Coralli negli abissi del Mediterraneo

Coralli negli abissi del Mediterraneo

Missioni oceanografiche dell’Ismar-Cnr scoprono corallo bianco e rosso e una specie ignota di ostrica gigante nelle profondità del Canale di Sicilia. Rigogliosi coralli e ostriche giganti nelle buie acque del Mediterraneo. A 500-650 metri di profondità, in varie parti del Canale di Sicilia (Linosa, Malta e banchi sommersi), è stato visto il corallo bianco (Lophelia pertusa, Madrepora oculata, Desmophyllum dianthus ecc.), nero (antipatari), giallo (Dendrophyllia) e rosso (Corallium rubrum). La sensazionale scoperta è stata possibile grazie al ‘Rov (Remote Operating Vehicle) QUEST’, un veicolo sottomarino, teleguidato dal gruppo di ricerca ‘Marum’ dell’Università di Brema, equipaggiato di videocamere ad altissima risoluzione, di cui è dotata la nave oceanografica tedesca ‘Meteor’, in […]

Plancton, bollicine e spray marino potrebbero regolare il clima

Plancton, bollicine e spray marino potrebbero regolare il clima

A sostenere questa ipotesi sono i ricercatori dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del clima del Cnr (Isac-Cnr) di Bologna, dell’Università di Galway e del Centro Comune di Ricerca di Ispra della Commissione Europea, in uno studio pubblicato sulla rivista “Nature”. Una sorgente naturale di particelle di aerosol prodotta dagli oceani potrebbe contribuire, attraverso la formazione di foschie e nubi stratiformi, a ridurre il riscaldamento globale provocato dai gas serra. Un team di ricercatori coordinati da Maria Cristina Facchini dell’Isac-Cnr di Bologna e da Colin O’Dowd dell’Università Irlandese di Galway ha scoperto un nuovo meccanismo di regolazione naturale del clima legato al ciclo stagionale del fitoplancton marino. Secondo la ricerca pubblicata […]

Con la plastica biodegradabile anche le serre diventano ecologiche

I ricercatori del CNR di Pozzuoli (NA) stanno mettendo a punto materiali plastici biodegradabili da impiegare per la pacciamatura dei terreni o la costruzione dei tunnel: una tecnica destinata a risolvere un problema che solo in Italia interessa 100.000 ettari di aree coltivate. Il mondo dell’agricoltura potrebbe subire una vera e propria rivoluzione ecologica: i laboratori dell’Istituto di Chimica e Tecnologia dei Polimeri del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pozzuoli (Napoli) stanno infatti mettendo a punto una plastica biodegradabile, ideale per pacciamare i terreni agricoli. Un’invenzione in grado di risolvere un problema terribilmente serio, dal momento che in Italia le sostanze plastiche utilizzate per la pacciamatura dei suoli – soprattutto […]

La grande Comunità Europea… delle formiche argentine

Forse i nostri partiti politici, in perenne lite tra di loro, avrebbero molto da imparare in termini di pacifica convivenza dalle invadenti formiche argentine (il nome deriva dalla loro terra di provenienza). Alcuni ricercatori hanno scoperto la presenza di una enorme supercolonia di queste particolari formiche che si estende per oltre 6000 chilometri nell’Europa meridionale. E quello che più stupisce è che tutti gli appartenenti alla supercolonia, pur vivendo in formicai distinti, sembrano avere un rapporto di convivenza pacifica tra di loro: il risultato è che ci troviamo di fronte alla più grande unità cooperativa biologica mai scoperta. Per contrasto, proprio in Argentina queste formiche hanno un comportamento molto diverso: […]

La tela di ragno artificiale apre la strada verso il futuro

Più resistente del Kevlar, più forte dell’acciaio, il filo della tela del ragno era da tempo al centro dell’interesse di ingegneri e scienziati per le sue potenziali applicazioni in campo medico e scientifico. Non giunge dunque inaspettata la notizia che un’azienda biotech canadese ha sviluppato un metodo per produrre fili di ragnatela artificiali inserendo i geni del ragno all’interno del genoma di mammiferi. Il tipo di seta creata artificialmente è stata denominata dragline. Forse non tutti sanno che i ragni producono sette tipi di tela diversi, ognuna delle quali si adatta a particolari scopi. Gli scienziati sono interessati soprattutto a riprodurre la cosiddetta tela dragline, quella utilizzata per costruire il […]

Scoperta la più piccola lucertola del mondo

Vive nei Caraibi, nella piccola e remota isola di Beata, geograficamente posta di fronte alle coste della Repubblica Dominicana. Il suo nome scientifico è Sphaerodactylus ariasae, ma verrà comunemente chiamata Jaragua. È stata scoperta da due biologi evoluzionisti della Pennsylvania State University, si tratta della più piccola lucertola esistente, in quanto misura meno di due centimetri, coda compresa. L’incredibile esserino si colloca tra l’altro in assoluto ai primissimi posti in fatto di misure ridotte tra le oltre 23000 specie conosciute di uccelli, mammiferi e rettili messi insieme. Il Jaragua è simile ad un geco, con la testa appuntita. La sua coda, delicatissima, si spezza facilmente, in caso di attacco da […]