Immagine Attualità

La Donna del Terzo Millennio: intraprendente e "tradizionale"


Immagine Presentata a Milano una ricerca che illustra il profilo della donna del terzo millennio. I risultati, lontani dagli stereotipi, ci restituiscono l'immagine di una donna emancipata, capace di vivere, rielaborare e personalizzare i modelli culturali proposti dai media. Ma che ancora vede nella famiglia il luogo deputato alla realizzazione, sebbene una percentual consistente ambisca anche alla realizzazione professionale.

Indipendenti, intelligenti e belle: un quadro tranquillizzante o una miccia accesa? L'indagine promossa da Lines e coordinata da Alberto Abruzzese della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell'Università la Sapienza di Roma ha coinvolto 1.656 donne (il 54% delle quali ha meno di 25 anni) che si sono raccontate davanti ad una telecamera su temi del loro quotidiano: sentirsi donna, trasgressione e anticonformismo, moda, famiglia e lavoro, cura del corpo, chi vorresti essere.
Giovani donne in evoluzione, decise, sicure, moderne ma soprattutto, indipendenti, dinamiche, forti. Donne felici di essere donne, protagoniste di nuovi scenari che si avvicinano più ad un processo antropologico e psicologico che sociale. Dunque, miccia accesa pronta ad esplodere con effetti dirompenti nella società?
"Trovo molto interessante e provocatorio oltre che significativo - ha dichiarato Alberto Abruzzese - data la permanenza di culture profondamente ostili ai valori delle strategie di marca e di prodotto della società dei consumi diffusi, il fatto che un prodotto legato all'igiene, come Lines, mostri di essere definitivamente slittato dalla sua passata dimensione di civilizzazione ad una funzione di pretesto per ben altra dimensione: le forme e i contenuti con cui il mondo si trasforma, si fa sensibile in modo diverso".
1.656 donne, un campione numericamente consistente, omogeneo e equidistribuito (37%al nord; 33% al centro; 30% sud e isole); mediamente colto (il 66% è in possesso di un diploma); nubile (il 78%), che ha permesso di stendere un profilo femminile attuale e autentico attraverso tante micro-narrazioni.
Sentirsi donna non è legato ad un'esperienza legata al corpo: il 32% delle intervistate dichiara di essersi sentita donna per la prima volta attraverso un'esperienza di tipo affettivo e di riconoscimento da parte dell'altro. Solo il 9% cita la prima esperienza sessuale come definente la propria identità femminile. L'attenzione all'alimentazione è finalizzata al proprio benessere. Contrariamente a quanto i media ci hanno abituato a pensare gran parte delle donne, il 71%, attribuisce ad una corretta alimentazione il valore per il proprio benessere indipendentemente da qualunque connotazione estetica.
L'indagine evidenzia che è in corso un mutamento generale dei valori di riferimento; cambiano pesi e misure, tutti i comportamenti delle donne di oggi, passano attraverso la personalizzazione di modelli e ruoli già esistenti. Saranno sì mogli e madri, (infatti il 67% delle donne intervistate attribuisce in maniera evidente più importanza alla famiglia rispetto alla carriera, addirittura il 78% considera la famiglia luogo privilegiato in cui realizzarsi dal punto di vista affettivo) ma anche lavoratrici (il 61 % ritiene indispensabile una affermazione professionale) confermando un quadro composito, attraversato da due linee di tendenza opposte e complementari.
"Il progetto VideoLines rappresenta un modo nuovo di dialogare con le donne - dichiara Vincenzo Leombruno, direttore marketing di Lines. La marca Lines prosegue nel percorso di valorizzazione della donna e del ruolo che ha saputo conquistare nella società, già tracciato attraverso la mostra fotografica 'quotidiano al femminile' che sta toccando diverse città italiane registrando ovunque interesse ed apprezzamento".
Gli interessanti risultati della ricerca evidenziano una caratteristica del "sentire" femminile: la necessità del riconoscimento da parte dell'altro, e l'investimento prioritario della propria realizzazione come individuo nella famiglia. Una grande risorsa per la società, ma allo stesso tempo un limite per la reale crescita della "donna", là dove, nei luoghi del lavoro, della politica, della managerialità, questa caratteristica continui a modificarne la percezione come individuo indipendente, autodeterminato, e capace, anche al di fuori degli ambiti "tradizionali".
(Fonte: Peliti Associati)


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito