La memoria migliora se i neuroni sono nuovi

La memoria migliora se i neuroni sono nuovi

Un team di ricercatori del CNR-LUMSA-EBRI mostra come neuroni ‘appena nati’ nel cervello adulto divengano agenti attivi nei processi di apprendimento e memoria. I risultati sono pubblicati sulla rivista Plos Biology. La nascita di nuovi neuroni (neurogenesi) non cessa totalmente dopo lo sviluppo, ma continua per tutta la vita in alcune zone del sistema nervoso adulto. Ricerche recenti hanno mostrato che la neurogenesi è indispensabile per la formazione della memoria e interessa in particolare l’ippocampo, una parte del cervello che si trova nel lobo temporale e che è sede di funzioni cognitive di vitale importanza. Gli studi, tuttavia, non sono riusciti ancora a chiarire in che modo i neuroni ‘neonati’ […]

Le microalghe che fanno luce

Le microalghe che fanno luce

Nei laboratori ENEA creata una microalga che s’illumina. Dalle microalghe nuove opportunità per le rinnovabili. Nei laboratori di Biotecnologie dell’ENEA è stata ottenuta una nuova varietà della microalga “Chlamydomonas”, che può illuminarsi e spegnersi grazie all’aggiunta di sali al mezzo di coltura. I ricercatori dell’ENEA hanno trasferito in questa alga di acqua dolce, che diversamente da altre alghe marine non ha luminescenza propria, il gene della luciferasi, che rende luminescente la “Renilla” (un’alga conosciuta come viola marina). Questo gene viene attivato da una sorta di “interruttore genetico” (detto promotore) ottenuto con l’aggiunta di un sale comune al mezzo di coltura. Aggiungendo poi un secondo sale antagonista, l’alga si “spegne”, proprio […]

Piove o non piove, è colpa dell’inquinamento

Piove o non piove, è colpa dell’inquinamento

La relazione tra inquinamento e nuvolosità dimostrata per la prima volta con evidenza scientifica da un gruppo di ricercatori tra cui Sandro Fuzzi dell’Isac-Cnr in un articolo pubblicato su Science. Che le attività antropiche incidano sul clima è noto, come pure sul cambiamento delle caratteristiche delle nubi e sulla loro capacità di dare luogo a precipitazioni nelle aree continentali maggiormente industrializzate. Ma la relazione precisa non era finora chiara: in alcuni casi l’inquinamento sembra determinare una diminuzione delle precipitazioni, in altri un aumento. Una risposta a quest’apparente incongruenza l’hanno data un gruppo di ricercatori, fra i quali Sandro Fuzzi dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima del Consiglio Nazionale delle […]

Contro gli UV? Tessuti naturali e colorati

Contro gli UV? Tessuti naturali e colorati

L’estate e il sole sono per tutti sinonimo di abbronzatura. Com’è noto però in caso di eccessiva esposizione, specie se nelle ore centrali della giornata, i raggi ultravioletti (UV) provocano danni alla pelle. Per evitare scottature ed eritemi è opportuno, quando non si è in spiaggia, scegliere correttamente i vestiti da indossare. “Di recente su alcuni capi di abbigliamento”, spiega Gaetano Zipoli, dell’Istituto di biometeorologia (Ibimet) del Cnr di Firenze, “si trova un’etichetta che riporta la sigla CPF (Clothing protection factor) seguita da un numero che permette, analogamente all’SPF (fattore di protezione solare) delle creme, di definire il grado di protezione dagli UV offerto da un tessuto: valori fino a […]

I cebi, abili affaristi

I cebi, abili affaristi

Questa specie, separatasi dall’uomo circa 35 milioni di anni fa, è in grado di dare il giusto valore agli oggetti per ottenere il maggior profitto nello scambio. E’ questo il risultato di alcuni esperimenti effettuati dall’Istituto di scienze e tecnologie della cognizione del Cnr di Roma. La capacità di ragionare sui simboli – cioè oggetti che rappresentano altri oggetti – ha inciso fondamentalmente nell’evoluzione dell’uomo. Per le scienze cognitive, una questione importante, ma ancora irrisolta, è se altre specie animali siano capaci di comprendere e utilizzare simboli. Gli unici dati disponibili a questo proposito riguardano gli scimpanzé addestrati al linguaggio, ma poco si sa sulle capacità simboliche di specie animali […]

Dieta italiana: in arrivo il carciofo pronto per la cottura

Dieta italiana: in arrivo il carciofo pronto per la cottura

Dopo le coloratissime insalate già lavate, tagliate e confezionate – la cosiddetta linea di IV gamma – presto potremo trovare tra i banchi frigo del supermercato, pronto per essere direttamente cucinato e servito, un prodotto principe del patrimonio orticolo nazionale: il carciofo. A rendere possibile questa novità assoluta sono i ricercatori dell’Istituto di scienze delle produzioni alimentari (Ispa) del Cnr di Bari, una struttura da tempo impegnata nel ringiovanimento tecnologico di un settore fondamentale per l’economia italiana, quale l’agroalimentare. “Vista l’importanza del carciofo per l’agricoltura italiana”, spiega Nicola Calabrese dell’Ispa-Cnr, “abbiamo pensato di condurre una ricerca per capire se ci fosse la possibilità di ottenere un carciofo di IV gamma […]

La scienza per i giovani? Interessante ma inutile

La scienza per i giovani? Interessante ma inutile

Da un’indagine dell’Irpps-Cnr emerge che il principale canale di informazione scientifica dei giovani resta la scuola, seguito da internet e tv. La ricerca appassiona i ragazzi, che però non credono serva a risolvere tutti i problemi né che sia una professione di prestigio. Gli scienziati ai loro occhi sono appassionati ma poco considerati. Non hanno fiducia nell’uso delle tecnologie per risolvere i problemi ambientali, ma sono ottimisti sugli sviluppi della robotica. Ritengono che le decisioni sull’applicazione delle conquiste della ricerca spettino in primo luogo agli scienziati. Giudicano difficile lo studio delle materie scientifiche, lamentano la mancanza di concretezza dei libri di testo e vorrebbero più potere decisionale nelle attività di […]

Come il cervello riconosce la lingua madre

Come il cervello riconosce la lingua madre

L’attività elettrica cerebrale rivela la lingua nativa di una persona che legge in silenzio. La scoperta, effettuata dai ricercatori del Cnr e dell’Università Milano-Bicocca e pubblicata sulla prestigiosa rivista “Biological Psychology”, aiuta a determinare l’idioma originario di una persona in stato di amnesia, in stato confusionale o sordomuta. I risultati di uno studio, coordinato da Alice Mado Proverbio del laboratorio di Elettrofisiologia cognitiva del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Milano-Bicocca, in collaborazione con Roberta Adorni, e Alberto Zani, ricercatore dell’Istituto di Bioimmagini e Fisiologia Molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Milano-Segrate dimostrano che esiste una regione del cervello, chiamata area per la forma visiva delle parole, localizzata nel cosiddetto […]

La salute migliora se il suolo è di qualità

La salute migliora se il suolo è di qualità

Le componenti del terreno influiscono, in termini di nutrienti, pH e presenza di inquinanti, sulla qualità dei prodotti agricoli e, quindi, sul benessere fisico degli uomini, che di quei prodotti si nutrono. Nell’ambito di queste tematiche, due ricercatori dell’Istituto per lo studio degli ecosistemi (Ise) del Cnr di Pisa, Giannantonio Petruzzelli e Beatrice Pezzarossa, hanno dato un importante contributo scientifico nella comprensione dei meccanismi causa/effetto che nel sistema suolo-pianta contribuiscono a influenzare la qualità dei prodotti. “Il suolo è la fonte primaria degli elementi e delle sostanze che l’uomo assorbe attraverso la dieta, basti pensare che oltre il 98% degli alimenti deriva direttamente o indirettamente dal terreno, le cui condizioni, […]

Meno rifiuti con i pomodori

Meno rifiuti con i pomodori

Vasi biodegradabili, biofilm per prolungare la vita degli alimenti, packaging e imballaggi ricavati dai residui vegetali. La plastica è da sempre tra i principali imputati per l’impatto ambientale provocato dai rifiuti. A Napoli, i ricercatori dell’Istituto di chimica biomolecolare (Icb-Cnr), insieme ai loro colleghi dell’Istituto di chimica e tecnologia dei polimeri (Ictp-Cnr) e dell’Istituto di scienze dell’alimentazione (Isa-Cnr) del Consiglio nazionale delle ricerche di Pozzuoli e Avellino, stanno lavorando da tempo sull’estrazione di polisaccaridi dagli scarti della lavorazione industriale dei pomodori, ottenendo materiale plastico biodegradabile. Alcuni dei risultati conseguiti sono stati illustrati nel convegno dal titolo ‘Presente e futuro dei bioimballaggi attivi nella filiera dell’agroalimentare. Come trasformare i residui vegetali […]