Immagine Beneasapersi

Taxi: una corsa ad ostacoli

Il numero dei taxi a disposizione in dieci grandi città italiane spesso non è sufficiente a rispondere alla domanda dell’utenza. Purtroppo non si vede alcun beneficio concreto dalla riforma sulla liberalizzazione del settore. E’ quanto ha riscontrato Altroconsumo, associazione indipendente di consumatori, con un’inchiesta sul servizio taxi condotta a Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Palermo, Roma, Torino.

L’efficienza del servizio è stata fotografata nei principali parcheggi di stazioni e aeroporti, misurando i tempi morti, quando nessuna vettura era disponibile, la reperibilità delle auto, anche attraverso i radio taxi, la trasparenza e la correttezza dei comportamenti del tassista, anche nell’applicazione di supplementi e tariffe, con tragitti in ore di punta.
Qualche cifra significativa, come la somma dei tempi morti rilevati ai parcheggi, con persone in attesa ma nessun taxi a disposizione. Nell’arco delle sei ore monitorate, a Bologna si arriva a 82 minuti, a Firenze 78, a Milano 70, a Roma 60. Un indicatore che esprime l'attesa causata dall'assenza di taxi, cioè una criticità strutturale del servizio, e non dalle code fisiologiche dovute all'arrivo di uno o più treni o aerei, elemento casuale.
Dolenti note sul tassametro in partenza, con la prenotazione del taxi: il 44% delle auto (19 su 45) è arrivato con un anticipo maggiore di cinque minuti, con tassametro in azione. Servizio da bocciare a Roma e Cagliari, dove complessivamente è accaduto 9 volte su 10. A Firenze la forbice del tassametro va da 2,74 euro fino a un massimo di 9,64 euro!
Sono state riscontrate violazioni e scorrettezze soprattutto a Bari, dove 20 taxi su 23 non avevano il tariffario esposto e in un caso il tassametro non era in vista. A Bologna palma della trasparenza: nessun episodio di scarsa informazione sulle tariffe. Nel complesso, il 30% dei tragitti sono stati compiuti con tassametro poco evidente o tariffario non esposto al passeggero Il 5% dei conducenti (su un totale di 218), più spesso a Firenze e Milano, parla al telefono senza auricolare o vivavoce, infrangendo una norma di sicurezza alla guida.
L’inchiesta nella sua versione integrale è disponibile sul sito dell’associazione. Come sanare il divario tra domanda e offerta del servizio? Per Altroconsumo è necessario un ampliamento del servizio, senza che ciò comporti un aumento delle tariffe, già oggi accessibili a pochi. La distanza del servizio dalla cittadinanza è evidente, e ciò non succede in altre città d’Europa: mentre a Roma il rapporto è di 2,1 vetture per mille abitanti, a Milano l’1,6, contro il 9,9 di Barcellona o l’8,3 di Londra.

Per saperne di più: il sito di Altroconsumo


Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito