Immagine Leggi e diritti

I diritti dei cittadini
risponde l'avv. Marco Festelli, responsabile Confconsumatori Toscana

Prodotti e difetti, eredità, legittima, comunione dei beni, fideussioni: tanti problemi, tante risposte.

I termini per denunciare i difetti di un prodotto
“Avrei un quesito da porvi; premetto la nostra società rivende macchine per ufficio. Ci capita questo: 11.03, riceviamo da ns distributore un monitor Sony all'apparenza integro; 15.03, consegniamo il monitor al ns cliente che firma la fattura accompagnatoria e paga; 14.04, riceviamo una mail dove il cliente dice di non aver aperto la scatola fino alla sera prima e di aver riscontrato all'apertura che il monitor riportava un danno in un angolo. Il distributore dice che passato troppo tempo per poter aprire una pratica di dolo nei confronti del vettore. La Sony dice che la garanzia di 3 anni copre i difetti di mal funzionamento e non il dolo. Il cliente chiede a noi la sostituzione del prodotto in difetto minaccia il ricorso al legale. Quanto tempo ha un cliente per controllare, non il funzionamento del prodotto, ma il contenuto della scatola e quindi l'integrità del prodotto acquistato?”

Innanzitutto occorre distinguere il caso in cui il compratore sia consumatore o impresa.
Nel primo caso trova applicazione il decreto legislativo 24/2002 secondo il quale i difetti del bene venduti possono essere denunciati entro 60 giorni dalla scoperta (quindi siamo nei termini). Nel secondo caso trovano applicazione gli articoli 1490 e seguenti del codice civile e, in questo caso, la denuncia del difetto doveva essere fatta entro 8 giorni dalla scoperta del difetto.


Comunione dei beni
“Dopo aver contratto matrimonio con mia mamma (in comunione dei beni) mio padre ha ereditato l'appartamento in cui viviamo. L'immobile in questione rientra nel regime di comunione dei beni o mio padre potrebbe venderlo senza la firma di mia mamma?”

I beni avuti per successione, anche in costanza di matrimonio, sono da considerarsi prettamente personali e non fanno parte della comunione legale dei beni. Soldi, case e matrimoni in crisi “Gentile Avvocato, vorrei porle una domanda: sono sposata da 15 anni con la comunione dei beni, ho una figlia di 12 anni. Mio marito ha acquistato l'appartamento col mutuo prima del matrimonio. Ora i rapporti con mio marito non sono dei migliori e lui mi ha minacciato che vende l'appartamento anche senza il mio consenso perché dice che la casa è la sua, lo può fare? Abbiamo anche dei buoni fruttiferi e lui me li ha pretesi sono a nome di tutti e due li può estinguere?”.

Le proprietà acquistate prima del matrimonio non cadono in comunione sicché il marito è il proprietario esclusivo dell'appartamento acquistato prima delle nozze. Per quanto riguarda i buoni ritengo che ad essi si applicano le norme della comunione "de residuo" in forza delle quali il risparmio dei coniugi si presume essere di proprietà comune.


Fideiussione omnibus
“Nel 2003 circa sono diventata garante firmando una fideiussione omnibus per un massimale di 9000 euro circa ma non avendo più buoni rapporti con la persona per la quale ho prestato la mia garanzia mi chiedevo come si può recedere da tale vincolo. Ho inviato nel 2005 alla banca titolare una raccomandata a/r dove chiedevo la recessione del vincolo ricevendo alcuna risposta. Ovviamente il tipo di rapporto tra la banca e questa terza persona non è dei migliori. Ora mi chiedono per recedere circa 2.000 euro in contanti dandomi una liberatoria dove un domani potrò eventualmente richiedere la somma a questa terza persona con la garante. E' una procedura giusta cosa dovrei fare?”.

Per fornire un parere completo correrebbe leggere la fideiussione. Infatti la fideiussione omnibus sarebbe nulla per disposizioni del T.U. del 1993 sul credito. Per quanto dalla domanda capisco intanto che la garanzia non è considerabile omnibus perché almeno è previsto un limite massimo di 9.000 euro.


Vendita immobile costruito su terreno donato
“Gentile Avvocato, Le scrivo in quanto sono proprietaria di un immobile costruito su un terreno che mi è stato donato dai genitori. Essi sono ancora in vita ed in occasione della donazione mia sorella ha ricevuto in denaro una cifra di pari valore del terreno (firmando opportuna dichiarazione scritta). A questo punto volevo sapere se esistono problemi in caso di vendita di questo immobile e se l'immobile può essere oggetto di una svalutazione, causata appunto dalla donazione. Ringrazio per l'attenzione e per la risposta che cortesemente vorrà darmi”.

Il problema giuridico non esiste. O meglio quando si apriranno le successioni dovranno conteggiarsi le donazioni e verificare che non abbiano leso la quota legittima degli eredi legittimi. In questi casi è però difficile alienare il bene immobile poiché il terzo che compra non è coperto nel caso di violazione di legittima, in quanto l'erede pretermesso può riapprendere il bene entro 10 anni dalla morte del donante.


Inviate i vostri quesiti a: redazione@encanta.it
Attenzione: prima di inviare la tua domanda, controlla se in archivio è già presente una risposta ad un quesito simile.

Le risposte degli esperti sono indicative, ed a titolo gratuito. Le rubriche hanno lo scopo principale di fornire un servizio informativo al lettore, ed i quesiti vengono affrontati in ambito generale. Chi desideri pareri professionali dettagliati, che vanno al di là dello spirito di questa rubrica, è consigliabile che contatti un esperto direttamente. Non sono richiesti nè utilizzati dati personali. Delle e-mail non viene tenuto archivio, l'uso è solo temporaneo ed esclusivamente finalizzato alla rubrica giornalistica. L'invio della e-mail autorizza alla pubblicazione. Per consulenze private contattare direttamente l'esperto.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito