Nell’alimentazione e nei geni la buona vecchiaia

Nell’alimentazione e nei geni la buona vecchiaia

Ricercatore dell’Istituto Superiore di Sanità su Science svela come la corretta alimentazione e i geni rallentano l’invecchiamento. Garaci: “Nuovo successo della nostra collaborazione con gli Stati Uniti, il nostro obiettivo è fare invecchiare in salute gli italiani”. Fontana: “Confermati anche sull’uomo gli effetti della restrizione calorica”. Dagli organismi unicellulari all’uomo, tutti gli esseri viventi vivono più a lungo grazie alla riduzione dell’apporto calorico. Lo spiega l’ultimo numero di Science in uscita domani con un lungo articolo che passa in rassegna i meccanismi metabolici e molecolari che rallentano l’invecchiamento e promuovono salute negli animali da esperimento e nell’uomo sottoposti ad un regime di restrizione calorica o ad altri interventi genetici e […]

Medicine non Convenzionali, istruzioni per l’uso

Medicine non Convenzionali, istruzioni per l’uso

E’ partita da alcuni giorni la campagna di informazione al cittadino sulla sicurezza dei prodotti della medicina naturale promossa dal Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute dell’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con la Società Italiana di Farmacologia e il Centro di Medicina Naturale della Asl 11 di Empoli. Circa 140.000 locandine sono state inviate ad altrettanti medici di Medicina Generale, pediatri e farmacisti italiani (allegate alle riviste dei MMG, della Federazione dei Farmacisti e dei Pediatri) per essere esposte in ospedali, ambulatori, studi medici e farmacie. Scopo dell’iniziativa, condivisa da numerose società di medicina non convenzionale, è creare consapevolezza in merito ai possibili rischi associati all’utilizzo […]

Alcol in gravidanza: seri danni, ma non con il vino rosso

Alcol in gravidanza: seri danni, ma non con il vino rosso

Lo rivela una ricerca condotta dall’Inmm-Cnr di Roma, in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità e il Centro alcologico della Regione Lazio, che ha studiato gli effetti tossici sul feto indotti dal consumo di etanolo. Il consumo di alcol in gravidanza è una delle cause maggiori di ritardo mentale dei bambini nei Paesi occidentali. Attraversando la placenta, infatti, l’etanolo presente nell’alcol può compromettere la crescita e il peso del feto, provocando danni permanenti al sistema nervoso centrale, con sottosviluppo e malformazione delle cellule e della struttura del cervello e conseguenze a livello funzionale e cognitivo: scarsa memoria, deficit di attenzione e comportamenti impulsivi. Ma c’è un importante distinguo: il vino […]

Annegamenti: cosa fare per ridurre i rischi

Annegamenti: cosa fare per ridurre i rischi

Sono circa mille ogni anno in Italia i casi di incidenti in acqua che danno luogo a decessi e ricoveri, e di questi ultimi circa la metà sono mortali. Le cifre emergono da uno studio del reparto Ambiente e Traumi dell’Istituto Superiore di Sanità effettuato sulla base della consultazione delle schede di morte e delle schede di dimissione ospedaliera nel periodo compreso tra il 1969 e il 2002, periodo in cui sono decedute in seguito ad annegamento 25.850 persone, quattro su cinque di sesso maschile. Nel tempo questo fenomeno ha presentato una evidentissima flessione, con una riduzione del 64%. In termini di tassi, prendendo in considerazione le classi di età, […]

Vaccino anti-Aids sempre più vicino

Vaccino anti-Aids sempre più vicino

Parte l’ISS T-002, protocollo di sperimentazione di fase II del candidato vaccino contro l’infezione da HIV-AIDS, basato sulla proteina Tat di HIV-1 biologicamente attiva, ideato e sviluppato dal Centro Nazionale AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità. Il Centro Nazionale AIDS dell’Istituto Superiore di Sanità avvia la seconda fase del programma di sperimentazione clinica del vaccino con la partecipazione di 10 centri clinici sull’intero territorio nazionale. Attraverso la rete di eccellenza dei centri coinvolti nello studio la sperimentazione del vaccino sarà resa accessibile alle persone con infezione da HIV. In tutti i centri coinvolti, un’equipe multidisciplinare seguirà il volontario per l’intera durata dello studio. Lo studio sarà sostenuto da tre comitati indipendenti […]

Giovani a rischio: sempre più alcool il sabato sera

Giovani a rischio: sempre più alcool il sabato sera

Ecco la fotografia scattata dall’ISS in occasione dell’Alcool Prevention Day ISS 2008. In una serata beve in media 4 bicchieri di cui 1,5 di breezer o aperitivo alcolico, 1,5 di birra e 1 di superalcolico; è questo l’identikit del ragazzo medio italiano tracciato dal Progetto “Il Pilota” realizzato nelle discoteche dall’Osservatorio Nazionale Alcol dell’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con la Società Italiana di Alcologia. E le cose non vanno meglio per le ragazze che consumano 3 bicchieri in media, appena uno in meno dei coetanei, di cui 1,2 di breezer o aperitivo alcolico, 1,1 di birra e 0,7 di superalcolico. Nel corso dell’Alcohol Prevention Day 2008 sono stati presentati […]

Un Centro per le malattie rare

Un Centro per le malattie rare

Nasce all’Istituto Superiore di Sanità il Centro Nazionale Malattie Rare. istituito il Telefono Verde per i malati: un servizio per milioni di pazienti, per i loro famigliari, per i medici e gli operatori sanitari. In funzione, dal 10 marzo 2008, dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 a copertura nazionale. Il Presidente dell’ISS, Enrico Garaci, annuncia la nascita del Centro Nazionale Malattie Rare (CNMR). Da oggi il CNMR “è una struttura autonoma all’interno dell’Istituto – spiega Garaci – Si tratta del riconoscimento di oltre 10 anni di attività svolta in questo campo, sia nell’ambito della ricerca che in quello del servizio, nello spirito e nella missione di questo Istituto”. […]

Abitudini e stili di vita: i rischi del cuore

Abitudini e stili di vita: i rischi del cuore

L’Istituto Superiore di Sanità ha aggiornato la Carta del rischio cardiovascolare. Valutati i fattori di rischio negli ultimi 10 anni: negli uomini aumentano obesità e sindrome metabolica, si riduce l’abitudine al fumo. Rischio raddoppiato quando il livello socio-economico è più basso. I dati presentati in una conferenza. L’aggiornamento della carta del rischio è stato reso possibile grazie all’inclusione nel data-base del Progetto CUORE della coorte dell’Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare arruolata nel 1998; ciò ha permesso di raggiungere la numerosità di 10233 uomini e 15895 donne di età compresa fra 35 e 74 anni, sui quali sono stati raccolti e validati 932 eventi coronarici (233 fatali) e 471 cerebrovascolari (152 fatali) occorsi […]

Dolore cronico: in arrivo nuove cure

Dolore cronico: in arrivo nuove cure

Una nuova molecola, allo studio presso il Dip. del Farmaco dell’ISS, promette di essere un valido punto di partenza per la messa a punto di farmaci in grado di porre fine alle sofferenze di quei pazienti, ancora troppi, che soffrono di dolore cronico e in cui l’attuale terapia del dolore si dimostra inefficace. A tal fine sta lavorando un gruppo di ricercatori del Dipartimento del Farmaco dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), alle prese con una molecola mostratasi efficace nel prevenire la risposta delle terminazioni nervose deputate a riconoscere le sensazioni di dolore. “La nostra ricerca – spiegano Stefano Pieretti e Amalia Di Giannuario, ricercatori del Dipartimento del Farmaco dell’ISS – […]

Restrizione calorica e salute

Restrizione calorica e salute

Invecchiamento, obesità e dieta ipocalorica: lo stato dell’arte in un articolo sul Jama. La restrizione calorica è senza dubbio fonte di cambiamenti funzionali, metabolici e ormonali benefici per la nostra salute, tali da ridurre significativamente i fattori di rischio per lo sviluppo del diabete, delle patologie cardiovascolari e di alcuni tipi di cancro. Lo hanno dimostrato numerosi studi epidemiologici e clinici che, tuttavia, non hanno ancora evidenziato quale debba essere il preciso introito calorico giornaliero o la massa grassa corporea associati alla salute e alla longevità. E’ inoltre possibile che persino una moderata restrizione calorica possa essere pericolosa per determinati pazienti quali le persone estremamente magre e prive di una […]