Immagine Astrologia

La sensitività: cos'è, come si conosce


"Sono Laura, mi sono accorta di essere sensitiva in seguito ad un incidente, vorrei approfondire questa sensitività e sapere se esistono scuole di questo tipo".

Cara Laura, la domanda che mi poni credo possa interessare molti lettori, per questo cerco di risponderti inquadrando l'argomento nel modo più chiaro possibile.
COS'È LA SENSITIVITÀ
Con questo termine si intende comunemente un'ampia serie di capacità spontanee paranormali di vario tipo, dal fare sogni profetici, alle premonizioni, alla telepatia, la visione dell'aura altrui, il ricordo spontaneo di vite precedenti proprie o di altre persone, la percezione visiva e auditiva di elementi distanti o normalmente non percepibili, il contatto con l'aldilà, fenomeni di trance e medianità spontanea, la percezione netta delle "energie" di luoghi o persone, doti di rabdomanzia, radioestesia, pranoterapia e così via. Queste capacità possono manifestarsi - non in tutte le persone, perché in molte sono latenti - in modo più o meno intenso, a volte disturbante, e presentarsi con maggior frequenza in certi periodi della vita. Le doti di questo tipo sono riconoscibili e indagabili attraverso l'analisi astrologica, e non solo.
LA SENSITIVITÀ E LA SCIENZA
È chiaro che in una società positivista come quella occidentale moderna, che concepisce la Scienza quale unico e infallibile parametro di misurazione della realtà, questi fenomeni sono perlopiù ritenuti impossibili, o frutto di autosuggestione, quando non di ciarlataneria. In genere questo atteggiamento di negazione si riscontra in una certa parte del mondo scientifico, quella più ottusa e purtroppo incapace di vedere oltre la materia, e che paradossalmente giudica tali fenomeni a priori, e cosa più grave, senza avere la benché minima conoscenza esoterica. Con questo - si badi bene - non si esclude che gran parte di queste fenomenologie possano essere ricondotte a sfruttamento della credulità popolare da parte di individui senza scrupoli, o autosuggestione: ma da qui a negare in blocco tutta la sensitività, e la buona fede di migliaia di persone disinteressate che sperimentano esperienze insolite, ce ne corre. Del resto il giudizio su tale tipo di approccio si fa da sé, dal momento che sempre un maggior numero di scienziati illuminati, dotati di apertura mentale e buon senso, oggi si stanno aprendo all'indagine di queste sfere particolari della natura umana, integrandole nei loro percorsi di studio e ricerca. Questo perché, anche se viviamo nel Razionale, ci sono moltissime persone che hanno doti di sensitività innate, o che come nel tuo caso si sono manifestate dopo un evento traumatico, e quasi tutti noi possiamo aver sperimentato almeno una volta una situazione o una percezione inspiegabile dal punto di vista razionale. La gran parte di queste persone ne sono spesso spaventate e tendono a soffocarle e non parlarne con nessuno, o a viverle in maniera passiva, semplicemente perché non sono capaci di gestirle, spesso neppure in grado di riconoscerle per quel che sono, vale a dire delle normalissime potenzialità dell'essere umano. Si tratta dunque anche di un problema culturale, e di perduta conoscenza di certi meccanismi.
COME SI SPIEGANO LE DOTI COSIDDETTE PARANORMALI
La cosiddetta sensitività infatti rientra nella normale attività di certe compagini occulte dell'essere - e uso il termine occulto non nel senso di "magico", bensì nel senso di "non visibile con i normali strumenti scientifici di ricerca" - . Tutte le doti paranormali non hanno nulla di misterioso, e dovrebbero essere considerate in un contesto più ampio del nostro semplice corpo fisico e delle attività meramente fisiologiche dell'essere umano. La fisiologia occulta, e la costituzione occulta dell'essere umano, sono ben presenti nella letteratura tradizionale esoterica, e sono il presupposto di tutte le medicine olistiche e di tutte le tecniche di cura che non prevedono l'uso di medicinali fisici, quanto piuttosto energetici; ma sono anche al fondo di moltissime nostre tradizioni popolari, e prima ancora sono radicate in tutte le tradizioni dell'umanità, ed impiegate principalmente in senso magico-rituale (con cadute nella bassa magia nera e nella superstizione) o curativo (sciamanesimo, teurgia, magia naturalis etc.) o spirituale (all'interno di un percorso evolutivo interiore consapevole).
Per la sua natura "immateriale" dunque, questo tipo di conoscenza negli ultimi due secoli è stata soffocata dalla mentalità illuminista e positivista, relegata ai margini della cultura, rifiutata da una scienza che - per sua natura - crede solo al visibile e al tangibile. In questo non ci sarebbe nulla di male, basterebbe avere la consapevolezza che si tratta delle due facce della medesima realtà, e che la conoscenza serena di entrambe le parti - visibile e invisibile - può portare solo giovamento all'uomo. Invece, oggi come oggi, questa seconda faccia è ben difficile da rintracciare, e spesso mistificata (per meschini tornaconti economici) in modi e mode fast food, non ultima certa letteratura di qualità discutibile. Il progredire della Scienza, a mio parere, la porterà comunque nei prossimi secoli a comprendere e reintegrare completamente questo complesso di conoscenze, come sembra indicare il simbolismo dell'Età dell'Acquario.
COME SAPERNE DI PIÙ
Per tornare alla tua richiesta, cara Laura, non credo esistano "scuole" di sensitività nel vero senso della parola (prego i nostri lettori di segnalarcene l'eventuale esistenza, scrivendomi ad astrologia@encanta.it) , ma certamente esiste, e te lo consiglio vivamente, un percorso personale di studio e incanalamento di queste tue facoltà, fatto di tappe progressive. Mi sento di insistere su un fatto: il contatto con queste tue doti non dovrebbe prescindere dall'acquisizione di un buon bagaglio di conoscenze serie e tradizionalmente corrette, e serve molta cautela e prudenza, da parte tua, nella direzione e nel metodo da scegliere. Sii consapevole che questo tipo di percorsi necessitano di molto tempo e, a mio parere, di esperienze variegate e numerose, per non cadere in fondamentalismi o contesti di scarso valore ben presenti anche in questo campo. Non mi specifichi che tipo di sensitività ti si è manifestata, mi trovo dunque in difficoltà nel darti qualche riferimento bibliografico: se vorrai scrivermi con maggiori dettagli sarò ben lieta di farlo. In genere, potresti cominciare cercando in libreria testi che parlino in generale di fenomeni medianici, scritti da persone in grado di trattare l'argomento con adeguata preparazione culturale e lungimiranza; oppure, libri che raccolgano esperienze di risveglio paranormale simili alla tua (cerca nei reparti esoterici o alternativi). Come in tutte le cose, leggere e approfondire senza sosta in più direzioni, e confrontarti con persone che abbiano le tue stesse doti, ti aiuterà a formarti un tuo senso critico, e a progredire nelle tue conoscenze anche operative. Se ad esempio ti interessa la percezione delle energie degli ambienti, un libro molto istruttivo, vera miniera di informazioni sugli aspetti non visibili della realtà, può essere "Lo Spazio Magico" di Denise Linn, Ed. Nuovi Misteri Mondadori: l'autrice, come te, ha sviluppato facoltà particolari dopo un fatto traumatico, e con l'aiuto di vari maestri ha deciso di utilizzarle per imparare a percepire (e quindi trasformare e migliorare) le energie delle abitazioni e degli ambienti chiusi, facendone la sua professione.


Se avete domande da fare su argomenti inerenti l'Astrologia scrivete a: astrologia@encanta.it. Non sono richiesti né utilizzati dati personali. Delle e-mail non viene tenuto archivio, l’uso è solo temporaneo ed esclusivamente finalizzato alla rubrica giornalistica. L'invio della e-mail autorizza alla pubblicazione. In questa rubrica non si risponde a quesiti di carattere previsionale o a richieste di oroscopi, ma soltanto a quesiti di natura astrologica di carattere psicologico e generale. Per consulenze professionali contattare direttamente l'esperto.
La rubrica di Astrologia è attualmente curata da Franco Passarini.
Trovi tutte le notizie e le lettere di "Astrologia" in Archivio 2, Sezione "L'Esperto per te", oppure effettua direttamente sul sito la ricerca di ciò che ti interessa.
Inizio pagina           Chi siamo               Copyright               Cookie Policy               Privacy               P.I. 01248200535
Immagine - Scegli il miglior Hosting Scegli il miglior Hosting
Il miglior servizio di hosting è quello di SiteGround. Lo abbiamo provato per te: un servizio solido, sicuro, affidabile, le tecnologie più aggiornate, assistenza sempre a tua disposizione e prezzi imbattibili. Leggi la nostra recensione:
- Perché scegliere l'hosting di SiteGround, pro e contro
Un'offerta speciale tutta per te. Approfittane, un'occasione unica! Clicca sul link: - scopri le offerte riservate, SiteGround, vai al sito