Fitoterapia tradizionale: le Erbe “angeliche”

Fitoterapia tradizionale: le Erbe “angeliche”

L’Angelica archangelica, originaria della Lapponia, deve il suo nome alla leggenda, secondo la quale fu donata dall’Arcangelo Raffaele agli uomini come rimedio contro la peste; di tale proprietà tuttavia non c’è che la testimonianza di Paracelso (1490-1541) che attribuisce alla sua assunzione, la guarigione di alcuni malati durante l’epidemia del 1510. Meno ambiziose ma meritevoli di nota sono invece le segnalazioni aneddotiche delle sue proprietà, da parte del noto naturalista Francois-Vincet Raspail (1794-1878), che attribuiva casi di eccezionale longevità ad una dieta ricca di radici di questa pianta. Le qualità terapeutiche attese dalla sua trascendenza tuttavia, non hanno trovato riscontro nella pratica che ne ha sempre confinato l’uso, come tintura […]

Alla scoperta delle erbe “angeliche”

Alla scoperta delle erbe “angeliche”

L’Angelica archangelica, originaria della Lapponia, deve il suo nome alla leggenda, secondo la quale fu donata dall’Arcangelo Raffaele agli uomini come rimedio contro la peste; di tale proprietà tuttavia non c’è che la testimonianza di Paracelso (1490-1541) che attribuisce alla sua assunzione, la guarigione di alcuni malati durante l’epidemia del 1510. Meno ambiziose ma meritevoli di nota sono invece le segnalazioni aneddotiche delle sue proprietà, da parte del noto naturalista Francois-Vincet Raspail (1794-1878), che attribuiva casi di eccezionale longevità ad una dieta ricca di radici di questa pianta. Le qualità terapeutiche attese dalla sua trascendenza tuttavia, non hanno trovato riscontro nella pratica che ne ha sempre confinato l’uso, come tintura […]