Immagine Attualità

Crocifisso nelle aule scolastiche: italiani favorevoli

Immagine È recente la notizia della sentenza emessa dal Consiglio di Stato che ha stabilito che il crocifisso debba rimanere nelle aule perché “è simbolo idoneo ad esprimere l’elevato fondamento dei valori civili” che hanno un'origine religiosa, ma “che sono poi i valori che delineano la laicità nell’attuale ordinamento dello Stato”. L’Eurispes, all’inizio del 2006, ha realizzato un’indagine finalizzata a misurare la percezione di questa tematica presso l’opinione pubblica.

Si tratta di dati messi a punto per il Rapporto Italia 2006, ma non ancora pubblicati integralmente.
Lontani da tentazioni zapateriste e laiciste l’80,3% degli intervistati ha dichiarato di essere favorevole al crocifisso nelle scuole e nelle Istituzioni statali.
Più empatico l’atteggiamento dell’8,5% del campione che sostiene che il crocifisso vada esposto, a patto che non urti la sensibilità di altre fedi.
Decisamente inferiori le percentuali di coloro che ritengono ingiusto esporre il crocifisso perché ciò limiterebbe la libertà di culto delle altre religioni (5,3%) o comunque non rispetterebbe le altre confessioni religiose (5,2%).
In particolare, gli intervistati che si dichiarano cattolici rappresentano la maggior parte di coloro, l’87%, che sono favorevoli all’esposizione del crocifisso nelle scuole, contro il 31,8% dei non cattolici. Questi ultimi invece si dichiarano in misura maggiore favorevoli (15,5%) rispetto ai cattolici (7,5%) all’esposizione del crocifisso a patto che non urti la sensibilità di altre fedi.
Per quanto riguarda l’area geografica di provenienza degli intervistati, i più favorevoli all’esposizione del crocifisso sono quelli di Centro (81,4%), seguiti da quelli del Sud (81,1%), dagli abitanti delle Isole (80,3%). Leggermente più basse le percentuali dei favorevoli a Nord-Est (79%) e Nord-Ovest (79,8%).
Sono le donne (82,6%) rispetto agli uomini (77,8) ad esprimersi favorevolmente su questo tema. Anche gli intervistati di sesso maschile (10,3%) sono più propensi rispetto alle donne (6,8%) all’esposizione del crocifisso nelle scuole, sempre che non urti la sensibilità di altre fedi.
Al crescere dell’età aumenta la percentuale dei favorevoli: il 64,2% tra i 18-24 anni, il 66,7% dai 25 ai 34 anni fino ad arrivare all’84,1% nella fascia d’età tra i 35-44 anni e il 93,2% tra gli ultrasessantacinquenni.
Una correlazione inversa emerge invece nell’analisi del titolo di studio degli intervistati: se tra coloro che non hanno alcun titolo di studio o licenza elementare i favorevoli sono il 93,7% tra i laureati questa percentuale scende al 60,5%.
Rispetto all’area politica di appartenenza una percentuale maggiore di favorevoli si registra tra coloro che si dichiarano di destra (93,4%), di centro (85,4%) e di centro-destra (83,3%) contro il 75,7% di chi si colloca a centro-sinistra e il 52,3% degli intervistati di sinistra.



Per saperne di più: www.eurispes.it


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito