Immagine Grafologia

Le gelosie tra i fratelli appartengono alla letturatura più nota. Eppure l’esperienza insegna che queste gelosie non sono così scontate o necessrie: molto dipende dai genitori. È il caso quindi di riflettere, non solo sui comportamenti, ma anche sui pensieri, sulla comunicazione non verbale, sugli effetti che il nostro comportamento ha sui bambini. E regolarsi di conseguenza.

Fratelli: la radice delle gelosie

di Annarosa Pacini

Immagine “Ho una bambina di 4 compiuti ad aprile e un bambino arrivato a settembre. Da quando il fratellino è entrato nella relazione con me e con il papà in maniera partecipe con qualche lallazione che ricorda la parola mamma e i gesti di manipolazione degli oggetti, nonché il movimento verso le mie braccia, lei è in preda ad un comportamento irato, dispettoso e provocatorio. Il padre reagisce con fermezza e anche con qualche punizione ( ad esempio le vieta la visione dei cartoni di Raidue alle 8,00 - la minaccia di buttarle via i giochi se non li tiene in ordine). Personalmente, non condivido questa reazione anche se qualche volta il comportamento della bambina è così provocatorio da far scatenare la rabbia. Cosa consiglia? Qual è il modo giusto di comportarsi?”.

Carissima, nei comportamenti dei bambini vi sono sempre segni dei comportamenti degli adulti. Le gelosie tra fratelli sono un classico, nell’età evolutiva. Come pure i comportamenti che segnalano, in modo più o meno evidente, il disagio. A me piace, però, concentrarmi su tutti i fattori del processo: una sorella, un fratello, un padre, una madre. Il comportamento di un bambino ha sempre una causa. La gelosia non nasce dal nulla. E raramente appartiene al temperamento innato.
Se vostra figlia reagisce così, vuol dire che i vostri comportamenti non sono chiari: messaggi non univoci e discordanti creano dubbi e paure. La bambina dovrebbe poter condividere con voi l’amore per il fratellino, i suoi progressi, senza dispetti e provocazioni. E voi dovreste trovare in voi ancora più amore, e comprensione. La fermezza è utile, ma le ritorsioni e le minacce non sono fermezza, sono abuso di posizione di potere. Il dialogo e la comprensione sono fermezza. La capacità di rassicurare e tranquillizzare sono fermezza.
Quindi, dovreste prima guardare i vostri atteggiamenti. Siete cambiati? Avete meno tempo da dedicarle? Siete più assorbiti dal fratellino? E’ lui il “cocco” del papà? Inconsciamente, molti uomini sentono un legame più forte con il figlio maschio. Che razionalmente negano, ma che inconsapevolmente manifestano. Attraverso quei gesti che i bambini riescono a cogliere. Vostra figlia non reagisce tanto al fratellino, quanto a voi. Riflettiamoci insieme: il vostro bambino ha otto mesi. E la sorellina soltanto adesso diventa nervosa, perché balbetta qualche parolina, e muove di più le braccia? Cos’è, prima stava immobile e non faceva un gesto?
Qual è il modo giusto di comportarsi? Stare insieme. Parlare. E magari, trovare il tempo di guardare con lei i cartoni animati, divertendosi insieme, aiutarla a mettere a posto i giochi, e fermarsi a giocare con lei. Mentre il fratellino gattona nella stessa stanza. Tutti insieme, con amore.
Infine, i metodi educativi devono sempre essere concertati: dei “danni” che il comportamento di un genitore può provocare nella personalità del bambino, spingendone l’evoluzione in una direzione, anziché un’altra, è responsabile tanto il genitore che agisce secondo il suo impulso, tanto quello che non è d’accordo e lo lascia fare. L’equilibrio dei figli è legato all’equilibrio dei genitori, che è diretta emanazione dell’equilibrio del singolo. Altrimenti, c’è poco da stupirsi quando un bambino si comporta in modo diverso da quello che ci aspetteremmo. Segue solo gli insegnamenti che gli vengono dati.

Puoi seguire la dr.ssa Annarosa Pacini su:
- grafologiaevolutiva.it articoli, approfondimenti, eventi
- Annarosa Pacini, pagina ufficiale su Facebook
- "Comunicare per essere®", canale video su YouTube
- "Comunicare per essere®", canale podcast su iTunes



Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito