La prevenzione salva dall’ictus

La prevenzione salva dall’ictus

Con adeguati controlli dei fattori di rischio come ipertensione e fibrillazione atriale si avrebbero molte migliaia di casi in meno in Italia. Lo dimostra la best practice di Sesto Fiorentino, in uno studio europeo diretto dall’In-Cnr e dall’Università di Firenze e pubblicato su Stroke. Una strada anche per ridurre i 3,7 miliardi di euro l’anno di costi dovuti a questa malattia. I dati dello Studio Eros (European Registers of Stroke), la cui parte italiana è stata coordinata da Antonio Di Carlo dell’Istituto di Neuroscienze del Consiglio nazionale delle ricerche (In-Cnr) e da Domenico Inzitari dell’Università di Firenze, evidenziano come si potrebbe, attraverso la prevenzione, ridurre dell’1% all’anno l’incidenza dell’ictus cerebrale, […]