L’importanza del momento del concepimento

Quanto è importante il momento del concepimento? Il destino della persona cambia o rimane inalterato se nasce prematuramente o in ritardo? Quesiti importanti che hanno da sempre incuriosito e stimolato gli studiosi della materia ad approfondirne i concetti che ne sono alla base. Nell’articolo le risposte e qualche chiarimento sulla base dell’Astrologia moderna.


“Studio l’Astrologia in maniera autodidattica solo da qualche tempo, anche se mi ha sempre incuriosito fin da piccola. Mi è venuto in mente un quesito che tutt’ora non ho ancora visto affrontato in nessuna rivista di Astrologia (forse perché non è da molto tempo che le leggo…). Mi chiedevo quanto può essere influente nella personalità e nel destino di una persona il quadro astrale che si presentava al momento del suo concepimento, non della nascita. So che è molto difficile risalire a quel momento (a meno che i genitori non lo conoscano con estrema precisione) ma ho la sensazione che se lo si potesse conoscere si potrebbero comprendere ancora di più le caratteristiche di una persona. Cosa ne pensa? Altra domanda legata alla prima: se una persona viene al mondo prematuramente o in ritardo, conta il momento in cui nasce o quello in cui avrebbe dovuto nascere? Anche qui ho la sensazione che il secondo caso sia più importante ancora. Spero che mi possiate rispondere e vi ringrazio in anticipo per la vostra attenzione”. Marina

Gentilissima Marina, con vero piacere cerco di dare un contributo alle tue interessanti domande. Già nell’antichità il momento del concepimento era ritenuto importante, a volte più di quello della nascita; questo perché si pensava che fissasse il momento dell’incarnazione fisica del nascituro nel grembo materno, come la prima vera discesa nel mondo della materia, determinando le direttrici principali del suo carattere e destino. Il concepimento è certamente un momento cruciale dell’intera esistenza, tutte le tradizioni di Astrologia esoterica concordano su questo; e come tutti i momenti cruciali delle nostre esistenze, non è mai frutto del caso, ma di un disegno preciso, che spetta eventualmente alla singola persona riconoscere, capire e accettare (in questo sta la base di ogni autentica evoluzione spirituale).

In realtà, il momento del concepimento è si importante ma non determinante ai fini dell’interpretazione delle caratteristiche temperamentali, ne ai fini di una possibile lettura di quello che potrebbe essere il destino della persona stessa. I motivi possono essere molti, ma indubbiamente quello più importante di tutti, e quello basato su fatto che, ogni bambino “nasce”, acquisisce cioè vita propria, nel momento esatto in cui viene separato dal corpo della mamma, astrologicamente parlando è ovvio. Ciò vuol dire che, nel momento esatto in cui il corpo del bambino, con tutte le energie sottili che lo compongono, sono separate dal corpo della mamma, riceve a tutti gli effetti gli influssi Astrali che sono rappresentati sul Grafico Astrale Natale e che rispecchiano la situazione astronomica di quel preciso momento, posizione dei pianeti loro aspetti ecc.    

C’è da dire anche che, nel caso che i genitori vi pongano attenzione, è praticamente impossibile determinare l’esatto momento del concepimento di una persona, e viene a mancare proprio quel dato, l’ora esatta, che è tanto importante per redigere la normale Carta del Cielo di nascita.

Nell’antichità venivano adoperate delle formule speciali per calcolare il concepimento: ad esempio Tolomeo (nel “Centiloquio”) ne ha tramandate diverse sotto forma di aforismi, che però non sono verificabili. Sono pienamente d’accordo con te nel ritenere che una Carta del concepimento potrebbe essere uno strumento molto utile, ma non ho mai trovato nulla di preciso al riguardo.

Per quanto riguarda invece la nascita prematura o ritardata, il discorso è diverso e mi sento di risponderti che lo considero un falso problema: ciascuno di noi nasce nel momento in cui doveva nascere, né un istante prima, né uno dopo, secondo il suo destino. Quindi ha importanza il momento in cui si nasce (per la precisione, il momento del taglio del cordone ombelicale), e non quello in cui si sarebbe dovuti nascere, che dipende dalle nostre aspettative virtuali.

In bocca al lupo per i tuoi studi astrologici, ti ringrazio per aver condiviso con noi l’interessante quesito, e continua a seguirci su Encanta, dove troverai prossimamente altri interessanti articoli sull’Astrologia. Per qualsiasi altro approfondimento puoi andare sul mio blog francopassarini.it dove troverai sicuramente altri spunti interessanti. Grazie ancora e buona vita.

Se vuoi avere informazioni più dettagliata su chi sono e sui servizi che metto a tua disposizione questo è il sito www.francopassarini.it/. Oppure puoi visitare la mia pagina Facebook https://www.facebook.com/, oppure contattarmi a questo numero 0564 61 47 261 o scrivermi un messaggio su WhatsApp, sarò lieto di darti gratuitamente tutte le informazioni che vorrai – e-mail: info (at) francopassarini (dot) it, mi trovi anche su Instagram, Twitter.

Scroll to Top