Attenzione, l’inquinamento è in agguato

Attenzione, l’inquinamento è in agguato

Benché negli ultimi 30 anni in molte città europee si sia raggiunto un notevole miglioramento nella qualità dell’aria, il problema non è stato risolto: al diminuire dei livelli di inquinanti tradizionali quali biossido di zolfo (SO2), è andato crescendo il volume di traffico autoveicolare e il livello di nuovi inquinanti. “Tra il 1990 e il 2002, il trasporto privato in Europa è aumentato del 17% determinando una crescita nelle emissioni di inquinanti”, spiega Giuseppe Sarno, dell’Istituto di fisiologia clinica (Ifc) del Consiglio nazionale delle ricerche di Pisa. “E, malgrado siano previste specifiche strategie di abbattimento o contenimento di emissioni, si attende comunque un incremento dei trasporti per passeggeri e merci” […]

Arteriosclerosi e infarti con l’inquinamento

Arteriosclerosi e infarti con l’inquinamento

Le polveri sottili favoriscono l’insorgere di arteriosclerosi e tumori e l’aumento della mortalità. Eppure l’Ue potrebbe alzare i limiti oltre la soglia indicata dall’Oms. Di queste e altre problematiche relative a cambiamenti climatici e composizione dell’atmosfera si parlerà in un convegno a Urbino, dal 23 al 27 luglio 2007. L’esposizione prolungata all’inquinamento può accelerare l’insorgere dell’arteriosclerosi e dell’infarto. Questo è uno dei risultati che saranno esposti al secondo simposio internazionale Accent “I cambiamenti climatici e la variazione della composizione dell’atmosfera”, organizzato dal Consiglio nazionale delle ricerche e dal Network Europeo Accent (Atmospheric composition change: the european network of excellence), in collaborazione con l’Università degli Studi di Urbino, che si terrà […]

Il carbonio che respiriamo

Il carbonio che respiriamo

È presente in grande quantità nell’atmosfera ed è dannoso per la salute dell’uomo. Lo conferma uno studio condotto dal Cnr, il primo del suo genere a livello nazionale, pubblicato sulla rivista Atmospheric Environment. Recentemente, studi epidemiologici hanno fatto sì che l’Organizzazione mondiale della sanità puntasse gli occhi su questo inquinante emergente per i suoi effetti dannosi ai danni dei sistemi respiratorio e cardiovascolare, oltre che per i possibili effetti cancerogeni. Nell’aria che respiriamo tutti i giorni è presente una sottile polvere nera, chiamata carbonio elementare (più noto con il termine inglese black carbon), che è oggetto di una ricerca, la prima in Italia, effettuata da un team di ricercatori del […]

Piove o non piove, è colpa dell’inquinamento

Piove o non piove, è colpa dell’inquinamento

La relazione tra inquinamento e nuvolosità dimostrata per la prima volta con evidenza scientifica da un gruppo di ricercatori tra cui Sandro Fuzzi dell’Isac-Cnr in un articolo pubblicato su Science. Che le attività antropiche incidano sul clima è noto, come pure sul cambiamento delle caratteristiche delle nubi e sulla loro capacità di dare luogo a precipitazioni nelle aree continentali maggiormente industrializzate. Ma la relazione precisa non era finora chiara: in alcuni casi l’inquinamento sembra determinare una diminuzione delle precipitazioni, in altri un aumento. Una risposta a quest’apparente incongruenza l’hanno data un gruppo di ricercatori, fra i quali Sandro Fuzzi dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio Nazionale delle […]

La salute migliora se il suolo è di qualità

La salute migliora se il suolo è di qualità

Le componenti del terreno influiscono, in termini di nutrienti, pH e presenza di inquinanti, sulla qualità dei prodotti agricoli e, quindi, sul benessere fisico degli uomini, che di quei prodotti si nutrono. Nell’ambito di queste tematiche, due ricercatori dell’Istituto per lo studio degli ecosistemi (Ise) del Cnr di Pisa, Giannantonio Petruzzelli e Beatrice Pezzarossa, hanno dato un importante contributo scientifico nella comprensione dei meccanismi causa/effetto che nel sistema suolo-pianta contribuiscono a influenzare la qualità dei prodotti. “Il suolo è la fonte primaria degli elementi e delle sostanze che l’uomo assorbe attraverso la dieta, basti pensare che oltre il 98% degli alimenti deriva direttamente o indirettamente dal terreno, le cui condizioni, […]

Il futuro va a idrogeno

Il futuro va a idrogeno

L’Itae Cnr di Messina, nel corso del Convegno “H2 Roma 2005”, ha presentato le proprie tecnologie per la produzione, l’accumulo e l’utilizzo dell’idrogeno. Dal prototipo di generatore di idrogeno da GPL per applicazioni residenziali, alla realizzazione di celle a combustibile per alimentare computer portatili e telefoni cellulari. Case riscaldate con energia pulita e computer portatili alimentati a idrogeno. Un sogno? “Niente affatto”, spiega Gaetano Cacciola, direttore dell’Istituto di tecnologie avanzate per l’energia (Itae) del Cnr di Messina, intervenuto al Convegno: “H2 Roma 2005 – L’auto parla del suo futuro, la ricerca disegna il percorso”. “E’ dal 1980 che abbiamo rivolto il nostro impegno alla realizzazione di nuove tecnologie da mettere […]

La casa fa male alla salute

La casa fa male alla salute

Non sempre è vero che per sfuggire all’inquinamento sia meglio restare al chiuso. Secondo una ricercatrice del Cnr tra le quattro mura di casa, ufficio e scuola si rischia di più. Quanto inquinano le vernici che usiamo per tinteggiare muri e infissi? Quanto le colle utilizzate per i mobili e le tappezzerie, i detersivi o il toner della stampante? “All’interno degli ambienti chiusi si nascondono molti inquinanti nocivi per la nostra salute”, avverte Carla Iacobelli, ricercatrice del Servizio prevenzione e protezione del Consiglio nazionale delle ricerche, che sull’argomento ha appena curato una pubblicazione, L’ambiente confinato – rischio chimico, fisico, biologico, edita dall’università telematica Marconi. “Il più delle volte – sostiene […]

Più inquini, meno piove

Più inquini, meno piove

Nubi, inquinamento atmosferico e clima. Di questo si parla a Bologna, dal 19 a venerdì 23 luglio, nella 14ma Conferenza internazionale su nubi e precipitazioni. Ad organizzarla l’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Cnr, l’International association of meteorology and atmospheric sciences e l’International union of geodesy and geophysicis. Nubi a pecorelle, acqua a catinelle. Così vuole un detto della tradizione popolare, che oggi però potrebbe essere smentito. “A causa dell’inquinamento, infatti, le caratteristiche delle nubi e la loro capacità di dare luogo a precipitazioni sono notevolmente cambiate”, spiega Sandro Fuzzi, ricercatore dell’Isac, Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Cnr di Bologna. La sempre più massiccia immissione […]