Immagine Attualità

Filtrare l’acqua non è una spesa inutile

Immagine Dopo l'articolo pubblicato da Altroconsumo in cui si dichiara che il trattamento dell'acqua in ambito domestico sarebbe “inutile”, Aqua Italia, l'Associazione di Confindustria che rappresenta i produttori di impianti di affinaggio, risponde per mezzo del Presidente Lorenzo Tadini: “I cittadini italiani possono e devono continuare a stare tranquilli: il trattamento domestico è utile, funziona e, con la corretta manutenzione, è davvero in grado di dare a ciascuno di noi l'acqua su misura”.

“Con riferimento all'articolo apparso sul numero 205 (giugno 2007) di Altroconsumo e dal titolo ‘Filtrare l’acqua - Una spesa inutile’, ritengo doveroso prendere posizione come Presidente di Aqua Italia (ANIMA-CONFINDUSTRIA) e come cittadino e lettore, in nome del diritto ad una corretta informazione che dovrebbe contraddistinguere il lavoro di tutti noi e in special modo degli organi di stampa.
Vorrei innanzitutto richiamare un altro “pezzo” apparso sul numero 164 dell’ottobre 2003 (“Un buco nell’acqua”) nel quale si presentò un'indagine che riguardava esclusivamente prove su apparecchi da rubinetto in grado di rimuovere principalmente inquinanti organici (solventi, trialometani, pesticidi, ecc…) e metalli pesanti.
Come accaduto per l'articolo recente, anche in quella circostanza le conclusioni del redattore apparivano molto negative a causa di “Deludenti i risultati per quanto riguarda il miglioramento delle caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua (durezza, presenza di calcare, quantità di Sali minerali…) e la capacità di eliminare sostanze dannose eventualmente presenti nitrati, nitriti, ammoniaca) … omissis… Insomma, questi filtri in concreto fanno davvero poco: in pratica tolgono il sapore di Cloro (sic!!!) … di fatto non fanno gran che. Oppure, addirittura, possono peggiorare la qualità dell’acqua.”
In quella circostanza l’articolista dimenticò di segnalare che quegli apparecchi in prova non potevano agire sulle caratteristiche chimico-fisiche semplicemente perche’ non erano stati fabbricati per questo scopo.
Collegando poi i due articoli, quello del 2003 e del 2007, il lettore non può che rimanere ulteriormente sconcertato nel constatare che i difetti del 2003 (mancata rimozione di durezza, calcare, ecc) diventano improvvisamente nel 2007 importanti pregi dando così la possibilità di poter denigrare quegli apparecchi appositamente creati per la loro rimozione. La contraddizione nei termini e nella sostanza è palese e grave.
In ogni caso, esaminando gli altri 13 esempi di soci apparentemente soddisfatti, è impossibile capire su cosa si sia basato il giudizio complessivamente negativo dell’articolista”.
Nella replica il presidente di Aqua Italia prosegue affrontando, punto per punto, gli argomenti principli sollevati nell’articolo, la qualità dell’acqua del rubinetto, la durezza/salinità dell’acqua bevuta e i “benefici” dell’acqua in bottiglia.

Per scaricare la risposta in versione integrale, in formato pdf, clicca qui.

Per saperne di più: il sito di Aqua Italia


Trovi tutte le notizie di attualità, costume, società, sondaggi, in Archivio 1 "Oltre la notizia", Sezione "Attualità", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito