Immagine Attualità

Meglio amici che bulli

Immagine “Abbasso i bulli, viva gli amici”, parte da un fumetto la nuova la campagna nazionale informativa e di prevenzione sul bullismo organizzata dal Moige – Movimento Italiano Genitori – in collaborazione con il Ministero della Solidarietà Sociale, che coinvolgerà 6000 bambini tra i 6 e gli 11 anni nelle scuole di tutta Italia, i loro insegnanti e i loro genitori: dalla recente indagine SWG per Moige emerge che oltre un quarto dei ragazzi fino a 15 anni è stato vittima o ha assistito ad episodi di bullismo, che l’86% dei genitori considera importante la lotta al bullismo, e che il 17% ritiene debba essere una priorità della politica.

Con l’ausilio di Ivan, Max e Leo, personaggi del fumetto creato appositamente per la campagna, verrà spiegata ai bimbi l’importanza dell’amicizia e del dialogo e la necessità di non imitare i bulli e di non tacere le loro angherie, bloccando fin sul nascere i loro tentativi di prevaricare gli altri. Un depliant spiegherà ai genitori quali sono i sintomi per capire se il figlio possa essere vittima di bullismo, come per esempio il fatto che manifesti mal di testa o mal di pancia prima di andare a scuola, oppure sia spesso solo, non porti amici in casa e non venga invitato alle feste, ed altri elementi di questo genere.
Il bullismo è un fenomeno da sempre noto nelle scuole ma che gli ultimi tempi sembra essere cresciuto in frequenza e anche nella violenza delle aggressioni. Impossibile far finta di nulla, impossibile fermarsi a mere dichiarazioni di biasimo: il Moige – in collaborazione con il Ministero della Solidarietà Sociale - ha voluto fare qualche cosa di più. Parte così da metà aprile, dalle scuole elementari di Roma, la campagna informativa e di prevenzione “Abbasso i bulli W gli amici”. Il progetto è destinato ai bambini tra i 6 e gli 11 anni ma mira anche a coinvolgere profondamente i loro insegnanti e i genitori.
“Non possiamo rimanere inerti di fronte al dilagare del fenomeno del bullismo, ha affermato Maria Rita Munizzi, Presidente Nazionale del Moige. “Da una recente indagine condotta da SWG per il Moige emerge che oltre un quarto dei ragazzi fino a 15 anni è stato vittima o ha assistito ad episodi di bullismo, che l’86% dei genitori considera importante la lotta al bullismo, e che il 17% ritiene debba essere addirittura una priorità della politica. Noi abbiamo scelto di coinvolgere i genitori nell’iniziativa, sposando una linea condivisa anche a livello europeo: proprio recentemente si è svolto a Roma l’incontro dell’EPA, l’European Parent’s Association, nel corso del quale è stato affrontato fra gli altri il tema del bullismo, e ciò che è venuto fuori con forza è l’importanza del fatto che i bambini ed i ragazzi che ricevono informazioni sul fenomeno a scuola trovino, una volta a casa, dei genitori informati ed aggiornati che possano aiutarli nella comprensione dello stesso”.
Il progetto consiste nella realizzazione di una lezione interattiva, di un fumetto e di incontri con genitori ed insegnanti, un percorso educativo volto ad informare e a sensibilizzare bambini, insegnanti e genitori relativamente al fenomeno del bullismo e della violenza in generale. La campagna si articola in due fasi. La prima consiste in una lezione interattiva di circa 45 minuti che, utilizzando l’accattivante e giovanile linguaggio dei fumetti, spiega ai bimbi l’importanza dell’amicizia e del dialogo e la necessità di non imitare i bulli e di non tacere le loro angherie, bloccando fin sul nascere i loro tentativi di prevaricare gli altri e di attirare attenzione. La seconda fase del progetto, invece, consiste in un incontro formativo per insegnanti e genitori della durata di circa 1 ora e mezza. Alla fine della giornata di formazione a tutte le persone coinvolte, bimbi, genitori e docenti, sarà consegnato un depliant esplicativo ed il fumetto, per recepire meglio i contenuti della campagna e coinvolgerli nella diffusione del messaggio.
Per questo progetto sarà, inoltre, creato un sito internet dedicato che mirerà ad offrire informazioni e consigli su come affrontare il problema del bullismo. Ci sarà anche la possibilità di contattare una psicologa ed una pedagogista attraverso il link “L’esperto risponde”.
La campagna del Moige, sostenuta dal Ministero della Solidarietà Sociale, si concluderà a Verona il 21 maggio 2008. Nell’arco dei due mesi verranno coinvolte ben 20 scuole elementari particolarmente numerose a Roma, Pescara, Napoli, Caserta, Taranto, Firenze e Verona, per un totale di circa 6.000 bambini. Maggiori informazioni sulla campagna e per la prevenzione del bullismo si possono trovare al sito dedicato all’iniziativa.

Per saperne di più: il sito di “Meglio amici che bulli”


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito