Immagine Beneasapersi

Come cuocere le verdure per aiutare la salute

“La cottura verde - Come salvare le proprietà anticancro delle verdure” è il titolo dell’articolo di copertina del n. 34 del 2009 del settimanale “Il salvagente”. Antiossidante è diventata una parola molto di moda, ma più di tutto lo sono frutta e verdura, che senza ricorrere ad additivi o a misture fatte in laboratorio, contengono già in natura vitamine, sali minerali e tutto ciò che occorre per aiutare il nostro organismo a mantenersi sano.

Anni di ricerche hanno dimostrato che nutrirsi regolarmente di questi alimenti aiuta non solo a mantenere la pelle giovane, ma a prevenire malattie come il cancro, il diabete, persino l’Alzheimer. L’articolo, che cita i risultati di uno studio universitario, passa in rassegna venti tipi di ortaggi, e sei tipi di cottura, bollitura, a pressione, in forno, a microonde, alla piastra, frittura. Questo perché molte delle proprietà degli “spazzini” degli antiradicali possono andare perdute proprio con la cottura. Fino ad oggi non era chiaro se ciò avvenisse nella stessa misura per tutti i tipi di verdura e per tutte le modalità di cottura. Ed è quello che hanno cercato di capire alcuni ricercatori spagnoli dell’Università di Murcia, in un lavoro effettuato in laboratorio e pubblicato di recente sul “Journal of food science”. I risultati hanno dato qualche sorpresa: si scopre, ad esempio, che esistono ortaggi come il carciofo che, a prescindere dal metodo con cui viene cucinato, mantiene intatte o perde pochissimo le sue capacità di combattere i radicali liberi. Non è così per le zucchine, che a meno di non volerle cucinare alla piastra (rigorosamente senza olio, per capirci, su pentole simili a bistecchiere), arrivano a perdere durante la cottura fino al 60 per cento delle loro proprietà antiossidanti. “Sensibili” sono anche i cavolfiori e i piselli, ma certo in questo come negli altri casi, a fare le differenze maggiori sono le metodologie di cottura. La perdita di antiossidanti maggiore si è avuta con i metodi di cottura “sani”, come la bollitura e la cottura a pressione. Così gli studiosi hanno concluso che l’acqua non è il metodo migliore per preparare le verdure. Dati alla mano, vengono prossimi la piastra e il forno a microonde. Infine, l’articolo presenta un approfondimento dedicato al microonde, assolto da tutte le accuse: oggi, numerose ricerche affermano che gli alimenti cotti al microonde non solo non sono dannosi, ma, a volte, conservano persino meglio le proprie virtù. L’articolo conclude poi con i consigli dell’esperto: le verdure dovrebbero essere mangiate crude, per trarne i maggiori benefici. Tranne qualche eccezione, come il pomodoro, che, cotto libera il licopene che, se viene aggiunto olio, viene assorbito ancor meglio dall’organismo. Un articolo molto interessante, per tutti coloro che sono attenti a quello che mangiano.
Tra gli altri articoli presenti sul numero de “Il salvagente”, un pezzo sull’”Adsl con ‘tappo’, operatori internet che filtrano il traffico Internet generato dal peer-to-peer alle spalle degli ignari utenti. L’articolo segnala anche un programma che è in grado di testare la vostra linea Adsl.

Per saperne di più: il sito del settimanale “Il salvagente”





Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito