Immagine Beneasapersi

Quel che non ammazza… ti fa male

Dalla pasta per i bambini agli antidolorifici, i rischi per la salute sono davvero tanti. E non solo negli alimenti: un tatuaggio all’hennè fatto ad un bambino può creare problemi che lo seguiranno anche da grande. Un giornale molto attento a questi temi è il Salvagente. Quelle che vi proponiamo sono notizie tratte da un solo numero, quello del 15-22 settembre 2011. E non è una cosa che rassicura.

La legge italiana stabilisce, per la pasta che deve essere mangiata dai bambini, un livello di micotossine più basso rispetto a quello ammesso nella pasta per adulti. Per questo, la Barilla si è vista costretta a scrivere sulle confezioni dei Piccoli (ebbene, sì, la pasta di semola mignon che si rivolge proprio ai bambini) che: “Sono inadatti ai minori di 3 anni”. Non solo sulla pasta, ma anche sui sughi dedicati proprio ai “piccolini”. Una notizia che si commenta da sola.

Le micotossine sono muffe che si attaccano al grano ma possono arrivare fino al piatto. Per contenerle è necessario scegliere cereali di prima qualità, innanzi tutto. La tossicità è nota: meno se ne assume, meglio è, sostiene l’Agenzia europea per la sicurezza alimentare. I limiti previsti per gli adulti sono di 750 mcg/kg, mentre per i bambini fino a tre anni di età la soglia deve essere al di sotto dei 200 mcg/kg.

Non va meglio per le donne in stato interessante che pensano di assumere farmaci per risolvere un mal di testa o cacciar via qualche doloretto. Il Salvagente segnala uno studio canadese, pubblicato sul “Canadian Medical Association Journal”, condotto su 4.700 donne che avevano subito un aborto spontaneo. Lo studio ha dimostrato che il principio attivo alla base del diffusissimo Moment ma anche di altri farmaci anti-infiammatori non steroidei, come Antalgil, Brufen, Buscofen, Cibalgina, Nurofen, ovvero l’ibuprofene, impedisce che l’impianto dell’embrione nell’utero materno avvenga correttamente.

Se assunti tra i quindici giorni precedenti il concepimento e la ventesima settimana di gestazione, i farmaci antidolorifici a base di ibuprofene aumentano di 2,4 volte il rischio di aborto spontanea e del 50 per cento quello di malformazioni cardiache del feto. Per le donne in attesa, meglio assumere paracetamolo, attualmente la sola molecola che i medici ritengono sicura per la salute dei nascituri.

Ma i bambini hanno di che preoccuparsi anche da attività innocenti come un tatuaggio all’hennè. Sono molti i genitori che per il loro bambini scelgono i tatoo temporanei. Che, secondo i pediatri, sono pericolosi. L’hennè al naturale è un colorante relativamente sicuro, si legge sull’articolo, ma l’aggiunta di parafenilendiamina, un additivo usato in Occidente per rendere il colore più lucido, brillante e duraturo, che si trova anche in alcune tinture per capelli e in altri prodotti, cambia le cose.

Proprio il diffondersi della mania dei tatuaggi temporanei per i più piccoli è la causa, secondo quanto pubblicato dalla rivista della Società italiana di pediatria, di un aumento significativo ed allarmante di casi di reazioni cutanee nei bambini che li hanno provati. Eczemi, e, qualche volta, anche cicatrici. E non basta: la sensibilizzazione potrebbe perdurare nel tempo, e manifestarsi anche nei confronti di altri oggetti che contengono lo stesso additivo, che si trova un po’ ovunque, dalla vernici al cuoio ai tessuti alla gomma.
Un po’ di prudenza, anche in questo caso, non guasta.

Per saperne di più: il sito del Il Salvagente






Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito