Abitudini e stili di vita: i rischi del cuore

Abitudini e stili di vita: i rischi del cuore

L’Istituto Superiore di Sanità ha aggiornato la Carta del rischio cardiovascolare. Valutati i fattori di rischio negli ultimi 10 anni: negli uomini aumentano obesità e sindrome metabolica, si riduce l’abitudine al fumo. Rischio raddoppiato quando il livello socio-economico è più basso. I dati presentati in una conferenza. L’aggiornamento della carta del rischio è stato reso possibile grazie all’inclusione nel data-base del Progetto CUORE della coorte dell’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare arruolata nel 1998; ciò ha permesso di raggiungere la numerosità di 10233 uomini e 15895 donne di età compresa fra 35 e 74 anni, sui quali sono stati raccolti e validati 932 eventi coronarici (233 fatali) e 471 cerebrovascolari (152 fatali) occorsi […]

MetS, l’epidemia silenziosa della sindrome metabolica

MetS, l’epidemia silenziosa della sindrome metabolica

Glicemia alta, valori moderati di ipertensione, bassi valori di colesterolo HDL, trigliceridi elevati e obesità triplicano il rischio di morte per cause cardiovascolari nella popolazione maschile anziana. A rilevarlo uno studio del Consiglio nazionale delle ricerche, presentato a Roma. Gli esperti la considerano la nuova epidemia di questo secolo, un’epidemia silenziosa dei paesi del benessere di cui ancora pochi sembrano esserne consapevoli, ma la sindrome metabolica (MetS) è una malattia comune, sottovalutata tra gli anziani di entrambi i sessi e grave, in quanto potenziale causa di morte per ictus e infarto. La conferma viene dallo studio italiano Ilsa (Italian Longitudinal Study on Aging) del Consiglio nazionale delle ricerche, condotto su […]