Immagine Attualità

Fumatori alla gogna: favorevoli e contrari
di Franco Passarini


Immagine LA LEGGE
Divieto di fumare negli ambienti chiusi accessibili al pubblico: esercizi commerciali, ristoranti, bar, ma anche studi medici, uffici, scuole. In questi luoghi, come anche sugli autobus o nelle stazioni, al bando le sigarette. Per controllare che i fumatori rispettino il divieto, arriveranno i controllori, che avranno il compito di far rispettare le norme antifumo là dove sono in vigore. Multe da 100 a 300 mila lire per i trasgressori.

FUMATORI

Sigaretta, scelta di vita
Aurelio, 40 anni, fumatore da 25
"Per me, è una cosa assurda. Fumare è un diritto, una cosa che riguarda la libertà del singolo. Come si fa, a vietare di fumare? Qui la strada che si prende è brutta, come quegli stati americani che ti dicono anche come devi fare l'amore, e se un uomo lo vuole fare in una posizione un po' diversa, la moglie lo può denunciare, e farlo finire in galera. È una scelta di vita, come chi va al bar a giocare a carte, chi ha l'hobby della pesca. Iniziano dalle sigarette, e andrà a finire che ci vorranno controllare in ogni cosa, altro che Grande Fratello in tv, il Grande Fratello esiste per davvero".
Non è vero che fa male
Marisa, 63 anni, fumatrice da 40
"Senti, secondo me non c'è nessun motivo. Il fumo fa male? Farà male come il caffè, o il telefonino. Tutto fa male, e tutto fa bene. Ognuno saprà da sé come regolarsi. Io fumo da quarant'anni. Un pacchetto al giorno, adesso, prima anche di più. Bevo sei o sette caffè al giorno, e per me sono dei piaceri, come un lusso che concedo a me stessa. E non ho mai avuto un problema di salute, né tosse, o problemi di pressione. Perciò, andatelo a raccontare a qualcun altro, che le sigarette fanno male. È tutta una scusa, Veronesi lo fa per farsi vedere, ora fa il ministro della Sanità. Pensasse ai problemi veri, alle persone anziane che se non hanno i soldi nemmeno più le medicine gli passano, e non si possono curare, altro che le sigarette".
Vietiamo l'uso dei cellulari in pubblico
Evandro, 42 anni, fumatore da 12
"Io fumo poco, tre o quattro sigarette al giorno, dopo i pasti, di solito, per me è come relax. E non disturbo nessuno, ci sto attento. Chissà perché se la sono presa proprio con noi, una specie di caccia alle streghe. Allora, se il motivo è la tutela della salute, ed il disturbo, che si vieti a tutti di usare i cellulari nei luoghi pubblici, ai ristoranti, negli studi medici, sugli autobus. Fanno male alla salute anche loro, e disturbano lo stesso. Vorrei proprio vedere che verrebbe fuori".

NON FUMATORI

È giusto difendere la salute pubblica
Alfredo, 28 anni, mai fumato
"Io credo che sia giusto regolamentare il fumo nei luoghi pubblici. È scientificamente provato che il fumo faccia male, ed è giusto difendere la salute pubblica. In fondo, non si vieta al fumatore di fumare, ma gli si chiede soltanto di farlo dove non disturba gli altri. Mi pare giusto".
Tanto servirà a nulla
Chiara, 41 anni, ex fumatrice
"Io ho fumato per una decina di anni, dai 16 ai 26 anni. Ho dovuto smettere, perché sono arrivata ad un certo punto che avevo i denti gialli, non potevo fare neanche una corsetta che mi mancava il fiato. Insomma, io ho smesso per la mia salute, perché mi sono accorta che fumare mi faceva male, non me lo ha dovuto imporre nessuno. Ma noi siamo una famiglia di fumatori, i miei fumano da quando me ne ricordo. I divieti non serviranno a niente: chi vuole che, in un ristorante, dica ai propri clienti di smettere, con il rischio, magari, di perderli. E non credo che realizzeranno delle sale separate, potrebbero farlo in pochi, solo chi ha molti soldi da spendere. Andrà a finire che le cose non cambieranno, magari ci potrà essere più attenzione da parte di qualche fumatore, ma la legge non servirà a nulla".
Che coraggio mettersi contro il business
Alessandra, 30 anni, mai fumato
"Guardi, finché non lo vedrò diventare una realtà con i miei occhi, non ci crederò. Non mi sarei mai aspettata che lo avrebbero fatto: la vendita delle sigarette è un grandissimo business, dove ci guadagnano tutti, e quando si vanno a toccare gli interessi delle lobbies, le cose di fanno difficili. Perciò, tutto il mio rispetto al ministro e al suo coraggio. Speriamo che ci riesca".


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito