Gli anormali

Gli anormali

Gli anormali

Corso al Collège de France (1974-1975)
Michel Foucault
Cura: Valerio Marchetti – Antonella Salomoni
Traduzione: Valerio Marchetti – Antonella Salomoni
Collana: Universale Economica Saggi
Pagine: 328 – Prezzo: Euro 12

In questo corso l’autore definisce le tre figure principali dell’anormalità: il mostro umano, l’individuo da correggere, l’onanista. Pone le premesse teoriche di una serie di analisi che saranno riprese e rielaborate nell’insegnamento al Collège de France e nelle opere seguenti.

Il libro
Il corso su “Gli anormali” prosegue le analisi che Foucault, a partire dal 1970, ha dedicato alla formazione del sapere e del potere di normalizzazione. Sulla base di numerose fonti teologiche, giuridiche e mediche, Foucault affronta il problema di quegli individui “pericolosi” che, nel corso del diciannovesimo secolo, sono stati definiti “anormali”. Emergono tre figure che hanno storie differenti ma finiscono per congiungersi nella figura dell’anormale: il mostro umano, nozione il cui quadro di riferimento erano le leggi della natura e le norme della società; l’individuo da correggiere, di cui si faranno carico i nuovi dispositivi di disciplinamento del corpo; l’onanista che, già dal diciottesimo secolo, è oggetto di una campagna per il controllo della famiglia moderna.

Foucault esamina le perizie medico-legali che hanno consentito alla psichiatria di entrare e fissarsi nei meccanismi giudiziari; espone i piani per ricerche rimaste incompiute (per esempio lo studio sull’ermafroditismo); offre tracce importanti di progetti poi abbandonati (tra gli altri, quello sulle pratiche di confessione e direzione di coscienza nell’età moderna). Pone così le premesse teoriche di una serie di tesi portate avanti nell’insegnamento al Collège de France e riprese nelle opere successive.

Approfondimento
In questo corso al Collège de France Foucault definisce le tre figure principali dell'”anormalità”: il mostro umano, antica nozione cui quadro di riferimento erano le leggi della natura e le norme della società; l’individuo da correggere, di cui si fanno carico i nuovi dispositivi di disciplinamento del corpo; l’onanista, che è oggetto, già dal XVIII secolo, di una campagna indirizzata al controllo della famiglia moderna. Per Foucault l’individuo “anormale” deriva dall’eccezione giuridico-naturale del mostro, dalla moltitudine degli incorreggibili presi negli apparati di correzione e dal segreto delle sessualità infantili. Il corso presenta dossier fondati sull’analisi di perizie medico-legali condotte, nel XIX e XX secolo, in occasione di alcuni grandi processi (i mostri fondatori della psichiatria criminale); contiene i piani di lavoro di ricerche che Foucault ha lasciato incompiute (per esempio lo studio sull’ermafroditismo, annunciato come uno dei volumi della Storia della sessualità); offre tracce importanti di progetti poi abbandonati (tra gli altri, quello sulle pratiche di confessione e direzione di coscienza nell’età moderna). Ma soprattutto pone le premesse teoriche di una serie di analisi che saranno riprese e rielaborate nell’insegnamento al Collège de France e nelle opere seguenti.

close

Attenzione, il sito è in fase di conversione in database. Non tutti gli articoli sono ancora raggiungibili nel sito interattivo. Per accedere alle pagine in formato xhtml del sito precedente ancora non convertite, potete collegarvi a questo link Encanta, old version