Dire addio alla nicotina

Dire addio alla nicotina

Sarà presto possibile grazie agli studi dei ricercatori dell’Istituto di neuroscienze del Cnr di Milano, che hanno identificato il meccanismo che regola recettori nicotinici neuronali. Ormai è ben noto: la zona del cervello attivata dalla nicotina è la stessa coinvolta anche nei processi che controllano la memoria, l’apprendimento e il senso di soddisfazione. Lì si trovano i recettori nicotinici, molecole chiave che mediano la trasmissione tra un neurone e l’altro attraverso l’acetilcolina, attivati dalla nicotina presente nel fumo di sigaretta. “Abbiamo scoperto”, spiega Francesco Clementi, responsabile della sezione di Milano dell’Istituto di neuroscienze (In) del Cnr, “che alcune parti del cervello, soprattutto quelle connesse con i processi di memoria, di […]

La nicotina espande la memoria

La nicotina espande la memoria

Questa sostanza aumenta la capacità della ‘working memory’, limitando però alcuni processi della scelta del movimento nel cervello umano. A dirlo uno studio dell’Ibfm-Cnr e dell’Università di Milano-Bicocca che suggerisce l’utilizzo della nicotina nel contrastare i disturbi mnestici e le discinesie motorie del morbo di Parkinson. La nicotina è in grado di espandere le capacità della cosiddetta ‘memoria di lavoro’ o working memory, limitando però alcuni processi legati alla scelta e all’avvio del movimento nel cervello umano. È quanto emerge da uno studio realizzato dall’Istituto di bioimmagini e fisiologia molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Ibfm-Cnr) di Milano-Segrate in collaborazione con Alice Mado Proverbio, docente di Psicobiologia dell’Università di Milano-Bicocca. […]