Immagine Attualità

Sigarette: no prima dei sedici anni

Immagine Fumo: oggi è più difficile per un minore di 16 anni acquistare sigarette in tabaccheria.

Parte la terza campagna nazionale ‘Noi non dobbiamo fumare’ realizzata dal Moige e dalla Federazione Italiana Tabaccai: secondo l’indagine condotta da SWG per il Moige, oggi per un minore di sedici anni e’ più difficile acquistare sigarette in tabaccheria. Infatti la percentuale dei tabaccai che nel 2007 dichiarano di essersi rifiutati di vendere sigarette ai minori di 16 anni, come previsto dalla legge, è quasi raddoppiata rispetto all’anno precedente (53% rispetto al 30%), mentre si dimezza la quota di quanti ammettono di non essersi mai o quasi mai rifiutati di vendere sigarette ad un minore di 16 anni (17% rispetto al 35%): dal confronto di questo dato col consumo purtroppo ancora ricorrente di fumo da parte dei minori, emerge comunque un trend positivo che fa ben sperare come disincentivo per il futuro.
Anche i genitori, altra categoria a cui è rivolta la campagna, dimostrano di conoscere meglio il divieto: i ragazzi che dicono di esser stati mandati dai genitori a comprare le sigarette diminuiscono rispetto al 2006 (sono il 76% rispetto all’81% dell’anno precedente i tabaccai che dichiarano questa modalità da parte dei ragazzi)
“Noi non dobbiamo fumare” è una campagna itinerante sulla prevenzione all'accesso al fumo tra i minori, rivolta ai genitori ed ai tabaccai, l’importanza della quale è dimostrata dal fatto che 1 genitore su 3, prima di incontrare il bus del Moige, non sapeva che esistesse una legge che vieta la vendita di sigarette ai minori di 16 anni.
Oggi, rispetto a due anni fa, è più difficile per un minore di 16 anni acquistare sigarette in tabaccheria, e gli stessi tabaccai dimostrano di essere più consapevoli della propria responsabilità e di conoscere con molta più precisione la legge che impone il divieto di vendita ai minori di 16 anni: è questo il primo dei risultati interessanti emersi dal sondaggio condotto da SWG per il Moige.
Sui tabaccai intervistati nelle regioni dove il bus del tour “Noi non dobbiamo fumare” ha fatto tappa infatti, nel 2007 la percentuale di quelli che hanno dichiarato di rifiutarsi spesso di vendere sigarette ai minori di 16 anni è quasi raddoppiata (53% rispetto al 30% dell’anno prima) mentre si dimezza la quota di quanti ammettono di non essersi mai o quasi mai rifiutati di vendere sigarette ad un minore di 16 anni (17% rispetto al 35%). Un dato che assume particolare importanza soprattutto in relazione al contenuto aumento di minori di 16 anni che si presentano ogni giorno in tabaccheria per acquistare sigarette (una media di 11 rispetto ad 8 dell'anno precedente).
Inoltre il 56% dei tabaccai rispetto al 48% dell’anno precedente dichiara di ritenere giusto che siano i tabaccai a svolgere questo tipo di controllo sui giovani. Ancora, passa da 75% all’ 82% la percentuale di tabaccai che denota la conoscenza della norma che vieta di vendere sigarette ai minori di anni sedici..
“Oggi” ha dichiarato Maria Rita Munizzi, Presidente Nazionale del Moige, “dopo tre anni, possiamo dire che importanti risultati sono stati raggiunti sia per quanto riguarda la sensibilizzazione di genitori e bambini, sia per quanto riguarda l’applicazione del divieto di vendita di tabacco ai minori di sedici anni: oggi è più difficile per chi non ha ancora raggiunto i sedici anni acquistare sigarette nelle tabaccherie, e questo, a lungo termine, porterà inevitabilmente i suoi frutti.
Spetta comunque in primis a noi genitori, per quanto possibile, evitare che i bambini inizino a fumare e che, senza che se ne accorgano, questo possa diventare un’abitudine dannosa. Sappiamo tutti infatti che fumare è tanto più grave quanto più tenera è l’età in cui si comincia”.
La campagna è promossa dal Moige, insieme alla Federazione Italiana Tabaccai, con il patrocinio dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, Istituto per gli Affari Sociali (già Istituto Italiano di Medicina Sociale) e ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, con il contributo di British American Tobacco Italia, Imperial Tobacco Italy, Jt International Italia, della Philip Morris Italia e il supporto logistico di Logista.

Per saperne di più: il sito noinondobbiamofumare.it


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito