Immagine Attualità

Privacy ad hoc per avvocati ed investigatori

Immagine Il codice di deontologia per avvocati e investigatori privati, pubblicato nella GU del 24 dicembre 2008, è entrato in vigore l’1 gennaio 2009. Il codice fissa le tutele per il trattamento dei dati personali dei clienti da parte di avvocati e investigatori privati, dalla fase propedeutica all'instaurazione di un giudizio fino a quella successiva alla sua definizione.

Il rispetto del codice costituisce la condizione essenziale per la liceità e la correttezza del trattamento dei dati personali. Queste le nuove regole di condotta.
Avvocati e investigatori privati potranno informare la clientela, anche oralmente, in modo semplice e colloquiale, sull'uso che sarà fatto dei loro dati personali. L'informativa scritta può anche essere affissa nello studio o pubblicata sul sito web.
Il codice specifica che avvocati e investigatori privati debbono adottare adeguate misure di sicurezza dei sistemi informatici, per evitare accessi abusivi o furti di dati, e custodire con cura fascicoli e documentazione, in modo da evitare che personale non autorizzato o estranei possano prenderne visione.
In particolare, gli avvocati debbono fornire concrete istruzioni al personale di studio, affinché si pongano speciali cautele in caso di utilizzo di registrazioni audio/video, di tabulati telefonici, di perizie ecc., e vigilare affinché si eviti l'uso ingiustificato di informazioni che potrebbero comportare gravi rischi per il cliente.
Una volta estinto il procedimento o il mandato, atti e documenti possono essere conservati (in originale o in copia), solo se necessari per altre esigenze difensive della parte assistita o dell'avvocato.
Gli investigatori privati, da parte loro, non possono intraprendere di propria iniziativa investigazioni, ricerche o altre forme di raccolta dei dati: le investigazioni sono lecite solo se l'incarico è conferito per iscritto da un difensore o da un altro soggetto.
L'incarico ricevuto va eseguito personalmente; ci si può avvalere di altri investigatori privati solo se nominati all'atto del conferimento (o anche successivamente purché tale possibilità sia stata prevista).
Conclusa l'attività investigativa e comunicati i risultati al difensore o a chi ha conferito l'incarico, i dati raccolti devono essere cancellati. L'archivio deve essere periodicamente controllato e contenere unicamente informazioni pertinenti ed indispensabili.

Fonte: Autorità Garante per la protezione dei dati personali


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito