Individuato nei tibetani l’“enzima di lunga vita”

Individuato nei tibetani l’“enzima di lunga vita”

Agisce neutralizzando i radicali liberi prima che danneggino le cellule. E’ stato scoperto dai fisiologi del Cnr e dell’Università di Milano sostenuti dal Comitato Everest-K2-Cnr. Se ne è parlato nel convegno “Il K2 cinquant’anni dopo. La ricerca scientifica negli ambienti estremi”, a Roma, presso la sede del Cnr. Un meccanismo capace di neutralizzare i radicali liberi prima che danneggino le cellule. E’ questo il segreto della longevità e della sorprendente forma fisica dei tibetani. “In collaborazione con studiosi inglesi, svizzeri e nepalesi è stata effettuata un’indagine sul proteoma del muscolo di tibetani di alta quota e su tibetani e altri individui asiatici di controllo, tutti nati a bassa quota” spiega […]

L’agricoltura contro l’effetto serra

L’agricoltura contro l’effetto serra

Gli studi effettuati dall’Istituto di biometeorologia (Ibimet) del Consiglio Nazionale delle Ricerche dimostrano che con migliori tecniche agricole si riduce del 10% l’emmissione di CO2, uno dei gas serra. Se ne è parlato nel convegno: “Cambiamenti Globali: il Mediterraneo sotto pressione” a Roma, presso la sede del Cnr. L’agricoltura può giocare un importante ruolo strategico nella mitigazione dei cambiamenti globali contribuendo a diminuire le emissioni di anidride carbonica, uno dei gas responsabili dell’effetto serra. A confermarlo sono alcune ricerche effettuate dall’Istituto di biometeorologia (Ibimet) del Cnr di Firenze, presentate nel corso del Convegno “Cambiamenti Globali: il Mediterrano sotto pressione” organizzato dalla Commissione Italiana dell’International geosphere biosphere programme (Igbp) del Cnr […]

Anche le galassie hanno il singhiozzo

Anche le galassie hanno il singhiozzo

A sostenere questa ipotesi sono i ricercatori dell’Istituto di Astrofisica e Fisica cosmica del Consiglio Nazionale delle Ricerche e del Dipartimento di Astronomia dell’Università, di Bologna, in uno studio pubblicato sulla Rivista “Science”. Anche le galassie hanno il singhiozzo per effetto di una “indigestione”. E’ quanto affermano due ricercatori di Bologna, Paola Grandi, dell’Istituto di Astrofisica e Fisica Cosmica (Iasf) del CNR e Giorgio Palumbo, del Dipartimento di Astronomia dell’Università, in uno studio pubblicato sulla rivista “Science”. “Grazie ai dati forniti dal satellite italiano per l’astronomia X BeppoSAX, e analizzando quelli dal 1996 al 2001”, spiega Paola Grandi, “abbiamo scoperto che i sussulti luminosi del quasar 3C 273, lontano miliardi […]

Auto e generatori di energia domestici non inquinanti: è la rivoluzione all’idrogeno

Auto e generatori di energia domestici non inquinanti: è la rivoluzione all’idrogeno

L’Istituto di tecnologie avanzate per l’energia del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Messina, ha presentato a Roma, nel corso del Convegno “H2 Roma Mobilità ad idrogeno: ricerca e industria disegnano il percorso di avvicinamento”, alcuni risultati dei progetti di ricerca sull’idrogeno e sulle celle a combustibile. Tra questi un progetto sui sistemi a celle a combustibile da impiegare in unità abitative o in quartieri per la produzione di energia elettrica e calore. Spazio al binomio celle a combustibile-idrogeno. Un mix rivoluzionario che alimenterà trasporti, elettricità ed elettronica di largo consumo. Auto e cellulari a idrogeno, riscaldamento “pulito”, alla conquista dei mercati mondiali. In casa Cnr, sulle celle a combustibile e […]

Plancton, bollicine e spray marino potrebbero regolare il clima

Plancton, bollicine e spray marino potrebbero regolare il clima

A sostenere questa ipotesi sono i ricercatori dell’Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del clima del Cnr (Isac-Cnr) di Bologna, dell’Università di Galway e del Centro Comune di Ricerca di Ispra della Commissione Europea, in uno studio pubblicato sulla rivista “Nature”. Una sorgente naturale di particelle di aerosol prodotta dagli oceani potrebbe contribuire, attraverso la formazione di foschie e nubi stratiformi, a ridurre il riscaldamento globale provocato dai gas serra. Un team di ricercatori coordinati da Maria Cristina Facchini dell’Isac-Cnr di Bologna e da Colin O’Dowd dell’Università Irlandese di Galway ha scoperto un nuovo meccanismo di regolazione naturale del clima legato al ciclo stagionale del fitoplancton marino. Secondo la ricerca pubblicata […]

Animali, preziosi strumenti educativi

Animali, preziosi strumenti educativi

Stupore e amicizia, affetto e violenza. Su questi e su altri elementi si basa il rapporto dei bambini con il mondo animale. Il Cnr lo ha indagato in una ricerca, di cui ha presentato i risultati a Roma, nel corso del convegno “Bambini e animali: empatia e crudeltà” Alcuni bambini e adolescenti italiani hanno un concetto allargato di violenza nei confronti degli animali; questo concetto include infatti non solo comportamenti socialmente non accettati, ma anche comportamenti socialmente accettati che comunque procurano danno e sofferenza agli animali. I maschi (23.78%) manifestano più delle femmine (9.72%) atteggiamenti violenti verso di loro; circa il 90% ne possiede o ne ha posseduto uno, anche […]

Arrivano le scarpe scientifiche

Arrivano le scarpe scientifiche

“Prego, si accomodi, prendiamo l’impronta del piede”. Ad accogliere i clienti con questa frase consueta agli ortopedici saranno presto anche i commessi dei negozi di scarpe. Bandita la fatica di misurare le calzature, il cliente sceglierà dalle vetrine il modello di grido e lo farà confezionare su misura dopo aver deposto una orma digitale. È il rivoluzionario modo di produrre ed acquistare calzature annunciato dal Progetto europeo EUROShoE coordinato dall’Istituto di tecnologie industriali e automazione (Itia) del Cnr, i cui risultati sono presentati durante la Conferenza: EUROShoE final results presentation. Design & Mass Customization Laboratory in corso presso il laboratorio dell’Itia-Cnr di Vigevano. Il Progetto ha già sfornato una collezione […]

La morte delle cellule neuronali non ha più misteri. Li ha svelati il Cnr

La morte delle cellule neuronali non ha più misteri. Li ha svelati il Cnr

Individuati da un gruppo di ricercatori coordinati da Sebastiano Cavallaro dell’Isn-Cnr i geni che regolano l’apoptosi neuronale, un processo di morte che ha un ruolo fondamentale nell’insorgenza di gravi malattie neurodegenrative quali l’Alzheimer e il Parkinson. Le cellule neuronali non potranno più “suicidarsi” liberamente come hanno fatto finora. Il loro gesto, a volte dannoso per l’organismo, potrà essere bloccato. Un gruppo di ricercatori, coordinati da Sebastiano Cavallaro, dell’Istituto di scienze neurologiche (Isn) del Cnr e responsabile del Centro di genomica funzionale di Catania, ha infatti caratterizzato il programma genetico che regola l’apoptosi neuronale. “L’apoptosi è del tutto paragonabile ad un suicidio poiché implica un processo decisionale interno alla cellula che, […]

Più inquini, meno piove

Più inquini, meno piove

Nubi, inquinamento atmosferico e clima. Di questo si parla a Bologna, dal 19 a venerdì 23 luglio, nella 14ma Conferenza internazionale su nubi e precipitazioni. Ad organizzarla l’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Cnr, l’International association of meteorology and atmospheric sciences e l’International union of geodesy and geophysicis. Nubi a pecorelle, acqua a catinelle. Così vuole un detto della tradizione popolare, che oggi però potrebbe essere smentito. “A causa dell’inquinamento, infatti, le caratteristiche delle nubi e la loro capacità di dare luogo a precipitazioni sono notevolmente cambiate”, spiega Sandro Fuzzi, ricercatore dell’Isac, Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Cnr di Bologna. La sempre più massiccia immissione […]

La lotta del Cnr ai tumori parte dal fondo. Anzi dai fondali

La lotta del Cnr ai tumori parte dal fondo. Anzi dai fondali

Si chiama decadienale. È la tossina con cui alcune alghe controllano la riproduzione dei loro predatori. Ma la sua azione, rivela una ricerca dell’Ieos-Cnr, della Stazione A. Dohrn e dell’università Federico II, potrebbe essere efficace anche per bloccare la proliferazione delle cellule tumorali e per contrastare le malattie neurodegenerative Le diatomee, alghe unicellulari che popolano i mari, la usano per proteggersi dai copepodi, piccoli crostacei e loro temibili predatori. Ma potrebbe essere destinata a diventare un’arma preziosa per l’uomo per combattere e per svelare i segreti di un nemico molto più grande: il tumore. E’ il 2-trans 4-trans decadienale, un’aldeide che provoca la morte delle cellule proliferanti e non differenziate, […]