Immagine Beneasapersi

La lista nera dei farmaci: più rischi che benefici


Immagine - La lista nera dei farmaci: più rischi che benefici La notizia è stata pubblicata sul n. 27 de “Il Salvagente”, ma non ha avuto altrettanta visibilità su altri mass media italiani. Per 353 i farmaci da evitare, medicinali che presentano più rischi che benefici, ma che continuano ad essere prescritti e venduti. Dagli antinfiammatori che aumentano il rischio di infarto agli antibiotici contro la sinusite che funzionano meno di altri ma espongono a epatite fulminante fino alla pomata per controllare l’eczema che favorisce i tumori alla pelle.

E’ una galleria degli orrori – così si legge nell’articolo – la lista dei principi attivi da evitare stilata da “Prescrire”, prestigiosa rivista francese di informazione scientifica sui farmaci. Un elenco di 68 molecole monitorate per un quinquennio e bocciate per l’inaccettabile rapporto rischio/beneficio. Molecole che si trovano in farmaci prescritti anche in Italia.
Si tratta di farmaci soggetti a prescrizione come anche di prodotti venduti senza ricetta. “Il Salvagente” consiglia, a chi assuma uno o più dei farmaci contenuti nel lungo elenco, di parlarne con il proprio medico curante, per valutare la possibilità di scegliere farmaci meno rischiosi. Chi usa invece prodotti per problemi non gravi, per quanto fastidiosi, come la congestione nasale da raffreddore potrebbe sostituirli sin da subito.
La lista pubblicata sul settimanale divide i farmaci in grandi gruppi: oncologia, cardiologia, dermatologia e allergia, rischi del diabete, per perdere peso, analgesici e antinfiammatori per dolori articolari e reumatismi, osteoporosi, osteoartriti, dolori e crampi muscolari, reflusso gastroesofageo, nausea e vomito, costipazione e stipsi, ormoni in menopausa, antibiotici, alzheimer, emicrania, parkinson, raffreddore decongestionanti nasali.
Qualche esempio: l’efedrina, la nafazolina, il tuaminoeptano (che si trovano dentro i più comuni prodotti contro la congestione nasale da raffreddore) possono causare seri disturbi cardiovascolari, stroke, aritmia.
La moxifloxacina, un antibiotico, non è più efficace di altri, ma può causare la sindrome di Lyell e l’epatite fulminante.
Il nimesulide è controindicato nei pazienti epatopatici, espone a rischio trombotico e di infarto, anche per trattamenti di durata inferiore ad una settimana.
Il tacrolimus, per uso topico, contro l’eczema atopico recidivante, ancorchè applicato localmente, ha mostrato di favorire l’insorgenza di tumori cutanei e linfomi.
Ma l’elenco è molto più lungo, e, assieme alla molecola, propone anche i nomi dei farmaci e prodotti più comuni e diffusi che la contengono. Il nostro consiglio è di richiedere a “Il Salvagente” una copia del numero, visitare il loro sito, abbonarvi. La salute vale molto di più.

Per saperne di più: visita il sito de “Il Salvagente”







Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito