Immagine Attualità

Sorpassi azzardati sulle strade: nuovo sistema di controllo a distanza


Immagine I sorpassi vietati sono una delle principali cause degli incidenti stradali. Per questa ragione, la Polizia di Stato ha avviato un nuovo sistema di rilevamento collegato con il centro elettronico di Settebagni, alle porte di Roma. L'impianto, fornito di telecamere con occhio elettronico, è in grado di produrre un filmato ad alta definizione che registra i cinque secondi precedenti e i dieci successivi all'infrazione commessa, individuando il numero di targa della vettura e i dati del conducente. La prima telecamera sperimentale è già in funzione. Prossimamente, in vista del periodo estivo, sono previste ulteriori installazioni.

La notizia arriva direttamente dal sito del Governo Italiano. Secondo il Codice della Strada (art. 142 e 148 del C.d.S.) è possibile accertare le violazioni alle norme sulla velocità e sul sorpasso dei veicoli anche in un luogo diverso da quello in cui avvengono, utilizzando dispositivi di controllo a distanza (telecamere, autovelox, pro vida). Le nuove disposizioni, fissate nell'articolo 4 della legge 168 del 1/08/2002, disciplinano infatti l'utilizzo di dispositivi tecnici di controllo a distanza, senza la contestazione immediata dell'infrazione al guidatore.
I sorpassi
I sorpassi vietati sono una delle principali cause degli incidenti stradali. Per questa ragione, la Polizia di Stato ha avviato un nuovo sistema di rilevamento collegato con il centro elettronico di Settebagni, alle porte di Roma. L'impianto, fornito di telecamere con occhio elettronico, è in grado di produrre un filmato ad alta definizione che registra i cinque secondi precedenti e i dieci successivi all'infrazione commessa, individuando il numero di targa della vettura e i dati del conducente. La prima telecamera sperimentale è già in funzione sulla via Salaria, in provincia di Rieti a circa sessanta chilometri da Roma. Prossimamente, in vista periodo estivo, sono previste altre installazioni. L'intento è principalmente quello di prevenire la guida azzardata: tutte le apparecchiature, anche se la loro collocazione cambierà frequentemente, saranno presegnalate proprio per incentivare i conducenti ad una guida più sicura.
L'eccesso di velocità
Secondo l'art.142 del Codice della Strada: "Ai fini della sicurezza della circolazione e della tutela della vita umana la velocità massima non può superare i 130 km/h per le autostrade, i 110 km/h per le strade extraurbane principali, i 90 km/h per le strade extraurbane secondarie e per le strade extraurbane locali, ed i 50 km/h per le strade nei centri abitati, con la possibilità di elevare tale limite fino ad un massimo di 70 km/h per le strade urbane di scorrimento, previa l'apposizione degli appositi segnali".
Le apparecchiature destinate a controllare l'osservanza dei limiti di velocità devono essere costruite in modo da raggiungere detto scopo fissando la velocità del veicolo in un dato momento in modo chiaro ed accertabile, tutelando la riservatezza dell'utente. Le violazioni alle norme sui limiti di velocità possono essere contestate sia attraverso strumentazioni per il controllo a distanza, sia attraverso il fermo e la contestazione immediata della violazione (per esempio il telelaser), sia attraverso quelle che consentono la contestazione differita ai sensi dell'articolo 201 del C.d.S: in quest'ultimo caso nel verbale dovranno essere specificati i motivi che hanno impedito la contestazione immediata dell'illecito.
Per saperne di più: il Dossier sul nuovo Codice della Strada


Come funzionano i sorpassometri
Il "cuore" del nuovo sistema tecnologico è costituito alla porte della capitale. Gli occhi elettronici delle telecamere puntate sulle strade riprendono e trasmettono le immagini via gprs ad un supercomputer che si trova nel centro elettronico della polizia stradale a Settebagni, alle porte di Roma. La piattaforma software è capace di interpretare il segnale e di rimandarlo in automatico, questa volta utilizzando la rete intranet del ministero dell'Interno, alla sala operativa del comando provinciale di polizia competente. L'operatore della Stradale in servizio, che riceve il flusso di immagini in tempo reale, ha la possibilità di verificare i sorpassi vietati richiedendo un filmato ad alta definizione che registra i 5 secondi precedenti e i dieci successivi all'infrazione commessa, individuando così anche il numero di targa della vettura e i dati del conducente. Le immagini saranno poi utilizzate per la contestazione del verbale. Per saperne di più: Polizia di Stato

Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito