Mora e lampone, frutti anti-età

Mora e lampone, frutti anti-età

Frutti piccoli ma preziosi. More e lamponi, i più importanti frutti coltivati del genere ‘Rubus’, sono tra le migliori fonti alimentari di una particolare classe di antiossidanti naturali, gli ‘ellagitannini’”, che possono liberare elevate quantità di acido ellagico, una sostanza da anni studiata per le sue molteplici proprietà protettive. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Istituto Agrario di San Michele all’Adige nell’ambito di “InterBerry”, progetto “Interdisciplinare integrato per il miglioramento qualitativo dei piccoli frutti e lo tudio di nuovi prodotti di trasformazione a elevato valore aggiunto”, che vede coinvolti il Consiglio nazionale delle ricerche, enti di ricerca esteri (Polonia e Romania) e aziende private. “Il lampone rosso contiene, secondo la varietà, […]

Annegamenti: cosa fare per ridurre i rischi

Annegamenti: cosa fare per ridurre i rischi

Sono circa mille ogni anno in Italia i casi di incidenti in acqua che danno luogo a decessi e ricoveri, e di questi ultimi circa la metà sono mortali. Le cifre emergono da uno studio del reparto Ambiente e Traumi dell’Istituto Superiore di Sanità effettuato sulla base della consultazione delle schede di morte e delle schede di dimissione ospedaliera nel periodo compreso tra il 1969 e il 2002, periodo in cui sono decedute in seguito ad annegamento 25.850 persone, quattro su cinque di sesso maschile. Nel tempo questo fenomeno ha presentato una evidentissima flessione, con una riduzione del 64%. In termini di tassi, prendendo in considerazione le classi di età, […]

Meno sale da cucina, meno sale la pressione

Meno sale da cucina, meno sale la pressione

Nuovi dati sulle relazioni tra dieta e ipertensione arteriosa da una ricerca dell’Istituto di Scienze dell’Alimentazione (ISA) del CNR e del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università Federico II di Napoli. Meno sale (a tavola), meno sale (la pressione). La validità di questo slogan, proposto recentemente dalla Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa per sensibilizzare la popolazione ad un uso più moderato del sale da cucina, riceve in questi giorni un ulteriore sostegno scientifico dai dati di una ricerca condotta dall’Isa-Cnr e dall’Università Federico II di Napoli, pubblicati sulla prestigiosa rivista internazionale Journal of Hypertension. Lo studio ha evidenziato che lo sviluppo di ipertensione arteriosa è significativamente più frequente nei pazienti […]

Arteriosclerosi e infarti con l’inquinamento

Arteriosclerosi e infarti con l’inquinamento

Le polveri sottili favoriscono l’insorgere di arteriosclerosi e tumori e l’aumento della mortalità. Eppure l’Ue potrebbe alzare i limiti oltre la soglia indicata dall’Oms. Di queste e altre problematiche relative a cambiamenti climatici e composizione dell’atmosfera si parlerà in un convegno a Urbino, dal 23 al 27 luglio 2007. L’esposizione prolungata all’inquinamento può accelerare l’insorgere dell’arteriosclerosi e dell’infarto. Questo è uno dei risultati che saranno esposti al secondo simposio internazionale Accent “I cambiamenti climatici e la variazione della composizione dell’atmosfera”, organizzato dal Consiglio nazionale delle ricerche e dal Network Europeo Accent (Atmospheric composition change: the european network of excellence), in collaborazione con l’Università degli Studi di Urbino, che si terrà […]

Sostanze ‘naturali’? Sì, ma attenti alle interazioni

Sostanze ‘naturali’? Sì, ma attenti alle interazioni

‘Il troppo stroppia’, recita un proverbio. Massima quanto mai vera per ciò che riguarda i farmaci. Per ogni minimo disturbo se ne fa un grande utilizzo, nonostante l’etimologia rimandi, nemmeno velatamente, alla loro tossicità. Il temine greco ‘pharmacon’ significa, infatti, veleno. Per evitare disturbi ed effetti collaterali causati dai farmaci di sintesi, oggi sempre più persone si rivolgono alle fitomedicine (farmaci vegetali), pensando, erroneamente, che naturale sia sempre sinonimo di salutare e innocuo. “Innanzitutto, è bene sgombrare il campo da dubbi e falsi miti”, afferma Piergiorgio Pietta, dell’Istituto di tecnologie biomediche (Itb) del Cnr di Milano e autore di diversi libri sull’argomento. “E’ vero che le piante medicinali sono in […]

Idrocefalo normoteso, la malattia sconosciuta

Idrocefalo normoteso, la malattia sconosciuta

Spesso confusa con altre forme di demenza, è neurochirurgicamente trattabile. Non è una malattia conosciuta come l’Alzheimer, eppure rappresenta una percentuale variabile tra l’1 e il 6% del totale delle demenze diagnosticate negli over 65. È l’Idrocefalo Normoteso: una patologia ancora largamente sconosciuta, tanto che i suoi sintomi (difficoltà nel camminare, demenza, incontinenza) sono spesso confusi con quelli dell’Alzheimer, del Parkinson o di altre forme di demenza senile. Con conseguenze gravi: queste malattie risultano infatti a tutt’oggi incurabili, mentre la neurochirurgia offre ai pazienti affetti da Idrocefalo Normoteso prospettive di piena guarigione che, a fronte di una diagnosi tempestiva, sfiorano la totalità dei casi. E in tempi molto stretti: nella […]

Risonanza “aperta”, meno paura

Risonanza “aperta”, meno paura

Sensazione di disagio e ansia. Sono gli inconvenienti a cui molte persone vanno incontro quando devono entrare nell’angusto tubo di un tomografo per la risonanza magnetica, tecnica diagnostica d’altra parte di enorme utilità se si vuole scoprire ‘cosa c’è sotto’, cioè l’esatta conformazione e consistenza di un organo o di una parte del corpo, al fine soprattutto di evidenziare anomalie e presenze patologiche. Per facilitare questo importante esame, il laboratorio Lamia dell’Istituto nazionale di fisica della materia (Infm) del Cnr di Genova ha sviluppato una tecnologia d’avanguardia, che ha permesso la realizzazione della prima macchina al mondo a struttura completamente aperta. MrOpen (Magnetic resonance open), così si chiama l’innovativo dispositivo […]

Biotecnologie e genetica: più speranze che paure

Biotecnologie e genetica: più speranze che paure

Italiani e farmaci: bene la copertura pubblica, ma non in tutte le regioni. E il 69% è favorevole alla vendita dei medicinali anche nei supermercati. Secondo il 27,6% degli italiani stare bene vuol dire «sentirsi in forma, essere in grado di svolgere le normali attività» (-7,9% rispetto alla precedente indagine del 1998). A crescere nell’ultimo decennio è stato il consenso alla definizione di stato di salute come «assenza di malattie», fatta propria da quasi il 22% degli intervistati, con un balzo di quasi 10 punti percentuali. Rispetto al passato, l’invecchiamento della popolazione e la crescente competizione sociale e lavorativa spostano l’attenzione verso un nucleo essenziale e pragmatico del concetto di […]

Dall’iperico un aiuto contro l’Alzheimer

Dall’iperico un aiuto contro l’Alzheimer

Un lavoro pubblicato su FEBS Letters da alcuni ricercatori dell’Istituto di Biofisica del CNR di Pisa mette in evidenza la possibilità dell’ipericina di perturbare ed inibire i processi di aggregazione dei peptidi beta-amiloidi, responsabili dell’insorgere del morbo. L’ipericina, pigmento naturale estratto dall’Hypericum perforatum (una pianta comunemente nota come iperico o “erba di San Giovanni”), può severamente perturbare i processi di polimerizzazione dei peptidi beta-amiloidi responsabili dell’insorgere del morbo di Alzheimer. Lo rivela uno studio dei ricercatori dell’Istituto di Biofisica del Cnr di Pisa (IBF-Cnr), pubblicato la scorsa settimana sulla rivista internazionale FEBS Letters: i ricercatori Antonella Sgarbossa e Francesco Lenci, assieme allo studente Dario Buselli, hanno eseguito lo studio in […]

Case a rischio veleni

Case a rischio veleni

Gli avvelenamenti sono un fenomeno prevalentemente domestico e coinvolge in gran parte i bambini. “L’83% degli eventi accidentali si verifica in casa e interessa i bambini al di sotto dei 14 anni (56%), con particolare frequenza in quelli da 1 a 4 anni, circa il 40% del totale”, afferma Gianluca Sotis del Servizio di prevenzione e protezione (Spp) del Cnr di Roma. “Farmaci e prodotti domestici rappresentano le cause principali: è necessario, quindi, che siano conservati fuori dalla vista e dalla portata dei bambini e, possibilmente, chiusi a chiave”. Ma quali precauzioni adottare in caso di ingestione o inalazione accidentale di sostanze tossiche? “Le vie di penetrazione di sostanze tossiche […]