Trapianti, la fede aiuta a sopravvivere

Un gruppo di pazienti sottoposti a intervento per insufficienza epatica grave ha risposto a un questionario, dichiarando il proprio atteggiamento religioso. I risultati dell’indagine dell’Ifc-Cnr di Pisa, pubblicati su ‘Liver Transplantation’, dimostrano che credere in Dio si associa a una migliore sopravvivenza dei malati La religiosità, intesa come ‘cercare l’aiuto di Dio’, ‘avere fede in Dio’, ‘affidarsi a Dio’, ‘cercare di vedere anche nella malattia la mano di Dio’, può migliorare la prognosi di pazienti con insufficienza epatica grave, sottoposti a trapianto di fegato? Per dare una risposta in termini prognostici a tale quesito è stato somministrato a un gruppo di 179 candidati, sottoposti a trapianto fra il 2004 e […]

A volte la fede è la cura migliore

A volte la fede è la cura migliore

Le donne affette da tumore al seno sono spesso sopraffatte dalla paura e dallo sconforto al momento della diagnosi, ma questo non accade a chi possiede una profonda fede o, comunque, una intensa vita spirituale. Questo è quanto afferma un gruppo di ricercatori della Chicago University, Illinois, dopo aver intervistato circa 242 donne sopravvissute al tumore. Il ruolo della fede nella vita delle persone appare sempre più importante, ma diviene addirittura “terapeutico” quando si tratta di dover affrontare terribili malattie come, ad esempio, il cancro della mammella. Le pazienti intervistate infatti hanno affermato di sentirsi in pace con se stesse e di trovare un grande conforto nella spiritualità. Gli studiosi […]