Immagine Attualità

Verifiche pensioni: riduzioni in arrivo?


Saranno ridotte le prestazioni per coloro che, sulla base degli elementi forniti compilando il questionario inviato dall'INPS, risultassero ricevere importi più elevati di quelli spettanti. Aumenti delle prestazioni, invece, per coloro che, in base alla recente verifica, risultassero in situazione di merito.
Immagine


L'INPS comunica che in seguito alla verifica dei modelli reddituali relativa agli anni 96/98, tutti i pensionati stanno ricevendo tramite Postel lettere personalizzate dove viene indicato a ciascuno, l'esito della lettura dei modelli a suo tempo inviati. Dal primo settembre sono partiti gli aumenti per coloro che in seguito ai riscontri reddituali avessero maturato tale diritto. Dal primo novembre, con due mesi di ritardo, saranno ridotte le prestazioni a coloro che sulla base delle dichiarazioni presentate, si trovassero a percepire importi più elevati di quelli spettanti. Quanto al recupero delle prestazioni indebite arretrate, considerata la delicatezza del problema, l'INPS ha sospeso qualsiasi iniziativa al fine di poter procedere ad una analisi completa del fenomeno e prospettare specifiche soluzioni alle Parti Sociali ed al Governo.
Molti pensionati temono di perdere il diritto acquisito con tanta fatica, e lavoro. C'è davvero da temere? Risponde la d.ssa Paola Rizzo, Responsabile Relazioni Esterne dell'Ufficio INPS di Grosseto.
"È indispensabile precisare che alcune prestazioni erogate dall'Istituto sono legate al reddito (integrazione al trattamento minimo della pensione, maggiorazione sociale, assegni per il nucleo familiare trattamenti di famiglia ecc.). Per tale motivo è necessario essere a conoscenza di tali redditi, che non comportano necessariamente la revoca della prestazione concessa: in taluni casi possono risultare ininfluenti, in altri portare ad una riduzione o ad un aumento degli importi attualmente posti in pagamento. È obbligatorio fornire tali dati, perché la mancata risposta produrrà, una volta svolti tutti i solleciti necessari, a bloccare quella parte di prestazione che è legata al possesso di determinati redditi. I Caf sono informati in merito e i pensionati non devono assolutamente allarmarsi per tali verifiche: lo dimostra il fatto che per le situazioni debitorie che si sono create per il periodo 96/98, l'INPS ha sospeso qualsiasi iniziativa di recupero al fine di poter procedere ad una analisi completa del fenomeno e prospettare specifiche soluzioni alle Parti Sociali ed al Governo, considerata la delicatezza del problema con riferimento alle fasce più deboli della popolazione".

Prosegue la campagna RED relativa alla nuova emissione dei modelli reddituali per gli anni 1999/2001 che interessa tutti i soggetti titolari di prestazioni legate al reddito. I pensionati interessati devono rivolgersi ai CAF o ai soggetti abilitati (consulenti tributari, ragionieri commercialisti, consulenti del lavoro, dottori commercialisti) per la presentazione di tali modelli. L'assistenza sarà loro fornita gratuitamente.

Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito