Il maremoto si può prevedere

Il maremoto si può prevedere

L’enorme numero di vittime avrebbe potuto essere evitato con una miglior organizzazione, secondo un ricercatore dell’Ismar-Cnr, che spiega come e perché il fenomeno sia così devastante Come può lo spostamento di una zolla continentale, generalmente dell’ordine di 10 cm. o poco più, provocare un innalzamento o abbassamento della superficie marina esteso per decine o centinaia di chilometri, che si propaga a velocità di centinaia di km. orari e che a riva provoca un muro d’acqua alto decine di metri? E le conseguenze di questi fenomeni sono prevedibili? “I terremoti sono dovuti a improvvisi e rapidi spostamenti di zolle adiacenti che al massimo, e raramente, giungono a un metro o poco […]