Immagine Beneasapersi

Glaucoma: la malattia che ruba la vista

"Occhio all'occhio" è la prima campagna nazionale per la prevenzione del glaucoma. Una malattia che, se non curata precocemente, può portare alla cecità. Sul sito troverete anche le risposte alle domande più frequenti.

Informazione e diagnosi precoce
La campagna ha come obiettivo quello di creare una nuova cultura del glaucoma in Italia attraverso una corretta informazione diretta all'opinione pubblica atta a prevenire l'insorgenza della malattia e consentire una diagnosi precoce. Occhio all'occhio si avvale della collaborazione dei medici di famiglia (FIMMG) e specialisti (SOI-AMOI) con il contributo di Pharmacia. Occhio all'occhio vive il momento più importante nel mese di novembre, mese della lotta al glaucoma, in cui sono organizzate iniziative sull'intero territorio nazionale con lo scopo di richiamare l'attenzione della gente sulla necessità di controlli periodici.

Che cos'è
Il glaucoma è una malattia oculare in cui la pressione interna dell'occhio sale al punto da danneggiare il nervo ottico. Il danneggiamento del nervo ottico ha come conseguenza un progressivo deteriorarsi della funzione visiva che, in assenza di cure adeguate, può portare alla cecità permanente. Secondo recenti stime in Italia sono circa 550.000 i pazienti accertati, un dato che sta crescendo di pari passo con una maggiore conoscenza del problema ai diversi livelli scientifici e sociali. In termini percentuali ciò significa il 2% della popolazione italiana sopra ai 40 anni con maggiore prevalenza al nord (48%), seguito dalle isole (28%) e dal centro (24%).

Tipologie
Glaucoma primario ad angolo aperto, glaucoma primario ad angolo chiuso, glaucoma congenito, glaucomi secondari.

Il glaucoma primario ad angolo aperto è la forma più frequente ed insidiosa. Colpisce soprattutto pazienti di età superiore ai 40 anni ed è tendenzialmente ereditaria. È responsabile del 13% dei casi di cecità. Il glaucoma primario è comunque curabile, se preso in tempo. È, perciò, importante una diagnosi tempestiva del male.

Il glaucoma primario ad angolo chiuso, diversamente dalle altre forme, ha una modalità di insorgenza repentina. Colpisce occhi predisposti a causa di una particolare conformazione.

Il glaucoma congenito è una forma molto rara che si sviluppa subito dopo la nascita per una malformazione congenita dell'angolo irido-corneale. Questa forma necessita di un intervento chirurgico precoce.

I glaucomi secondari rappresentano la conseguenza di altre malattie oculari, di traumi o di effetti indesiderati di alcuni farmaci. Possono essere sia ad angolo aperto che ad angolo chiuso ed avere causa oculare oppure extraoculare. Il glaucoma secondario può, ad esempio, presentarsi nel corso di diabete o di cataratta in fase avanzata conoscerlo Il glaucoma è una malattia complessa i cui segni e sintomi possono essere talora sfumati se non addirittura camuffati da altre patologie. Per questo è definito "il ladro silenzioso della vista". La corretta diagnosi del glaucoma può essere eseguita soltanto da un medico oculista attraverso una serie di indagini semplici ed indolori. Il primo esame si chiama tonometria e consiste nella misurazione del livello della pressione interna oculare. Questo esame è fondamentale per una diagnosi precoce e dovrebbe essere eseguito da uomini e donne di età superiore ai 40 anni.
In caso di valori anomali, il medico provvederà ad eseguire due accertamenti:
1. lo stato del fondo dell'occhio, per valutare lo stato di salute del nervo ottico
2. lo studio del campo visivo per mettere in evidenza eventuali zone in cui la visione è perduta.

Curarlo
Perché la terapia sia efficace è necessario che la diagnosi sia precoce. Una volta identificata la presenza della malattia è possibile curarla con successo, purché non sia già in fase avanzata. La cura consiste nella diminuzione della pressione oculare, che viene riportata entro valori non dannosi attraverso semplici colliri o, nei casi più gravi, attraverso l'intervento chirurgico. La consapevolezza di essere affetti da glaucoma può peggiorare notevolmente la qualità della vita del paziente. Si tratta di una malattia cronica che necessita di cure per tutta la vita e che mette seriamente a rischio la vista. Inoltre lo stile di vita è condizionato dalla necessità di praticare le medicazioni più volte al giorno. Il paziente diviene spesso ansioso e timoroso di dimenticare o di non eseguire correttamente le medicazioni. Tutto ciò può essere evitato con un'adeguata informazione ed un buon rapporto con il proprio oculista. Deve essere chiaro che la pericolosità del glaucoma deriva essenzialmente dal fatto di essere spesso diagnosticato tardi. Una volta effettuata la diagnosi, però, i pericoli sono notevolmente ridotti.

L'etimologia
Per i greci la parola glaukos significa "del colore del mare". A questo proposito Platone dice espressamente che la mescolanza del bianco al blu e al verde determina il color glauco. Glaucos omma è, quindi, un occhio la cui pupilla ha il riflesso verdastro dell'acqua marina. I greci, dunque, con questo termine non intendevano identificare una precisa malattia dell'occhio, ma solo un caratteristico aspetto del colore della pupilla comune a differenti patologie tra loro spesso confuse, prima fra queste la cataratta.

Per saperne di più vai al sito: occhioallocchio.it


Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito