Immagine Musica

Elisa, il fascino del talento


Immagine È bastato un album per proiettare Elisa sulla scena della musica italiana con un ruolo da protagonista: quel disco si intitolava PIPES & FLOWERS e usciva nel 1997, poco più di quattro anni fa. A quei tempi Elisa era "solo" la nuova scoperta di una talent scout d'eccezione, Caterina Caselli, che l'aveva firmata due anni prima per la sua etichetta. Ma pensare che prima di allora Elisa non avesse fatto nulla equivale a sbagliarsi di grosso.
Nata a Monfalcone, in provincia di Gorizia (nelle cui vicinanze vive tuttora), Elisa era cresciuta con la passione per la musica e per l'arte, tra le poesie di Rudyard Kipling e quelle, certamente di tenore diverso, di Jim Morrison. Il mondo dello spettacolo la vede collezionare esperienze diverse e affascinanti, dal cabaret al piano bar, dall'orchestra di swing al gruppo punk, tutti elementi che vanno a costruire il profilo unico e al tempo stesso sfaccettato della sua originale personalità musicale.
Nel 1995 arriva l'incontro con Caterina Caselli, che dopo aver ascoltato alcuni dei suoi provini, decide di far lavorare Elisa - che scrive in inglese - direttamente negli Stati Uniti, a Berkley, cittadina celebrata proprio per la sua Scuola di Musica. Oltre a frequentare la scuola e i mille locali per musicisti che la circondano, Elisa lavora alle canzoni che comporranno il suo primo album, che sarà prodotto da un altro "grande" della musica internazionale: Corrado Rustici. Italiano ma ormai naturalizzato americano, Corrado Rustici ha alle spalle grandi successi come produttore di Zucchero, ma anche di Aretha Franklin e Whitney Houston. È lui a creare intorno ad Elisa lo staff giusto per un lavoro importante come PIPES & FLOWERS: preceduto dal singolo "Sleeping in your hand", il primo album di Elisa è uscito a settembre del 1997 e ha venduto fino ad oggi oltre 300.000 copie, grazie anche al successo dei successivi singoli, "Labyrinth" e "A feast for me". Nella primavera del 1998 PIPES & FLOWERS viene lanciato in tutt'Europa, mentre Elisa riceve il Premio Italiano della Musica (P.I.M.) come "Migliore rivelazione italiana dell'anno". Nell'ottobre dello stesso anno Elisa pubblica un nuovo singolo, "Cure me" prodotto da Darren Allison (Skunk Anansie, Spiritualized), singolo che viene incluso nella nuova versione in ristampa di PIPES & FLOWERS. Nel frattempo inizia il lavoro sul nuovo album: Elisa scrive e registra in casa i provini delle canzoni che andranno a farne parte, poi si trasferisce a Londra per iniziare la preproduzione dell'album. Alle nuove canzoni lavora un terzetto di straordinari produttori: oltre a Darren Allison affiancano Elisa Howie B (Bjork, U2, Negresses Vertes) e Roberto Vernetti. A loro si aggiungono Mauro Malavasi e Leo-Z, con i quali Elisa incide a Bologna le altre canzoni dell'album che, come da lei già anticipato in qualche intervista, dovrebbe intitolarsi "Asile", parola che non è altro che "Elisa" letta al contrario.
ASILE'S WORLD esce il 5 maggio del 2000, preceduto ancora una volta da un singolo di grande richiamo: "The gift", dedicato da Elisa a sua madre. L'album, che sancisce una svolta artistica sorprendente, schierandosi per la particolarità delle idee artistiche e lo sviluppo delle sonorità accanto alle migliori produzioni internazionali, ha venduto fino ad oggi oltre 250.000 copie, e regalato alle radio altri due ottimi singoli, "Happiness is home" e "Asile's world". Ma la storia dell'album non è finita: sorprendentemente la Sugar e Elisa decidono di partecipare al 51esimo Festival di Sanremo con la canzone "Luce (tramonti a nord est)", da lei scritta nel dicembre del 2000 con la collaborazione, per la parte relativa al testo in italiano, di Zucchero. Ad accompagnarla a Sanremo nell'esecuzione del brano gli archi del Solis String Quartet, e il successo arriva improvviso e meritato: Elisa si aggiudica il Festival di Sanremo 2001, e realizza uno splendido video del brano, in doppia versione, con la regia di Luca Guadagnino.
Nel frattempo è già ora di tornare a lavorare sul successore di ASILE'S WORLD, nuovamente sotto la guida di Corrado Rustici, già produttore di "Luce (tramonti a nord est)": due mesi di registrazioni negli Stati Uniti, poche settimane per il missaggio e l'album è pronto, fatto di canzoni che Elisa ha scritto nel corso dei numerosi spostamenti che hanno caratterizzato gli ultimi due anni: tournée, viaggi, Festival, permanenze in casa d'amici, sono state occasioni per scrivere, per provare, per completare le nuove canzoni. Preceduto, come è ormai consuetudine, da un singolo irresistibile come "Heaven out of hell", il 9 novembre 2001 è arrivato nei negozi THEN COMES THE SUN, il terzo album di Elisa. In copertina una foto scattata al Porto di Trieste (per le attività del quale Elisa ha scelto di essere testimonial), dentro, 12 canzoni dirette ed essenziali, prodotte da Corrado Rustici. Un nuovo cambiamento di assetto per Elisa, che dopo aver lavorato con grande metodo e profondità ai suoni del precedente lavoro ha deciso per THEN COMES THE SUN di mettere al centro dei riflettori le canzoni, arrangiandole nel modo più semplice e incisivo possibile. "Heaven out of hell" non è solo un singolo ma anche un video firmato dalla regia di Alessandro D'Alatri.
Il tour
Reduce dal successo italiano di Then comes the sun uscito in Italia il 9 novembre 2001, (170.000 copie vendute - disco di platino e disco d'oro), premiata al Premio Italiano della Musica - PIM 2001- come Miglior Artista Femminile e con "Luce (tramonti a nord est)" come Miglior Canzone, Elisa affronta una nuova primavera ricca di impegni italiani ed internazionali. Primo appuntamento la nuova tournée firmata Clear Channel, che ricca di un nuovo allestimento scenografico curato dalla stessa Elisa, debutta il 4 aprile 2002 da Ancona e toccherà le principali città italiane. La band che accompagna ELISA è la seguente: Giorgio Pacorig (tastiere) - Massimiliano Gelsi (basso) - Andrea Rigonat (chitarre) - Bruno Farinelli (batteria) Molte le tappe di questo nuovo tour che impegnano Elisa fino alla fine dell'estate. Il tour prevede per il mese di aprile eventi speciali e concerti in varie città da Ancona a Firenze, da Modena a Torino, da Milano a Lugano; seguiranno nuove date che toccheranno le altre principali città del centro e del sud Italia e che si protrarranno fino al mese di agosto. Nel corso della primavera 2002 è inoltre previsto il lancio internazionale dell'ultimo album di Elisa in una veste studiata appositamente per l'estero. L'album licenziato da Sugar a Sony uscirà internazionalmente su etichetta Epic e verrà distribuito nel mondo da Sony. Sarà quindi presente in oltre 20 paesi tra cui Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, e Olanda e si comporrà di una track list speciale. Nell'album saranno infatti inclusi alcuni brani tratti dai cd precedenti e “Come speak to me”, la splendida versione inglese del brano vincitore della 51esima edizione del Festival di Sanremo Luce (tramonti a nord est), versione che diventerà anche il singolo di punta e un video d'eccezione girato in Arizona per la regia di Philippe André (già regista di diversi video fra cui Hooverphonic, Roger Sanchez Morcheeba) Il lancio internazionale dell'album prevede come sostegno promozionale la partecipazione di Elisa a una tournée all'estero concordata tra Sugar e Sony nell'ambito del Levi's tour che vedrà Elisa protagonista in serate evento insieme ad artisti di altri paesi fra cui Anastacia e Shakira. Una primavera d'eccezione, una nuova sfida che consentirà ad Elisa e alla sua musica di raggiungere nuove frontiere.
ELISA IN TOUR
Lunedì 8 aprile 2002 – Firenze, Saschall
ora d'inizio 21.00
apertura porte 20.00
produzione Clear Channel
organizzazione P.R.G.- Firenze

Web: il sito ufficiale - Clearchannel



Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito