Latte d’asina per i neonati prematuri

Latte d’asina per i neonati prematuri

Il latte d’asina è un fortificatore ideale per la nutrizione dei bimbi pretermine in terapia intensiva: riduce sensibilmente i casi di intolleranza. È quanto emerge da uno studio condotto dall’Ospedale S. Anna di Torino e dal Cnr-Ispa di Torino, pubblicato sulla rivista Journal of Pediatric Gastroenterology and Nutrition Il latte umano è il nostro primo alimento, anche per i prematuri che in Italia sono più del 6% di tutti i nati: oltre 30.000 l’anno, di cui 5.000 sotto i 1.500 grammi di peso. Tuttavia, dati i particolari fabbisogni nutrizionali, questo alimento deve essere fortificato con nutrienti, soprattutto proteine da latte vaccino, spesso mal tollerati dal fragile intestino dei bimbi nati […]

Giusta terapia al giusto paziente

Giusta terapia al giusto paziente

Generare, grazie a una bio-stampa 3D, organi-modello per la sperimentazione in batteria di terapie “personalizzate”, in sostituzione dei test farmacologici sugli animali. È il primo step di uno studio condotto da Ibcn-Cnr, Campus Biomedico di Roma e Fondazione Giovanni Paolo II di Campobasso, pubblicato su Scientific Report Sono organi-modello specifici del paziente, in vitro, realizzati con bio-stampa tridimensionale (3D Bio-printing), in grado di sperimentare terapie innovative e su misura, senza ricorrere a test farmacologici sugli animali o a indagini invasive su pazienti affetti da mutazioni genetiche. A metterli a punto un team di ricercatori dell’Istituto di biologia cellulare e neurobiologia del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ibcn), Campus biomedico di Roma […]

Infezioni, a volte ritornano

Infezioni, a volte ritornano

Sembravano sconfitte o perlomeno rese innocue dagli avanzamenti della medicina e invece in questi ultimi anni si è registrata nel Vecchio Continente una nuova diffusione di note malattie infettive con esiti a volte letali, come riportato dalla cronaca. Quello del morbillo è il caso più noto, con 22.373 casi e 35 morti nel 2017 in Europa, secondo i dati dell’Oms, ma già nei primi sei mesi del 2018 sono stati segnalati 41 mila casi e 37 decessi. I ricercatori mettono in guardia anche nei confronti di rosolia e parotite. “Spesso vengono chiamate malattie virali ‘infantili’, in realtà possono colpire chiunque a qualunque età. Sono dovute ad agenti microbici virali e […]

Il cuore, killer silenzioso

Il cuore, killer silenzioso

Le malattie dell’apparato circolatorio sono la principale causa di morte in tutto il mondo occidentale. I dati Istat indicano che le patologie cardiovascolari provocano circa il 44% di tutte le morti, con un tasso medio di 148 decessi per 100.000 abitanti l’anno. In particolare, la cardiopatia ischemica è la prima causa di morte in Italia (28%), gli accidenti cerebrovascolari sono invece al terzo posto (13%), dopo i tumori. Scarsa attività fisica, una dieta poco equilibrata e ricca di grassi, fumo e alcol sono tra le principali ragioni dell’insorgere di queste patologie, come spiega Roberto Volpe, medico del Servizio di prevenzione e protezione (Spp) del Cnr: “Possiamo distinguere tra cause modificabili […]

Quella innata capacità di prevedere è anche tua

Quella innata capacità di prevedere è anche tua

È capitato a tutti di avere presentimenti che inducono a scegliere una direzione piuttosto che un’altra o a prendere una particolare decisione. Attribuiamo queste scelte al cosiddetto ‘sesto senso’, una sorta di istinto che ci spinge a scelte, che vanno oltre il ragionamento. Ma il sesto senso esiste davvero? “Gli organi di senso con i quali vengono raccolte le informazioni dall’ambiente sono solo cinque. A questi va aggiunto l’intuito, quando, anche senza rendercene conto, percepiamo dati dall’ambiente e li analizziamo attingendo alle nostre esperienze passate e sulla base di queste facciamo previsioni”, spiega Marzia Baldereschi dell’Istituto di neuroscienze (In) del Cnr. “Una persona intuitiva sa dunque sfruttare bene e rapidamente […]

Quando l’insidia si nasconde in cucina

Quando l’insidia si nasconde in cucina

Nel 943 nella città di Limoges in Francia morirono, secondo le cronache di Hugo Farsitus, circa 40.000 persone: ‘Uomini cadevano sulla strada urlando e contorcendosi, altri ancora davano segni di pazzia… sembravano divorati da un fuoco invisibile’. Il racconto non è esagerato e descrive i sintomi dell’ergotismo, una forma di intossicazione generata dall’ingestione di farine ottenute da cereali contaminati dalla ‘segale cornuta’, una malattia provocata da un fungo ascomicete. Ancora oggi si può morire banalmente per ingestione di alimenti non idonei, consumati nell’ignoranza delle indispensabili norme sull’igiene e la sicurezza alimentare. Nonostante i più frequenti problemi di tossicosi alimentare siano oggi associati alle contaminazioni da microorganismi, ci sono ancora alimenti […]