Immagine Spettacolo

Cuori Rubati

Immagine Le vicende quotidiane di tre famiglie e di un gruppo di ragazzi, alle prese con la routine, gli amori giovanili e i conflitti generazionali nella nuova fiction proposta da Raidue.

Una grande fiction a lunga serialità è cominciata su Raidue lunedì 14 gennaio 2002, alle 19.30: è "Cuori Rubati", la nuova soap-opera prodotta da Rai Fiction e realizzata dal Centro di Produzione Rai di Torino e dalla Grundy Productions. L'impianto narrativo ed il modello produttivo sono concepiti sullo schema di "Un posto al sole", la 'madre' di tutte le soap italiane. Ambientata a Torino, la trama racconta le vicende quotidiane di tre famiglie e di un gruppo di ragazzi alle prese con la routine della vita di tutti i giorni. Amori e conflitti rappresentano l'innesco fra gli intrecci narrativi, che si sviluppano tra i vari nuclei familiari e i singoli personaggi. Come tutte le soap, "Cuori Rubati" accompagnerà i telespettatori seguendo il corso delle stagioni, attraverso una narrazione basata su un linguaggio moderno ed immediato con cui vengono messi in scena i drammi e le gioie, le scelte, gli amori e le paure, le vittorie e le speranze dei giovani protagonisti. Il tema del conflitto si intreccia così con quello dell'amore. Conflitti e amori generazionali, tra padre e figlio per esempio, oppure tra amici, per una donna, oppure ancora tra due giovani che lottano per difendere il proprio amore. Il cast si presenta molto eterogeneo, composto in parte da giovani attori, alcuni al debutto televisivo, accanto a nomi già affermati. Un scelta che ha puntato soprattutto sulla freschezza e sulla novità dei volti dei personaggi, che costituiscono il fulcro attorno al quale si sviluppano le storie. La Grundy Productions si occupa dell'organizzazione artistica, del cast e della cosiddetta 'sovralinea', ovvero la sceneggiatura. I testi della soap vengono realizzati da un pool di circa 25 persone. Gli episodi, di 25 minuti ciascuno, nella prima settimana andranno in onda in formato doppio, per una durata di circa 50 minuti.
L'ambientazione della serie
Teatro delle vicende è Torino, una metropoli italiana con tutte le dinamiche sociali, lavorative e relazionali che essa comporta. Un luogo, dunque, in cui chiunque si può riconoscere, anche perché i personaggi sono di diversa estrazione sociale e provengono da varie parti del Paese. La scelta è caduta su Torino, che - per la sua conformazione - si presta perfettamente alla collocazione dei luoghi in cui si sviluppano le storie e dei nuclei familiari protagonisti del serial. Il fiume che attraversa la città, il Po, rappresenta infatti una sorta di spartiacque tra due mondi: la zona collinare, dove abitano le famiglie più benestanti, e la zona di pianura, che raccoglie studenti e famiglie di vario ceto. Più in particolare, in collina abitano due famiglie: la prima, i Donadoni, molto ricca, l'altra, i Galanti, appartenente al ceto medio borghese. Lungo il fiume si riversa molta della vita sociale della città e, non a caso, vi si trovano due importanti punti di incontro della soap: su una sponda, un bar gestito da un gruppo di ragazzi e, sull'altra, un centro sportivo di canottaggio, di cui è proprietario Fabio Galanti, uno dei personaggi centrali della serie. In pianura abitano, invece, i Rocca, una terza famiglia di estrazione più modesta e i numerosi ragazzi protagonisti delle storie e si trova un altro punto di incontro cruciale: il negozio di musica gestito da Mattia.
I nuclei familiari
Famiglia Donadoni
È senza dubbio una delle famiglie più ricche e famose di Torino che abita in collina, là dove si riesce a dominare la città e dove i problemi della metropoli appaiono più piccoli e lontani. È composta da tre persone: Giorgio (Paolo Maria Scalondro), Ginevra (Bettina Giovannini), rispettivamente marito e moglie, e la figlia Giulia (Christiane Filangieri).
Famiglia Galanti
Rappresenta la classe borghese e come i Donadoni vive sui colli della città. È composta da cinque persone: Paolo (Massimo De Rossi), Lia (Angiola Baggi) e i rispettivi figli Stefano (Paolo Ricca), Asia (Samia Kassir) e Luca (Lorenzo Rulfo). Fabio Galanti (Niseem Onorato) ha circa 35 anni e vive nel centro della città in un appartamento luminoso e moderno. È il proprietario di un circolo sportivo sulle sponde del fiume ed è il fratello di Paolo, con il quale non corre buon sangue per vecchi rancori del passato, mentre è l'alleato per eccellenza del nipote Stefano.
Famiglia Rocca
È un umile ed onesta famiglia che abita in un vecchio appartamento del centro di Torino, in prossimità del fiume. Un nucleo familiare piuttosto anomalo composto da due sorelle: Valentina (Eleonora D'Urso) e Chiara (Marika Morra), che vivono con il nonno Arturo (Sergio Fiorentini), poiché la madre divorziata è quasi sempre assente, impegnata ad inseguire l'amore che sembra tardare ad arrivare. Hanno spesso problemi economici e le uniche entrate sono la misera pensione del nonno e il modesto assegno familiare che Marco, il padre delle ragazze, manda mensilmente alle figlie per gli alimenti.
Appartamento ragazzi
Nel centro della città, in un appartamento colorato e costantemente in disordine vivono tre ragazzi. Roberto (Marco Mario de Notaris) e Cristiano (Davide Ricci) sono due studenti e Andrea (Marco Basile) è lo squattrinato gestore di un bar. Con loro vive Eleonora (Micaela Ramazzotti) una avvenente ed intrigante ragazza. A parte quest'ultima i ragazzi provengono tutti da famiglie piuttosto umili e spesso per sbarcare il lunario sono costretti a grossi sacrifici. Mattia Bonanni (Gualtiero Scola) è il proprietario del negozio di dischi sotto i portici del centro storico. In realtà è anche il suo appartamento, poiché vive nel monolocale ricavato dal retro del negozio.
Famiglia Sensi
È una ricca famiglia di imprenditori formata da Gustavo (Carlo Sabatini), rimasto solo dopo la prematura scomparsa della moglie e della figlia Marina (Brigitte Boccoli). Purtroppo il patrimonio finanziario della società di Gustavo attraverserà una grave crisi, mettendo a dura prova gli equilibri familiari.


Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito