Con la terapia comportamentale si dorme meglio

Con la terapia comportamentale si dorme meglio

L’uso di una terapia comportamentale e cognitiva può essere veramente efficace per il trattamento dell’insonnia cronica primaria, stando a quanto affermano alcuni studiosi della Duke University. Tali sviluppi possono preludere ad una riduzione delle cure di tipo farmacologico, a vantaggio di una serie di istruzioni e di consigli volti a facilitare il ritmo sonno-veglia delle persone affette da questa grave sindrome. Una ricerca ha selezionato 75 adulti, di cui 35 donne, con un’età media di 55 anni, affette da insonnia cronica da sonno primario, con durata media dei sintomi di 13 anni. Le 75 persone sono state divise in tre gruppi di 25. Due gruppi sono stati sottoposti a terapie […]

L’aspirina contro il rischio tumore

Secondo un gruppo di ricercatori americani, un’aspirina al giorno potrebbe prevenire l’insorgere di una delle più comuni forme di cancro alle ovaie. Nonostante i risultati incoraggianti, gli stessi studiosi hanno evidenziato che la ricerca che li ha portati a tali conclusioni è, da un punto di vista oggettivo, limitata, a causa dell’esiguo numero di donne prese in esame, e della mancanza di informazione specifica sulla quantità di aspirina assunta e sui motivi per cui è stata usata. Per questo sconsigliano di fare uso di aspirina esclusivamente per prevenire il tumore alle ovaie. Il cancro alle ovaie è una forma tumorale difficile da curare in quanto raramente viene rilevato nei suoi […]

Malasanità: colpito da una malattia sconosciuta

Tutto è cominciato una mattina maledetta (intorno al 15 febbraio 2000): mi alzo come tutti i giorni per andare a lavoro con mio padre, sento una forte pressione alla nuca, e da lì comincia l’inferno! La vicenda di Paolo Vado a lavoro ugualmente, pensando che si tratti di un disturbo passeggero, capisco però, che nel mio corpo sta succedendo qualcosa di strano. Il dolore alla testa, i disturbi visivi, la pressione alla nuca, erano dei malesseri molto insoliti, però decido di non dire niente a nessuno, pensando che tutto si sarebbe risolto da solo! Il mio istinto mi diceva che la cosa era grave, ma speravo di sbagliare. Aspetto di […]

Longevità: ancora lontana la tappa dei cento anni

Anche se le malattie cardiovascolari, il morbo di Alzheimer ed il cancro andranno a scomparire, l’aspettativa di vita umana alla nascita non riuscirà ad abbattere il tetto dei cento anni entro questo secolo. Questo è quando dichiarato da un gruppo di ricercatori durante l’annuale congresso della “American Association for the Advance of Science” (Associazione Americana per il Progresso Scientifico), svoltasi a San Francisco il 20 febbraio scorso. Anche se molte malattie potranno essere curate, l’uomo non potrà fare molto contro l’inesorabile processo dell’invecchiamento. Il precedente rapporto dell’Associazione, risalente al 1990, aveva concluso che una ragionevole stima riguardante l’aspettativa di vita umana non potesse superare gli 85 anni di media (83 […]

Acque minerali e contaminazione: pronti da mesi i nuovi limiti

Dopo le polemiche scatenate dai media sulla pericolosità delle acque minerali italiane, il Ministero della Sanità ha diffuso un comunicato ufficiale, in cui spiega come molti problemi dipendano dalla lentezza della Commissione Europea che si occupa della questione. “Con la procedura di infrazione comunitaria adottata nei confronti dell’Italia in merito alla disciplina delle acque minerali naturali che stabilisce – con decreto del 1992 – i valori massimi degli elementi chimici contaminanti, la Commissione europea ha rivendicato la propria competenza esclusiva nella proposta di disposizioni in materia. La lentezza della Commissione Europea a formulare proposte in tale ambito (ancora oggi infatti nessuna proposta della Commissione è formalmente presentata, nonostante i lavori […]

Sconfiggere la Bse: cosa si fa in Italia

Sconfiggere la Bse: cosa si fa in Italia

Misure di prevenzione nei confronti dell’introduzione e della diffusione della BSE in Italia sono già in vigore dal 1989 per offrire il massimo delle garanzie sanitarie di tutela della salute pubblica, ed in parte prevista a seguito del moltiplicarsi di casi in alcuni Paesi europei, in particolare nel Regno Unito e Francia. Le misure attualmente in vigore nel nostro Paese sono: (documento del Ministero della Sanità) DIVIETO dal 1994 di somministrazione ai ruminanti di farine contenenti proteine di mammiferi; OBBLIGO dal 1996 di eliminare, al momento della macellazione il cosiddetto materiale a rischio: cervello, midollo spinale, tonsille, bulbi oculari, ileo da bovini di più di dodici mesi di età, importati […]