata al Magnifico Rettore dell'Università degli Studi "Roma Tre", Segreteria dei Corsi di Perfezionamento, Via Ostiense,175 Roma 00154. Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:
a. certificato di Laurea in carta semplice o fotocopia o autocertificazione del titolo in carta libera;
b. fotocopia fronte-retro di un valido documento di riconoscimento;
c. modulo di immatricolazione (Mod. imm-ope-tre), compilato in ogni sua parte, unitamente alla ricevuta dell'avvenuto pagamento della tassa di iscrizione (che dovrà essere effettuato - esclusivamente - presso una qualsiasi Agenzia della "Banca di Roma", in qualsiasi città).
Ciascuno può quindi perfezionare la pratica senza muoversi dalla propria località di residenza. Il Codice di Identificazione (Cod. Id.) di questo Corso è 94021 (e va indicato sul modulo). Per fare il versamento in banca occorre utilizzare (necessariamente) il modulo di immatricolazione di cui sopra, che si può richiedere ai telefoni e fax indicati in questo foglio (e verrà inviato per posta). Il modulo NON deve essere trattenuto dalla banca. Il Corso avrà inizio nel prossimo gennaio 2001 e ciascuno è pregato di telefonare per sapere la data.
Borse di studio
Sono totalmente dispensati dalla quota di partecipazione un "portatore di grave handicap fisico (disabilità del 50%)" per ogni dieci iscritti paganti.
Crediti Musis
Considerato che il Corso ha una forte connotazione di integrazione tra la cultura umanistica e quella scientifico-tecnologica, il lavoro culturale svolto in relazione alle Settimane della Cultura Scientifica può venire valutato come qualificata esperienza sul territorio e costituire quindi "credito accademico", cioè uno dei tasselli formativi che compongono il Corso stesso. Analogamente per il lavoro svolto in relazione ad iniziative transnazionali.
PER ULTERIORI INFORMAZIONI: inviare una semplice lettera alla prof. Sofia Corradi Direttore del Corso, all'indirizzo di Via Castro Pretorio, 20 - Roma 00185, oppure inviare un fax a uno dei seguenti numeri 06-678.64.80 oppure 06-44.61.338 oppure 06-679.75.27 oppure telefonare (tra le 19.00 e le 21.00 o lasciare un messaggio) allo 06-678.66.90.
Link: www.lifelong.it
Posta elettronica: s.corradi@lifelong.it - s.corradi@educ.uniroma3.it


Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535