Immagine Grafologia

Il fascino della Grafologia

di Annarosa Pacini

Immagine "Salve, sono una ragazza di Pesaro. Ho frequentato due anni di Psicologia all'università di Urbino. Ho dato i miei esami, (non sono alla pari..) ma a questo punto queste materie non mi stimolano più e ho deciso di cambiare. Prima che scegliessi Psicologia avevo più volte considerato il diploma in Grafologia ma mio padre me lo ha nettamente sconsigliato… anche perché non era una laurea come invece lo è diventato adesso...! Sono stata ad ascoltarlo e ho abbandonato l'idea.. A questo punto, però, con la mancanza di stimoli che mi fornisce la mia laurea ho deciso di riavvicinarmi a quello che è stato il mio iniziale interesse. Tutti mi dicono che non mi porterà nulla, visto il poco personale richiesto, e mi continuano a dire che prima ci vuole una laurea in Psicologia… ma io non ho alcuna intenzione di continuare una cosa che non mi piace. Lei cosa dice? Io sono estremamente affascinata da questa materia soprattutto dopo che ho fatto, lo scorso anno, un corso serale. Mi dica la sua opinione, visto che di queste cose mi sembra abbia un'ampia conoscenza. Grazie". Silvia

Cara Silvia, la domanda che mi poni non è semplice. Come non è mai facile dare un consiglio su una scelta, come il corso di studi universitario o la professione, che può davvero condizionare un’esistenza, in senso positivo, o meno, anche se si tratta soltanto di un parere. Vi sono molte variabili in gioco: le tue aspirazioni personali, la “spendibilità” di un titolo di studio, le motivazioni. Quanto dice tuo padre non è del tutto errato, ma neanche l’unico aspetto di cui si possa tener conto. Innanzi tutto, dipende dal tipo di lavoro che vorresti fare. Se pensi ad una carriera dipendente in una Azienda Sanitario Locale, o in una scuola, o simili, al momento certo il titolo di Grafologo non ha la stessa spendibilità di quella di Psicologo, sebbene le richieste non siano più numerose come una volta, proprio perché molti sono gli psicologici disponibili. In verità, vi sono lauree che da sempre pagano questi “scotti”. Pensa alla laurea in Pedagogia: vi sono state nel tempo specializzazioni in Psicologia dell’Età evolutiva, del lavoro, etc. Ma spesso i concorsi degli Enti pubblici ancora oggi non equiparano la laurea in Pedagogia a quella in Psicologia, neanche dove gli argomenti e le competenze lo consentirebbero. Credo che per il grafologo possa essere la stessa cosa. Se invece la tua aspirazione è quella di una carriera da libero professionista, le cose cambiano. Le componenti da tener presenti sono due: da una parte, sempre le richieste del mercato, dall’altra, la bravura del professionista. Un bravo grafologo, con un’ottima preparazione – certo anche in discipline psicologiche – ha le stesse chances che possa avere uno psicologo, o un pedagogista. Certo, magari qualche difficoltà in più all’inizio. Inoltre, dovresti anche chiederti quale settore ti piacerebbe di più: il settore della grafologia giudiziaria, che potrebbe sfociare in un’attività come perito presso i tribunali, quello dell’orientamento professionale, ottima per un consulente, e così via. Mi sembra strano che non ti piacciano le materie che si insegnano per la laurea in Psicologia, e ti piacciano quelle grafologiche. In realtà, a parte i corsi strettamente grafologici, non vi sono poi così tante differenze. Infatti, io trovo molto stimolante la Psicologia, e per questo anche la Grafologia. Alla base, vi è lo stesso interesse per l’uomo. Visto che hai la fortuna di avere Urbino vicino, avresti anche la possibilità di frequentare un corso indubbiamente di grandissima qualità. Non so quale fosse il livello del corso serale: amatoriale, propedeutico, semi-professionale. Ma ricorda che la Psicologia ha un’importanza fondamentale anche per il Grafologo. Quello che dovresti fare, secondo me, oltre a chiarirti il modo in cui vorresti entrare ed operare nel mondo del lavoro, è capire quali sono le motivazioni, e soprattutto informarti bene sulle materie e gli esami per il corso di Grafologia. Accertati, insomma, che la tua sia una passione reale, e non ideale. Altrimenti, anche la Grafologia potrebbe non darti più gli stimoli che adesso pensi possa darti. Non basta essere affascinati da un’idea, o un argomento, per dare il meglio di noi. Bisogna anche essere disponibili a faticare quanto necessario per raggiungere i nostri obiettivi. In ogni caso, auguri: qualunque sia la tua scelta, che sia quella giusta.


Per saperne di più
Immagine Grafologia: arte o scienza? Immagine La scrittura, simbolo e linguaggio Immagine Nella scrittura, la mente e la storia Immagine I segreti della mano Immagine La psicofisiologia della motricità grafica Immagine Evoluzione ed invecchiamento dalla scrittura Immagine Alla scoperta della Grafologia Immagine Il significato degli scarabocchi Immagine L'autenticità della scrittura Immagine Dimmi che disegni fai Immagine I significati della scrittura: lo stampatello e i cambiamenti



Puoi seguire la dr.ssa Annarosa Pacini su:
- grafologiaevolutiva.it articoli, approfondimenti, eventi
- Annarosa Pacini, pagina ufficiale su Facebook
- "Comunicare per essere®", canale video su YouTube
- "Comunicare per essere®", canale podcast su iTunes



Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito